Guida Vavel Legabasket 2017/2018: The Flexx Pistoia

Campionato al via, ecco la preview della The Flexx Pistoia. Coach Esposito punta sul fosforo di Moore e sul talento di McGee per provare a raggiungere nuovamente i playoff

Guida Vavel Legabasket 2017/2018: The Flexx Pistoia
FONTE FOTO: VAVEL ITALIA

Per il terzo anno consecutivo la The Flexx Pistoia sarà guidata da coach Vincenzo Esposito, votato miglior allenatore la scorsa stagione. Serietà e dedizione quotidiana hanno fatto si che il riconoscimento al condottiero casertano fosse pienamente meritato. Il gruppo proverà a centrare la salvezza quanto prima possibile, per poi alzare l'asticella dei propri obiettivi e cercare di raggiungere la post season per la quarta volta negli ultimi cinque anni. Ormai, la cittadina toscana sta diventando una presenza fissa ai playoff ed anche quest'anno ci sono buone basi affinchè si possa verificare ciò. La The Flexx punterà ancora una volta sul fattore campo, in quanto durante la scorsa stagione Pistoia è riuscita a vincere ben 13 partite su 15 nel fortino infuocato del PalaCarrara. Se gli americani, soprattutto nel reparto 'lunghi' - che sono alla prima esperienza in un campionato europeo - si incastreranno rapidamente nel puzzle creato da Esposito, lo scenario in quel di Pistoia diventa piuttosto intrigante, ed ecco che i biancorossi potranno ancora una volta cercare di rompere le uova nel paniere ad altre squadre che ambiscono chiaramente agli spareggi.

QUINTETTO - E' stato confermato uno dei punti di forza dello scorso anno, ovvero il playmaker americano Ronald Moore, la pietra miliare dello starting five dei pistoiesi. Accanto al classe 1988 nativo di Philadelphia, agirà Tyrus MgGee, una guardia con punti nelle mani rivitalizzato dall'aver vinto lo Scudetto soltanto qualche mese fa con la maglia dell'Umana Venezia. Sarà proprio McGee il primo terminale offensivo di Pistoia ed insieme a Moore i leader di una squadra profondamente rinnovata rispetto alla passata stagione. Il 'tre' titolare sarà Duda Sanadze, che è stato tesserato dalla società toscana dopo aver sostenuto accurati esami clinici per capire se i problemi cardiaci che gli sono stati riscontrati erano temporanei oppure congeniti. Il via libera è arrivato il 25 settembre e dunque il tesseramento del georgiano è stato completato in fretta e furia per poterlo avere a disposizione sin da subito. In posizione di ala forte, Pistoia ha puntato forte su Jaylen Bond, prodotto di Temple University dotato di grande atletismo e dunque molto utile sotto i tabelloni a rimbalzo ed in difesa in post basso. Il pivot sarà anch'esso 'made in USA' e risponde al nome di Markus Kennedy, non altissimo (206 centimetri) ma che non disdegna il gioco fisico. E' bravo a giocare per sé e per i compagni, grazie ad un'ottima visione di gioco.

PANCHINA - E' tutta italiana, ma non profondissima, questo potrebbe rivelarsi un punto debole per la nuova The Flexx Pistoia. I primi cambi sugli esterni sono rappresentati da Fabio Mian e Tommaso Laquintana. Il primo è una guardia-ala reduce da tre stagioni trascorse con addosso la casacca della Vanoli Cremona con cui ha messo in mostra le sue ottime qualità cestistiche, guadagnandosi anche la convocazine in Nazionale. Il secondo, invece, andrà a coprire lo spot di playmaker di riserva, facendo rifiatare Moore ed è reduce da buone stagione trascorse tra le fila di Capo d'Orlando. Altro acquisto proveniente da Cremona è Raphael Gaspardo, ala grande che sarà il backup di Bond. Duttile, nel gergo cestistico può essere definito “stretch 4″. Alla sua prima vera esperienza nel massimo campionato italiano, ha totalizzato 32 gettoni di presenza a 3.2 punti e 2.5 rimbalzi di media a gara. Infine, conferma per Daniele Magro, seconda stagione consecutiva al PalaCarrara dopo aver fatto registrare numeri discreti nella passata stagione: 5.5 punti e 3.4 rimbalzi di media a gara con oltre il 60% nelle conclusioni da due punti. Sarà il il cambio italiano di Kennedy.

