Legabasket Serie A - Si comincia! Milano riparte da Cremona, Venezia a Varese

Scatta la caccia al titolo vinto dalla Umana Reyer: occhio ovviamente all'Olimpia. Avellino attende Reggio Emilia, aprono Trento e Virtus Bologna.

Legabasket Serie A - Si comincia! Milano riparte da Cremona, Venezia a Varese
Legabasket Serie A - Si comincia! Milano riparte da Cremona, Venezia a Varese

L'attesa è finalmente finita, il campionato di basket di serie A è pronto per cominciare e per regalarci oltre otto mesi di grande spettacolo e di grandi emozioni. E il turno inaugurale della massima serie della palla a spicchi nazionale sarà, vista tutta una serie di impegni, spezzata su ben quattro giorni: si comincia questa sera, poi gran parte delle gare si giocheranno tra l'ora di pranzo, il pomeriggio e la serata di domenica, per vedere l'epilogo della prima giornata con il Monday Night e con una gara in programma per l'occasione giovedì sera, a causa dell'impegno europeo che riguarda la SikeliArchivi Capo d'Orlando. Un campionato che sta per iniziare con una rinuncia forzata, quella della Juvecaserta che ha dovuto lasciare il posto a Cremona (ripescata dopo la retrocessione maturata quattro mesi fa) dopo gli evidenti problemi societari che si erano palesati già durante la scorsa stagione. E si riparte dopo il consueto antipasto dato dalla Supercoppa, che ha visto l'affermazione da parte dell'Olimpia Milano, capace di avere la meglio su Venezia nella finale particolarmente attesa alla vigilia della rassegna tenutasi a Rimini.

Il campionato prenderà il via dal PalaTrento con una sfida che è già molto particolare e attesa, visto che mette di fronte la Dolomiti Energia Trentino e la nuova Virtus Segafredo Bologna. La compagine di coach Buscaglia si presenta ai nastri di partenza della serie A con grandi attese dopo la splendida finale disputata un anno fa al termine di un cammino stupendo, ma è chiaro che le novità apportate al roster potrebbero costringere il tecnico dei trentini a compiere l'ennesimo miracolo. Dall'altra parte ci sono le V nere, tornate nella massima serie dopo un solo anno di purgatorio e con tante belle novità: in primis la reunion dei fratelli Gentile, con Alessandro chiamato al riscatto dopo la pessima scorsa annata, ma anche i ritorni nel nostro campionato di Lafayette e Kenny Lawson. Molto interessante anche il lunch match di domani, con la Happy Casa Brindisi che ospiterà la Fiat Torino. Estate movimentata da entrambe le parti, con i pugliesi che hanno cambiato tanto ancora una volta e che si sono affidati alla guida di Dell'Agnello per fare il miglior campionato possibile, sognando qualcosa di grande. Anche i piemontesi sono chiamati a fare una grande stagione, se non altro per gli investimenti fatti in estate e per la chiamata in panchina di un coach vincente come Luca Banchi. Qualche piccolo problema nel corso dell'estate, addirittura con la prospettiva di una separazione dal coach ex senese, ma alla fine ha trionfato la voglia di provare a vincere e di fare una stagione ai vertici della classifica: occhio al ritorno di Sasha Vujacic in serie A.

Alle ore 17 di domani scocca l'ora della grande attesa nonchè grande favorita, ovvero la EA7 Emporio Armani Milano, la quale inizierà il proprio cammino dal PalaRadi contro la Vanoli Cremona. Estate di grandi cambiamenti e di colpi di mercato come sempre altisonanti per la società che ha affidato la panchina a un vero vincente come Simone Pianigiani. Al coach toscano toccherà assemblare tutti i pezzi, ma sembra che il lavoro sia già a buon punto, come si è visto in Supercoppa: ovviamente da tenere d'occhio Theodore e Goudelock, in attesa che si risolvano i problemi di Young. Ma guai a considerare la Vanoli come vittima sacrificale di turno, anche perchè la società lombarda ha costruito davvero un bel roster, messo a disposizione di coach Sacchetti: il nuovo ct azzurro ripartirà dai fratelli Diener e da gente come Elijah Johnson e il rientrante Johnson-Odom. Giocherà in serata, invece, la squadra che il titolo di campione d'Italia lo detiene, ovvero la Umana Reyer Venezia, che inizierà la propria difesa del tricolore sul parquet della Openjobmetis Varese. Anche in questo caso ci sono state tante novità, anche se lo zoccolo duro del roster tricolore è rimasto intatto: i nomi nuovi sono quelli di Dominique Johnson, Michael Jenkins, Paul Biligha e Mitchell Watt, insieme ai confermatissimi Tonut, Bramos e Haynes. In casa varesina ha provato ad allestire un roster di qualità, anche se in questo caso, considerando anche la concorrenza, l'obiettivo è quello di raggiungere la salvezza nel minor tempo possibile.

