Nba, Butler eroe dei Bulls contro Indiana. Vincono Toronto e Minnesota

Una prova maestosa di Jimmy Butler decide al supplementare la sfida tra Chicago e Indiana. DeRozan guida i Raptors al successo su Washington, mentre Rubio e Towns battono i Jazz in piena emergenza infortuni.

Nba, Butler eroe dei Bulls contro Indiana. Vincono Toronto e Minnesota
Nba, Butler eroe dei Bulls contro Indiana. Vincono Toronto e Minnesota

In assenza di Derrick Rose, è Jimmy Butler l'uomo copertina della notte dei Chicago Bulls, che faticano ma la spuntano al supplementare contro gli Indiana Pacers. Il giocatore di Hoiberg è decisivo prima nel forzare l'overtime allo United Center, poi nel segnare il canestro della vittoria a un secondo dalla fine e a difenderlo con una gran stoppata su Paul George. Sempre nella Eastern Conference, i Toronto Raptors di un DeMar DeRozan da 34 punti battono in volata i Washington Wizards di John Wall, mentre ad Ovest gli Utah Jazz falcidiati dagli infortuni cadono a Minneapolis contro i Timberwolves di Towns e Rubio.

Toronto Raptors - Washington Wizards 94-91

Per la prima volta dal 28 ottobre i Raptors schierano il loro quintetto titolare, con Valanciunas e Carroll al rientro dai rispettivi infortuni, mentre per Washington è ancora fuori causa Bradley Beal. Un inizio scoppiettante vede le due squadre andare a segno con continuità, con Wall e DeRozan a duellare a suon di canestri, prima che il quarto d'apertura sia chiuso da una tripla di Porter per il 28-27. Le percentuali dal campo si abbassano notevolmente nel secondo periodo, quando subiscono un primo parziale che li porta sotto di sette lunghezze (39-32) dopo un tiro da fuori di uno scatenato DeRozan. Dudley, Wall e Gortat provano a svegliare gli ospiti, ma è ancora il numero dieci di coach Casey a mantenere le distanze invariate all'intervallo lungo (52-41), mentre Lowry si accende a corrente alternata. Nel terzo quarto i Wizards rientrano prepotentemente in partita con Wall e Porter (54-52), ma il solito DeRozan, coadiuvato da un buon Terrence Ross dalla panchina, riaccelera per Toronto, con il punteggio all'ultima pausa che segna 77-65 per i padroni di casa. Quando la gara sembra finita (90-81 a tre minuti dalla fine), Washington ha un sussulto di rabbia e orgoglio e si riporta addirittura a una lunghezze di distanza con una tripla dall'angolo di Jared Dudley a 39 secondi dal gong (92-91). Dalla lunetta Lowry fa due sue due, mentre nell'ultimo possesso John Wall affretta il tiro del possibile pareggio: sul rimbalzo di Sessions, è Porter a trovare nuovamente il ferro, con Wall che riprova nella confusione finale, ma il suo ultimo tentativo viene stoppato da Carroll.

Toronto Raptors (20-13). Punti: DeRozan 34, Ross 14, Biyombo 12, Lowry 11. Rimbalzi: Biyombo 12. Assist: Lowry 6.

Washington Wizards (14-16). Punti: Porter 20, Wall 19, Dudley 17, Gortat 12, Sessions 11. Rimbalzi: Porter e Gortat 9. Assist: Wall 11.

Chicago Bulls - Indiana Pacers 102-100 (OT)

Non c'è Derrick Rose, alle prese con noie muscolari, nella sfida dello United Center tra Bulls e Pacers. Hoiberg schiera dunque in quintetto Hinrich, con Mirotic, Gibson e Gasol nel frontcourt. L'avvio sorride agli ospiti, avanti 8-12 prima del giro di cambi, che premiano Chicago grazie all'energia di Bobby Portis e Aaron Brooks (21 pari alla fine del primo quarto). Ancora il duo di giovanissimi Portis-McDermott si prende la scena all'inizio del secondo periodo, ma Myles Turner e Rodney Stuckey replicano per coach Vogel. Uno scatenato Aaron Brooks lancia i Bulls sul 50-40 al rientro negli spogliatoi, prendendo stabilmente il posto di Hinrich come playmaker nei momenti che contano. Butler e Gasol ampliano il vantaggio a quattordici lunghezze, prima che George Hill guidi la rimonta di Indiana, addirittura al sorpasso sul 58-59 con Stuckey. I soliti Butler, Portis e Brooks chiudono bene il terzo quarto per i padroni di casa (66-62), ma gli ultimi dieci minuti sono punto a punto. Paul George non riesce mai ad entrare davvero in partita, marcato alla grande da Butler, ma due sue triple dal nulla sembrano premiare i Pacers a cinque minuti dalla fine dei regolamentari (75-82). E' qui che Jimmy Butler si scatena, segnando canestri a ripetizione e la tripla dell'89 pari a 35 secondi dalla sirena. Ellis riporta avanti Indiana, ma ancora Butler risponde di forza mandando tutti all'overtime, anche perchè l'ex giocatore di Dallas e Milwaukee sbaglia il tiro della vittoria per gli ospiti. Il supplementare è vibrante, con Ellis che trova un'altra tripla per la parità a quota 100 a 3.7 secondi dal gong. Hoiberg disegna una bella rimessa, con Gasol che alza per Butler che riesce ad appoggiare per il nuovo vantaggio Bulls. Vogel risponde con uno schema simile, che prevede George al ferro, ma il tap-in volante del numero 13 di Indiana viene stoppato da un infinito Jimmy Butler, vero eroe dell'incontro dello United Center.

Chicago Bulls (18-12). Punti: Brooks 29, Butler 28, Portis 16, Gasol 13. Rimbalzi: Gibson 14, Gasol 11. Assist: Brooks 5.

Indiana Pacers (18-13). Punti: G. Hill 20, George 19, Ellis e Stuckey 13, Allen 10. Rimbalzi: Allen 12. Assist: Ellis 5.

Minnesota Timberwolves - Utah Jazz 94-80

L'emergenza infortuni danneggia i Jazz, k.o. al Target Center di Minneapolis contro i T-Wolves di un Towns da 25 punti e 10 rimbalzi e un Ricky Rubio da ben 17 assist. La gara si preannuncia subito a basso punteggio, come da consuetudine degli ospiti, che però non riescono a trovare ritmo in attacco, segnando solo 13 punti nei primi quindici minuti di gioco (23-13 dopo due canestri dalla panchina di LaVine e Tyus Jones). Il vantaggio dei T-Wolves diventa di dodici lunghezze (31-19) grazie a Towns e Muhammad, e Utah deve ringraziare il rookie Lyles, a segno da tre alla fine del primo tempo, per essere ancora in partita all'intervallo lungo (38-31). