I Magic licenziano Jacque Vaughn

Rivoluzione a Orlando: l'ex playmaker è stato sollevato dall'incarico di allenatore. Decisione giusta o affrettata?

I Magic licenziano Jacque Vaughn
I Magic licenziano Jacque Vaughn

La notizia era già nell'aria da un po' di giorni, oggi è arrivata anche l'ufficialità: gli Orlando Magic hanno deciso di sollevare dall'incarico di head coach Jacque Vaughn. La notizia è stata data dal general manager Rob Hennigan, che ha ringraziato l'ex playmaker per quanto dato alla franchigia: "Jacque è stato un fidato amico e collega, lo ringraziamo immensamente per il suo contributo e i sacrifici per portare la nostra squadra a questo punto. Abbiamo grande rispetto per lui e gli auguriamo il meglio per la prossima fase della sua carriera".

Vaughn lascia la squadra dopo due stagioni e mezzo, chiuse con un record di 58 vittorie a fronte di 158 sconfitte, e l'incarico di head coach sarà assunto da James Borrego, fino ad oggi suo fidato assistente. I due avevano già lavorato insieme a San Antonio, quando l'ormai ex allenatore dei Magic era a roster a disposizione di Popovich, e il suo successore era collaboratore del guru degli Spurs.

Dunque, salta la seconda panchina stagionale in NBA, dopo che Ranadive aveva sollevato dall'incarico (inspiegabilmente) Michael Malone. Una spiegazione ci sarebbe, ovvero quella famosa difesa a quattro, ma meglio sorvolare. Fatto sta che, anche a proposito di Vaughn, l'esonero sembra affrettato, visto che la squadra ora come ora non può ambire sicuramente ai playoffs, e il 15-37 stagionale è frutto della tanta inesperienza del roster. Però, anche in NBA, ogni tanto è l'allenatore che paga per tutti, anche se con Borrego non dovrebbe cambiare troppo.