Partenze: Antonutti (Treviso), Cournooh (Cantù), Boothe (Sakarya), Petteway (Nanterre), Crosariol (Cantù), Roberts (Reggio Calabria), Lombardi

Conferme: Magro, Moore

Arrivi: Kennedy (Rio Grande), Czyk (Caserta), Mian (Cremona), Gaspardo (Cremona), Laquintana (Capo d'Orlando) Bond (Westchester Knicks), Sanadze (Primorska), McGee (Venezia)

Tyrus McGee, 1991, 188, SG

College a Iowa St. (13.1 ppg col 46.4% da 3 nell'ultimo anno), nel 2013-14 è al Leche Lugo nella Leb spagnola (13.2 ppg). La stagione successiva si divide tra Bremerhaven (11.8 ppg) e Capo d'Orlando (11.1 ppg). Nel 2015-16 è a Cremona (13 ppg col 45.8% da 3), la scorsa stagione a Venezia, con 9.5 ppg in campionato e 9.8 ppg in Champions League. Career high di 28 punti realizzati il 23 dicembre 2015 contro Varese.

Markus Kennedy, 1991, 206, C

College a Southern Methodist University (9.3 ppg e 6.4 rpg l'ultimo anno), viene draftato al secondo giro in D-League nel 2016; la scorsa stagione gioca 15 gare col Rio Grande Valley Vipers, con 1.5 ppg e 1.1 rpg. Career high di 9 punti realizzati in 8 occasioni.

Tommaso Laquintana, 1995, 188, PG

A 16 anni gioca in A Nazionale col Ruvo di Puglia, l'anno dopo è a Bari. Nel 2013-14 viene ingaggiato da Capo d'Orlando (4.2 ppg in DNA Gold), stagione successiva in A2 a Biella (10.5 ppg in campionato, 13.7 ppg in EuroChallenge). Ultime due stagioni in Serie A a Capo d'Orlando, con 6.7 e 5.1 ppg. Career high di 23 punti realizzati contro Matera nel maggio 2012.

Fabio Mian, 1992, 196, SG

Esordio in A con Varese nel 2009-10. Gioca in A Nazionale a Napoli, Bari e Agrigento, con cui conquista una promozione in Lega2. Ultime 3 stagioni a Cremona, con 3.6, 5.6 e 6.3 ppg. Career high di 23 punti realizzati con Agrigento l'11 novembre 2012.

Raphael Gaspardo, 1993, 207, F

Cresciuto nella Benetton Treviso, gioca in Lega 2 a Jesi e Treviglio. Ultime 2 stagioni a Cremona, con 3.2 e 5.7 ppg. Career high di 20 punti segnati in un Treviglio-Scafati del 29 marzo 2015.

Federico Onuoha, 1994, 193, SF

2 gare in Eredivisie col Rotterdam Challengers nella passata stagione, con 5.5 ppg. Ha un career high di 19 punti realizzati con la Nazionale olandese U16 contro la Svezia nel 2014.

Jaylen Bond, 1993, 203, F

Esce da Temple con 10.3 ppg e 8.5 rpg. Ultima stagione in D-League al Westchester Knicks, con 7.5 ppg e 6.3 rpg. Career high di 22 punti realizzati lo scorso 1 aprile.

Daniele Magro, 1987, 208, C

Vivaio Benetton, gioca nelle serie minori con Padova, Fidenza e Trieste. Nel 2011-12 esordio in A con Venezia, con cui resta 3 stagioni. Prima volta a Pistoia nel 2014-15 (3 ppg e 3 rpg), quindi un'annata a Milano con scarso minutaggio e la scorsa stagione di nuovo a Pistoia, con 5.5 ppg e 3.4 rpg. Career high di 15 punti realizzati nel 2010 con la maglia di Trieste.

Duda Sanadze, 1992, 197, SG

Cresce nella Dinamo Tbilisi, con cui nel 2011-12 realizza 15.9 ppg nel campioanto georgiano. Vola negli Usa per giocare al college di San Diego (12.5 ppg nel 2015-16), la scorsa stagione è il top scorer del campionato sloveno, 17.2 ppg con il Sixt Primorska. Career high di 33 punti realizzati la scorsa stagione.

Ronald Moore, 1988, 183, PG

College con i Saints di Siena (7 ppg e 7.7 apg nell'ultimo anno), gioca nel sottobosco europeo (Slovacchia, Polonia, Ungheria, Ucraina) prima di essere ingaggiato da Caserta nel febbraio del 2014. Resta in campania una stagione e mezza, nel 2015-16 firma per Pistoia, dove viaggia a 7.3 ppg e 6.2 apg nella prima stagione, 10.9 ppg e 5.4 apg nella scorsa. Career high di 41 punti realizzati nel 2011 in Slovacchia.

Coach: Vincenzo Esposito