Lega Basket - Brescia espugna Bologna e conserva la propria imbattibilità

La squadra di coach Diana si aggiudica una partita molto equilibrata e spigolosa risolta solamente dai liberi finali. Il roster lombardo conserva così la propria imbattibilità (sette vittorie su sette partite giocate), mentre Bologna incassa la sua seconda sconfitta consecutiva. MVP del match, Marcus Landry, con 16 punti

Virtus Bologna
74 76
Germani Basket Brescia
Virtus Bologna: A. Gentile 13 (5/12;1/5;0/1) Aradori 15 (2/5;3/7;2/2) Lafayette 14 (1/4;4/8) S. Gentile 10 (3/6;1/3;1/3) Slaughter 6 (3/4;0/2 TL) Ndoja 4 (1/4 3P;1/1 TL) Lawson 6 (3/3;0/3) Berti Umeh 6 (2/4 3P) Petrovic Pajola
Germani Basket Brescia: L. Vitali 9 (1/7;1/2;4/6) Sacchetti 10 (4/4;0/1;2/3) Landry 16 (4/7;2/6;2/2) Moss 4 (1/3;0/4;2/2) M. Vitali 14 (2/3;3/6;1/2) Hunt 15 (6/10;3/4 TL) Traini Fall 2 (1/1) Bushati 6 (0/1;2/3) Moore (0/2)
SCORE: 16-22; 41-45; 61-52. Tiro da 2p: Bologna (17/34) Brescia (19/38). Tiro da 3p: Bologna (12/34) Brescia (8/22). Tiri liberi: Bologna (4/9) Brescia (14/19). Rimbalzi: Bologna 35 Brescia 35

La Germani Basket Brescia non si ferma più. La squadra lombarda inanella un'altra vittima, ovvero la Virtus Bologna, che si arrende al roster di coach Diana col punteggio di 74-76. Un risultato frutto di una sfida particolarmente equilibrata, ma anche sorprendentemente spigolosa. Gli arbitri sono costretti ad intervenire costantemente con falli tecnici per sedare gli animi delle due squadre. Due compagini che per tutti i 40 minuti hanno messo in mostra tutte le proprie caratteristiche e che non a caso hanno concluso con la stessa percentuale nel tiro dal campo (50%, 17/34 per i padroni di casa, 19/38 per gli ospiti). La sfida ha visto la Germani Basket Brescia partire meglio nei primi due quarti, ma la squadra lombarda non riesce mai a costruirsi l'allungo decisivo per difendersi poi dal rientro bolognesi nei secondi due quarti. Infatti dopo l'intervallo la Virtus approfitta di un passaggio a vuoto dei bresciani per comandare il match, fino a pochi minuti dalla fine, quando Brescia torna a produrre il proprio basket, che gli permette di arrivare nel finale di partita abbastanza lucida per poter difendere il vantaggio acquisito fino alla fine. Un successo raggiunto grazie soprattutto ai 16 punti di Landry, ai quali  si aggiungono i 15 con 10 rimbalzi di Hunt, i 14 di Michele Vitali ed i 10 di Sacchetti. Tranne quest'ultimo, i tre top scorer di Brescia sono stati anche gli uomini scelti da Diana nel quintetto iniziale insieme a Moss e Luca Vitali. Dall'altra parte invece per Bologna si salvano Aradori (15 punti), Lafayette (14), Alessandro Gentile (13) e Stefano Gentile (10). I primi tre giocatori citati insieme a Slaughter e Ndoja sono stati i componenti dello starting five scelto da Ramagli, il quale ora dovrà lavorare sul morale dei suoi in vista della sfida della prossima giornata contro Brindisi. La Germani Basket Brescia invece sarà chiamata a difendere la propria imbattibilità contro Capo d'Orlando.

Ndoja apre la partita con una tripla, alla quale fa seguito il piazzato di Gentile. La Germani Basket Brescia entra nel match con la schiacciata di Hunt, che fa da preludio al canestro da oltre l'arco di Vitali, il quale porta per la prima volta in vantaggio i suoi. La Virtus non ci sta e torna avanti con il tiro dalla media distanza di Aradori, il quale poi serve l'assist a Lawson che schiaccia il +3 (11-8). I padroni di casa non si fermano qui e con Aradori allungano, infatti la guardia bolognese mette a segno un canestro da oltre i 6.75 metri. A questo punto Diana decide di chiamare il primo time-out dell'incontro, che sortisce gli effetti sperati, infatti grazie alle triple di Landry e Vitali la squadra bresciana torna avanti nel punteggio (16-20). Per interrompere sul nascere il momento positivo ospite, Ramagli decide di fermare il gioco, ma dopo la pausa il roster lombardo va ancora a segno con Vitali, il quale dal mid-range realizza il canestro che chiude questa frazione di gioco sul punteggio di 16-22.

