Nba, altra vittoria per i Bulls. Celtics in scioltezza, Wizards al fotofinish

Cronaca e risultati delle prime tre gare della notte Nba.

Nba, altra vittoria per i Bulls. Celtics in scioltezza, Wizards al fotofinish
Nba, altra vittoria per i Bulls. Celtics in scioltezza, Wizards al fotofinish

Nelle prime tre partite della notte Nba, sono i Chicago Bulls di Derrick Rose e Jimmy Butler a rovinare l'esordio di Andrea Bargnani con la nuova maglia dei Brooklyn Nets, vincendo per 115-100 al Barclays Center. La spuntano solo all'ultimo secondo i Washington Wizards di John Wall, in una gara più difficile del previsto sul campo degli Orlando Magic. Tutto facile invece per i Boston Celtics nella prima casalinga contro i Philadelphia 76ers di Jahlil Okafor.

Orlando Magic - Washington Wizards 87-88

E' un finale thrilling quello dell'esordio dell'Amway Center di Orlando tra Magic e Wizards. Dopo tre quarti in altalena, gli ospiti sembrano poter chiudere la pratica grazie ai canestri di Bradley Beal e John Wall, che portano la squadra della capitale federale sul 78-82 a una manciata di minuti dal termine. Ma un gancio di Vucevic e un lay-up di Tobias Harris rimettono il punteggio in parità, prima che il baby Mario Hezonja scagli la tripla del vantaggio Magic per l'85-82. Ancora Harris lancia Orlando sul più sette, ma due liberi di Gortat e un canestro di Porter riavvicinano i Wizards, che a dodici secondi dal gong trovano un gran canestro in corsa di Wall. Sulla successiva rimessa Harris attacca il ferro in penetrazione, ma il suo appoggio entra ed esce. Dopo un consulto arbitrale che stabilisce che non c'è stata alcuna interferenza, la palla ritorna ai Magic, che stavolta cercano Vucevic per l'ultimo tiro, che però non trova il bersaglio. Vince dunque Washington una gara a basso punteggio, e ringrazia i suoi giocatori più rappresentativi, Beal e Wall, mentre Orlando può consolarsi per la prova di squadra e le prestazioni personali dei giovani Payton, Gordon e Hezonja.

Orlando Magic (0-1). Punti: Oladipo 17, Harris 15, Gordon 12, Payton e Hezonja 11, Vucevic 10. Rimbalzi: Oladipo 11, Payton 10. Assist: Payton 8.

Washington Wizards (1-0). Punti: Beal 24, Wall 22, Humphries 11, Gortat 10. Rimbalzi: Porter e Gortat 8. Assist: Wall 6.

Boston Celtics - Philadelphia 76ers 112-95

L'esordio nel basket Nba di Jahlil Okafor è di tutto rispetto, con una prova da 26 punti e 7 rimbalzi, ma non basta a Philadelphia per evitare la sconfitta a Boston contro i Celtics. Per gli uomini di Brad Stevens grande protagonista dalla panchina è Isaiah Thomas, che mette a segno 27 punti in ventinove minuti di gioco. Dopo un primo quarto in cui i Sixers restano in partita, i Celtics cambiano marcia nei secondi dodici minuti, grazie ai canestri dei vari Turner, Johnson e Crowder. Ancora Sullinger e Thomas spingono sull'acceleratore alla ripresa delle operazioni, prima che Smart e Jerebko chiudano i conti a cavallo tra terzo e quarto quarto portando il vantaggio in doppia cifra. Per Philadelphia da registrare la doppia doppia di Nerlens Noel (14 punti e 12 rimbalzi per lui).

Boston Celtics (1-0). Punti: Thomas 27, Johnson 15, Crowder 14, Smart 13, Sullinger 12. Rimbalzi: Johnson e Sullinger 7. Assist: Thomas 7.

Philadelphia 76ers (0-1). Punti: Okafor 26, Canaan 18, Noel 14, Sampson 13. Rimbalzi: Noel 12. Assist: McConnell 4.

Brooklyn Nets - Chicago Bulls 100-115

Parte dalla panchina Andrea Bargnani nella sua prima esibizione in maglia Nets contro i Chicago Bulls reduci dalla vittoria della sera precedente sui Cleveland Cavs. L'inizio di gara è tutto degli ospiti, che costruiscono subito un vantaggio in doppia cifra grazie alla buona vena realizzativa di Jimmy Butler, Derrick Rose e di un sontuoso Nikola Mirotic. Dalla panchina Bargnani prova a scuotere Brooklyn con sei punti in pochi minuti, e Brook Lopez e Thaddeus Young rispondono a Pau Gasol e alla second unit di Fred Hoiberg. Dopo l'intervallo lungo Chicago scappa via con due triple di Snell, prima che Mirotic cominci il suo personalissimo show. I Bulls toccano il più diciannove a fine terzo quarto con una tripla di Brooks (65-84) e ai Nets non basta un gran quarto periodo del Mago per rimontare gli avversari. Appena Brooklyn si riavvicina sul meno sei, è Rose, seguito da Butler e Mirotic, a chiudere i conti per Chicago, che mostra un attacco scintillante cui contribuiscono dalla panchina Doug McDermott e Aaron Brooks.

Brooklyn Nets (0-1). Punti: Lopez 26, Bargnani 17, Young 12, Johnson 10. Rimbalzi: Johnson 10. Assist: Larkin 8.

Chicago Bulls (2-0). Punti: Butler 24, Mirotic 18, Gasol 16, Rose 15, Brooks 12, Snell 10. Rimbalzi: Mirotic e Gasol 9. Assist: Butler 6.