NBA Playoffs: Butler ne segna trentuno e i Bulls si aggiudicano Gara 2

I Chicago Bulls bissano il successo di Gara 1 in una fisica Gara 2. Protagonista indiscusso dell'incontro Jimmy Butler autore di trentuno punti con uno strepitoso quarto periodo.

NBA Playoffs: Butler ne segna trentuno e i Bulls si aggiudicano Gara 2
Chicago Bulls
91 82
Milwaukee Bucks
Chicago Bulls: BUTLER 31 PUNTI 9 RIMBALZI 2 ASSIST, ROSE 15 PUNTI 7 RIMBALZI 9 ASSIST, GASOL 11 PUNTI 16 RIMBALZI 3 ASSIST, NOAH 6 PUNTI 19 RIMBALZI 5 ASSIST.
Milwaukee Bucks: MIDDLETON 22 PUNTI 6 RIMBALZI, CARTER - WILLIAMS 12 PUNTI 5 RIMBALZI 2 ASSIST, HENSON 8 PUNTI 6 RIMBALZI, ANTETOKOUNMPO 6 PUNTI 11 RIMBALZI 4 ASSIST.

Allo United Center è andato in scena il secondo atto della serie fra i Chicago Bulls e i Milwaukee Bucks. Gara 2 che è stata completamente diversa dalla Gara 1. Partita maschia in cui le difese sono state aggressive e spesso entrambe le squadre non sono riusciti ad ottenere tiri facili. La differenze rispetto a Gara 1 la si è potuta vedere soprattutto nel primo quarto in cui i Bucks hanno permesso a Chicago di realizzare solo undici punti nei primi dodici minuti, con un Derrick Rose in grande difficlotà limitato ad uno 0-5 nella prima frazione di gioco. D'altra parte, però, Milwaukee non è riuscita a sfrottuare al meglio la scarsa realizzazione dei Bulls, riuscendo a realizzare appena cinque punti in più degli avversari concludendo il primo quarto in vantaggio sul 16-11. 

Nel secondo quarto partono bene i Bucks e grazie a quattro punti consecutivi di Bayless si portano sul massimo vantaggio della gara di vantaggio di nove lunghezze (20 - 11). Chicago subito risponde con un parziale di 9-0 guidato da Butler e Noah e si porta sul venti pari. Sulla parità nasce un secondo quarto molto combattuto e alla fine di questa frazione di gioco, sono i Bulls che riescono ad andare al riposo lungo in vantaggio di una lunghezza, con il punteggio di 39-38.

Al rientro dagli spogliatoi la partita non cambia. Le due squadre continuano a scambiarsi canestri. Derrick Rose comincia a giocare ai suoi livelli ed anche i Bulls cominciano ad ingranare. Nonostante ciò i Bucks con una difesa rocciosa, riescono sempre a restare in contatto con Chicago, grazie anche ai canestri di Carter - Williams e di Middleton. Una tripla di Aaron Brooks a quaranta secondi dalla fine del terzo quarto porta i Bulls sul più cinque ma un layup di Bayless accorcia le distanze e permette a Milwaukee di chiudere il terzo periodo sotto di soli tre punti.

Nell'ultimo periodo a fare la differenza è il talento e l'esperienza dei Chicago Bulls, ma soprattutto a spostare la gara in direzione Chicago, ci pensa Jimmy Butler. La guardia tutto fare dei Bulls, realizza quattordici dei suoi trentuno punti finali, negli ultimi dodici minuti e provoca l'espulsione di Zaza Pachulia. Inoltre il prodotto da Marquette è andato anche vicino alla doppia doppia, catturando ben nove rimbalzi. A chiudere definitivamente la partita, ci pensa un jumper di Rose che realizza il quindicesimo punto personale e fissa il punteggio sul 91-82 finale.

GAME STATS - In una partita dalle percentuali al tiro bassissime, 38.3% dal campo con il 36.4% da tre per i Chicago Bulls ed il 35.6% dal campo ed un pessimo 23.5% dalla linea dei tre punti per i Milwaukee Bucks, a fare la differenza è stato il dominio a rimbalzo della franchigia dell'Illinois, infatti i Bulls hanno chiuso con sessantaquattro rimbalzi catturati di cui quattordici offensivi, mentre i Bucks sono riusciti a prendere sulo quarantanove rimbalzi e solo nove offensivi. Inoltre trentacinque dei sessantanove rimbalzi di Chicago sono stati catturati dalla coppia Noah - Gasol, diciannove per il francese e sedici per lo spagnolo.