Il secondo quarto si apre subito con la schiacciata messa a segno da Fall, ma dall'altra parte Bologna risponde con il tiro da dentro l'area di Gentile. La Germani Basket Brescia prova a scappare nel punteggio con il piazzato di Moore, ma la guardia americana viene efficacemente stoppata da Lawson, il quale cattura il rimbalzo e da inizio ad un contropiede finalizzato con una stupenda schiacciata. La Germani Basket Brescia non si fa intimorire e reagisce con Bushati, il quale va a segno da oltre i 6.75 metri, ma dall'altra parte gli risponde subito Gentile con un canestro dal perimetro. Il roster lombardo però continua ad imperversare nella metà campo emiliana e con Bushati rimpingua nuovamente il proprio bottino, infatti la guardia bresciana va ancora a segno da oltre l'arco. A questo punto la Germani Basket Brescia approfitta del momento positivo per costruirsi l'allungo definitivo: prima Hunt va a segno con una schiacciata, poi Vitali realizza la tripla che vale il +9 (30-39). Bologna non ci sta e reagisce con Umeh, che va a segno dal perimetro, così come Lafayette che con il canestro dagli oltre i 6.75 metri riporta la Virtus a soli cinque punti di distacco. Uno svantaggio accorciato ulteriormente dal play croato, che va nuovamente a segno dal perimetro. A questo punto la Germani Basket Brescia reagisce con Vitali, che realizza due liberi fondamentali, resi però subito inefficaci da Gentile che con un tiro da dentro l'area chiude questo quarto sul punteggio di 41-45.

La Virtus Bologna apre la terza frazione di gioco con un parziale mortifero di 5-0, realizzato grazie al piazzato di Gentile ed alla tripla del sorpasso di Lafayette. Il coach della Germani Basket Brescia, notando l'errato approccio dei suoi, decide di chiamare subito il time-out, che però non sortisce gli effetti sperati, in quanto in uscita dal minuto di sospensione Vitali si vede fischiare un fallo tecnico, che porta in lunetta Aradori, il quale non sbaglia. La guardia bolognese incrementa il bottino dei suoi con un canestro da oltre l'arco, poi sul possesso successivo Brescia riesce a sbloccarsi andando a segno con Vitali, che realizza due liberi a gioco fermo. A questo punto la partita si fa incandescente ed a farne le spese sono Aradori e Bushati, puniti con un fallo tecnico ciascuno. Non è finita qui perchè poco più tardi anche Vitali si vede fischiare un tecnico, che porta in lunetta Ndoja, il quale non sbaglia. La Virtus Bologna prova ad approfittare di questo momento di nervosismo ospite per scappare nel punteggio ed infatti con la tripla messa a segno da Umeh tocca il massimo vantaggio (+8, 54-46). I padroni di casa ormai volano sulle ali dell'entusiasmo e con la schiacciata di Slaughter toccano la doppia cifra di distacco. Uno svantaggio subito ridimensionato da Vitali, che va a segno da oltre i 6.75 metri. La guardia della Germani Basket Brescia usufruisce poi di un tiro libero a causa del fallo tecnico fischiato nei confronti di Alessandro Gentile, ma dalla lunetta il n.31 lombardo sbaglia. La guardia della Virtus invece si riscatta realizzando la tripla che riporta i suoi sulla doppia cifra di vantaggio (61-51). La Germani Basket Brescia però non ci sta ad arrendersi e con i liberi messi a segno da Sacchetti torna a farsi sotto, ma Bologna riesce a difendere il distacco costruito fino alla sirena del terzo quarto, che si conclude sul punteggio di 61-52.

Landry dalla lunetta apre l'ultima frazione di gioco, che prosegue con il piazzato messo a segno da Gentile. L'ala americana della Germani Basket Brescia da avvio poi ad un parziale di 6-0 in favore dei suoi realizzando prima una tripla e fornendo poi l'assist per l'azione da tre punti di Sacchetti. Il roster lombardo però non si dimostra solamente reattivo in attacco, ma anche in difesa come dimostra la stoppata rifilata da Hunt a Gentile, il quale si riscatta con un bel jump shot. La squadra di Diana torna sotto nel punteggio grazie a Landry, ed allora Ramagli decide che è il momento opportuno per chiamare il primo time-out della frazione. Dopo il minuto di sospensione Landry protesta eccessivamente con gli arbitri e si becca un fallo tecnico, che porta in lunetta Aradori, il quale non sbaglia. La guardia bolognese dimostra tutto il suo ottimo momento di forma con la tripla che vale il +5 per i suoi (69-64), ma questo esiguo vantaggio viene immediatamente neutralizzato da Brescia che ribalta la situazione con il tiro realizzato dalla media distanza da Landry. I padroni di casa non si fanno intimorire e tornano avanti con la tripla di Lafayette, alla quale però fa seguito il fallo tecnico fischiato nei confronti di Alessandro Gentile. Dalla lunetta va Vitali, che non sbaglia, poi nel possesso successivo la guardia bresciana firma il sorpasso con un bellissimo jump shot. A questo punto Ramagli decide di chiamare il time-out, ma dopo il minuto di sospensione Brescia allunga con i liberi di Vitali, che vengono resi inefficaci dal canestro della parità (74-74) realizzato da Slaughter. La realizzazione del centro americano porta Diana a fermare il gioco, e dopo la pausa la Germani torna in vantaggio con il tiro da dentro l'area di Vitali. Il canestro del play bresciano costringe Ramagli a richiamare il time-out, che non sortisce gli effetti sperati, in quanto Slaughter sbaglia il tiro della vittoria. La Virtus deve così arrendersi alla sconfitta, la sua seconda consecutiva, mentre la Germani Basket Brescia può festeggiare la vittoria, giunta col punteggio di 76-74.