Grande attesa anche per il nuovo Banco di Sardegna Sassari, che debutterà nel pomeriggio di domenica al PalaSerradimigni contro la Red October Cantù. Tante novità e grandi investimenti per la società del patron Sardara, che ha affidato la panchina ancora una volta a coach Federico Pasquini, con una serie di stranieri di grande livello come Scott Bamforth, Levi Randolph, Shawn Jones e Dyshawn Pierre, ai quali si affida una batteria di italiani e di europei che ha una certa esperienza e soprattutto grande qualità alle spalle: il botto estivo si chiama Achille Polonara, ma anche le conferme di Stipcevic e l'arrivo di Planinic promettono qualcosa di importante. Dall'altra parte, i brianzoli sempre nel pieno di problemi nella gestione societaria ripartono dal colpo rappresentato da Burns, e dai nuovi americani Qualls, Chappell e Culpepper. Il programma domenicale del primo turno si chiude con la sfida della Adriatic Arena tra VL Pesaro e Germani Basket Brescia. Costruzione del roster tra tante difficoltà e con pochi lampi per la formazione marchigiana, che ha puntato soprattutto su tanti giocatori italiani e con un paio di stranieri di buon livello, come Dallas Moore e Zack Irvin che dovranno dare brio sugli esterni nella formazione messa a disposizione di Spiro Leka. Ottimo il lavoro estivo della compagine lombarda, che ha cercato di confermare quanti più giocatori possibili rispetto all'anno scorso, facendo della agguinte di qualità: i colpi si chiamano Dario Hunt e Brian Sacchetti.

Il Monday Night della prima giornata del massimo campionato si giocherà al PalaDelMauro e metterà di fronte la Sidigas Avellino e la Grissin Bon Reggio Emilia. La compagine irpina, come ormai accade da qualche stagione, ha messo in piedi un roster di grande qualità per fare il miglior campionato possibile e per andare avanti in Europa. Coach Sacripanti potrà lavorare con diversi giocatori di spessore, con i nuovi Ariel Filloy, Shane Lawal, Bruno Fitipaldo, Dezmine Wells, Thomas Scrubb e Hamady Ndiaye (quest'ultimo ha risolto i problemi relativi al tesseramento), ai quali si aggiungono i confermatissimi Kyrylo Fesenko e Maarten Leunen. Difficile, invece, l'estate della formazione di coach Menetti, che ripartirà dalle certezze date dalle permanenze di Della Valle e Wright, gente in grado di fare la differenza: il ritorno dagli States di Mussini le le aggiunte di Candi, Markoishvili e Sanè sono particolarmente interessanti. Come detto, la SikeliArchivi Capo d'Orlando chiuderà il programma della prima giornata, sperando che i siciliani debuttino in campionato con in mano l'accesso in Champions League: al PalaSikeliArchivi arriva la The Flexx Pistoia. Di Carlo ha a disposizione un roster molto cambiato ma con giocatori di spessore: la solita matrice europea con Atsur, Inglis e i giovani Kulboka e Ihring si fonde col talento del canadese Edwards, per una squadra ancora una volta tutta da seguire. Ben costruito anche il roster della compagine toscana, ancora una volta affidato a Enzino Esposito. La colonia italiana con Mian, l'ex Laquintana e Daniele Magro si incorpora con il confermatissimo Moore e con i nuovi stranieri, tra i quali spiccano Duda Sanadze (buon Europeo per lui) e il figliol prodigo Tyrus McGee, altro ex di turno.