NBA Stats: I migliori marcatori

La regular season della NBA è nel suo pieno: scopriamo i migliori marcatori.

NBA Stats: I migliori marcatori
NBA Stats: I migliori marcatori

1 – James Harden – Houston Rockets – 27.0 punti a partita 

Il “Barba” ormai non è più solo un giocatore di culto del panorama NBA; dopo aver mostrato al mondo come si difende su Manu Ginobili (Western C onference Finals 2012) Harden si è calato in modo perfetto nel ruolo di scorer e, in questo momento, è il numero uno di questa statistica con i suoi 27 punti di media a partita.

2 – LeBron James – Cleveland Cavaliers – 25.2 punti a partita

Il prescelto è tornato a casa e lo ha fatto in grande stile, garantendo alla sua squadra 25.2 punti di media a partita. Se i Cavs non sembrano ancora da titolo il loro miglior giocatore è già pronto per questo obiettivo, che se conseguito lo farebbe entrare nella leggenda della storia della NBA.

3 – Kobe Bryant – Los Angeles Lakers – 24.6 punti a partita

Se per i Lakers non è più periodo di Showtime lo stesso non si può dire per Bryant, che pochi giorni fa è diventato il terzo miglior marcatore della storia della NBA, scavalcando sua maestà Michael Jordan . Questa stagione non vedrà con ogni probabilità Bryant tra i protagonisti della off-season,  ma Kobe sta facendo di tutto per esserlo nella regular season, in cui sta mantenendo 24.6 punti di media a partita.

4 – Anthony Davis – New Orleans Pelicans – 24.5 punti a partita

L’ex Kentucky Anthony Davis sta cercando in tutti i modi di diventare il prossimo MVP della stagione regolare e, per farlo, sta dominando in senso letterale sui lunghi avversari, costretti ogni sera a subire 24.5 punti di media. Un punto interrogativo per le difese avversarie, potrebbe essere il secondo nativo di Chicago (dopo Derrick Rose) ad interrompere il dominio di LeBron James nel premio di miglior giocatore della stagione.

5 – Carmelo Anthony – New York Knicks – 23.7 punti a partita

Melo e i Knicks non stanno attraversando il loro migliore momento, ma, nonostante ciò, la terza scelta al Draft del 2003 con i suoi 23.7 punti di media a partita è il quinto miglior marcatore della lega. La scelta di non andare ai Bulls presa in estate, con il senno di poi, non si sta rivelando quella giusta per Anthony, lontano come non mai dal tanto agognato anello di campione NBA.

6 – Stephen Curry – Golden State Warriors – 23.4 punti a partita

C’è tanto, troppo, di più oltre i 23.4 punti di media a partita che sta mantenendo in questo momento Wardell Stephen Curry. Il numero 30 dei Warriors è il più serio candidato al premio di MVP della stagione e, ogni sera, delizia il pubblico con triple da distanze siderali e assist al bacio realizzati schiaffeggiando la palla. Tutti gli addetti ai lavori apprezzano in modo indefinito la sua capacità di gestire le partite e coach Steve Kerr sta già sognando di mettersi al dito il suo primo anello da allenatore (dopo i 5 da giocatore).

7 – Blake Griffin – Los Angeles Clippers – 23.1 punti a partita

Il lungo ex Sooners ha ampliato in modo enorme il suo repertorio offensivo, aggiungendo alle frequenti schiacciate e ai movimenti in post basso anche un discreto tiro dalla media-lunga distanza. I frutti del lavoro estivo si stanno vedendo e con i suoi miglioramenti Griffin ha dato ai Clippers un’opzione in più in attacco, rendendo la squadra di coach Doc Rivers una delle più serie contender per il titolo della Western Conference. 

8 – LaMarcus Aldridge – Portland Trail Blazers – 22.9 punti a partita

LaMarcus Aldridge è uno dei motivi della grande partenza di Portland in questa regular season (record 23-7). La sua grande capacità di tiro dalla media distanza e partendo in situazione di post basso lo rendono una delle migliori ali in circolazione nella lega e la testimonianza di ciò sono i suoi 22.9 punti di media a partita.

9 – Dwyane Wade – Miami Heat – 22.8 punti a partita

I bei tempi sembrano essere finiti a Miami, però c’è chi ancora spera in una squadra competitiva per il titolo nel futuro prossimo: il motivo è uno e semplice, Dwyane Wade. L’ex giocatore di Marquette, infatti, non ha perso il suo potenziale offensivo espresso a fasi alterne nell’era James e si sta rendendo protagonista di una bella stagione, avvalorata da 22.8 punti di media a partita. 

10 – Damian Lillard – Portland Trail Blazers – 21.9 punti a partita

In questo momento è di gran lunga il cestista più decisivo nei finali di partita ed è uno dei candidati al premio di miglior giocatore della stagione. Damian Lillard sta facendo impazzire le difese avversarie e gli appassionati di pallacanestro in modo contemporaneo e nelle ultime tre partite ha messo a referto almeno 40 punti in due occasioni, mandando in entrambi i casi il match (poi sempre vinto dai suoi) all’overtime con tiri allo scadere del tempo.