Nba, Embiid ancora sotto i ferri. Phila lo aspetta ma potrebbe star fuori un anno

La terza scelta assoluta dell'Nba Draft 2014 è stato sottoposto al secondo intervento chirurgico nel giro di un anno per ricomporre la frattura da stress all'osso navicolare del piede destro. Il camurenese dovrebbe saltare l'intera stagione 2015-2016.

Nba, Embiid ancora sotto i ferri. Phila lo aspetta ma potrebbe star fuori un anno
Nba, Embiid ancora sotto i ferri. Phila lo aspetta ma potrebbe star fuori un anno

Il ventunenne camurenese Joel Embiid, giocatore dei Philadelphia 76ers e terza scelta assoluta dell'Nba Draft 2014, è stato sottoposto martedì scorso a intervento chirurgico per la riduzione della frattura da stress dell'osso navicolare del piede destro. Per Embiid si tratta della seconda operazione per il medesimo infortunio nell'arco di dodici mesi, dopo che la prima lo aveva costretto a rimanere ai box per l'intera stagione Nba 2014-2015.

Tra i primi a commentare l'esito dell'intervento chirurgico subito da Embiid vi è stato il general manager di Philadelphia Sam Hinkie: "Seguiremo con estremo rigore tutto il periodo di riabilitazione di Joel - le parole di Hinkie riportate da Dei Lynam di CSN Philly - ora ci atterremo alle direttive dello staff medico. Sono convinto che il ragazzo ha davanti a sè una splendida carriera Nba, voglio ringraziare l'equipe di chirurghi che lo ha operato, hanno fatto un lavoro eccezionale, ora tocca a noi fare il nostro".

Prima di Hinkie era stato il responsabile dell'ufficio stampa dei Sixers, Michael Preston, a diramare un comunicato in cui venivano resi noti alcuni dettagli dell'operazione: "Joel Embiid è stato oggi (martedì, ndr) sottoposto ad intervento chirurgico per la riduzione della frattura dell'osso navicolare del piede destro. L'ispezione chirurgica ha evidenziato una buona vascolarizzazione e un'integrità ossea migliore di quanto preventivato. Tutto ciò agevolerò di certo il pieno recupero del ragazzo all'attività agonistica". Quanto ai tempi necessari per rivedere Embiid in campo, lo staff di Philadelphia preferisce non sbilanciarsi, sottolineando invece come la priorità sia allo stato attuale il totale recupero del giocatore dall'infortunio: "Tutti noi siamo molto incoraggiati dai segnali riscontrati durante e dopo l'operazione - si legge nel bollettino dei Sixers - ora l'obiettivo del nostro staff sarà quello di lavorare con Joel per consentirgli di tornare a giocare a basket. A tal fine monitoreremo costantemente i suoi progressi secondo un programma predefinito. Il nostro team lavorerà a stretto contatto con il ragazzo per garantirgli le migliori possibilità di recupero per il raggiugimento dei suoi obiettivi agonistici. Entreremo immediatamente in una prima fase della riabilitazione, nella quale non lavoreremo però sulla zona infortunata. Abbiamo comunque già predisposto una tabella di recupero che crediamo essere la migliore per il raggiungimento di una guarigione completa e definitiva".

Alcuni mezzi di comunicazioni vicini alla franchigia della Pennsylvania hanno tuttavia già riportato alcune voci che trapelano dall'interno dei Sixers, secondo cui sarebbe certo che Embiid sarà costretto a saltare l'intera stagione 2015-2016, rinviando così di un altro anno il suo esordio nella National Basketball Association.