Nba, Nuggets ok in trasferta. Harden non basta a Houston contro i Kings

Serata Nba positiva per Danilo Gallinari e Marco Belinelli, che contribuiscono ai successi di Denver e Sacramento contro Timberwolves e Rockets.

Nba, Nuggets ok in trasferta. Harden non basta a Houston contro i Kings
Nba, Nuggets ok in trasferta. Harden non basta a Houston contro i Kings

Seconda vittoria consecutiva in back to back per i Denver Nuggets di Danilo Gallinari che, grazie a un secondo quarto esplosivo, espugnano il Target Center di Minneapolis contro i T-Wolves dei giovani Wiggins e Towns. Perde invece ancora Houston, sconfitta nettamente a Sacramento dai Kings di Marco Belinelli, che non soffrono più di tanto l'assenza di Rajon Rondo, sospeso per una partita dall'Nba dopo le offese omofobe all'arbitro Bill Kennedy.

Minnesota Timberwolves - Denver Nuggets 100-112

Non c'è il rookie Emmanuel Mudiay nel quintetto iniziale di coach Malone, infortunato e rimpiazzato dal veterano Jameer Nelson. Faried e Lauvergne cominciano immediatamente a duellare con Garnett e Towns, con il francese che trova addirittura una tripla per il 12-15 a metà primo quarto. E' quindi Andrew Wiggins, insieme a Ricky Rubio, a prendersi la scena per l'attacco dei padroni di casa, mentre entrano in campo i panchinari delle due squadre, con LaVine e Bjelica per i T-Wolves e Arthur e Barton per gli ospiti a restituirsi tiri e canestri (24-27 alla prima pausa). LaVine segna nove punti consecutivi a inizio secondo periodo, ma è l'ex di serata Randy Foye a trovare tre triple importanti per il primo allungo deciso dei Nuggets (37-46). Towns e Wiggins tentano senza successo di riportare Minnesota a contatto, Foye prosegue nella sua prestazione balistica d'autore, Barton vola e schiaccia in contropiede e si va così negli spogliatoi sul punteggio di 49-63. Dopo l'intervallo lungo entrambe le squadre si ripresentano bene in attacco, con Gallinari, Faried e Lauvergne a rispondere alle accelerazioni di Wiggins e Rubio (62-75). Karl-Anthony Towns sale improvvisamente di colpi ed è il Gallo a dover spegnere il fuoco della rimonta dei padroni di casa, che ritrovano il solito, elettrico, LaVine (76-87). Due giocate di Barton chiudono e aprono terzo e quarto quarto, mentre le percentuali dal campo scendono per entrambe le squadre. Se ne avvantaggiano i Nuggets, che tengono a distanza gli avversari grazie a sette punti in due minuti di Nelson (107-91), condannando Minnesota all'ennesima sconfitta casalinga di questa regular season.

Minnesota Timberwolves (9-15). Punti: Wiggins 23, LaVine 20, Towns 18, Rubio 13. Rimbalzi: Dieng 9. Assist: Rubio 9.

Denver Nuggets (11-14). Punti: Faried e Foye 19, Gallinari 15, Barton 14, Lauvergne 11, Nelson 10. Rimbalzi: Faried 10. Assist: Gallinari e Barton 5.

Sacramento Kings - Houston Rockets 107-97 

Torna in quintetto il lituano Motiejunas accanto a Dwight Howard per i Rockets, mentre George Karl schiera Collison per lo squalificato Rondo. I Kings partono immediatamente forte, con un parziale di 11-2 che obbliga J.B. Bickerstaff al time-out. Harden e Terry svegliano i texani, Cousins segna anche da tre e nel finale di primo quarto è Corey Brewer a pareggiare i conti sul 31 pari. Casspi e Koufos accelerano nuovamente per Sacramento, con Beverley e Ariza a tenere a galla una Houston impresentabile nella metà campo difensiva. Il primo allungo dei Kings è chiuso da Collison e McLemore, che scavano un solco di distanza in doppia cifra (53-42) a quattro minuti dall'intervallo lungo, prima che il solito James Harden si carichi i Rockets sulle spalle per accorciare sul 50-57 con il quale si va negli spogliatoi. Un Collison scatenato si alterna con DeMarcus Cousins nel ruolo di protagonista della serata dei californiani, avanti di 15 lunghezze (73-58) a inizio terzo quarto. La rimonta solitaria di Harden è però rintuzzata dall'efficacia offensiva di Casspi, sempre più a suo agio nel condividere con Rudy Gay il ruolo di quattro tattico (84-74 quando comincia il periodo decisivo). Finalmente si iscrive alla gara anche Marco Belinelli, a segno con tre triple consecutive che rilanciano Sacramento (93-78), con Harden e Ariza che però non vogliono saperne di arrendersi (102-94 a tre minuti dal termine). E' però Gay, con una schiacciata da highlights, a chiudere i conti per i padroni di casa, costringendo Bickerstaff e i suoi a riconoscere la seconda sconfitta consecutiva dopo quella della notte precedente a Denver.

Sacramento Kings (10-15). Punti: Cousins 26, Casspi 19, Gay 17, Collison 14. Rimbalzi: Gay 13, Cousins 12. Assist: Collison 13.

Houston Rockets (12-14). Punti: Harden 33, Beverley e Terry 14, Ariza e Brewer 10. Rimbalzi: Capela 9. Assist: Harden 6.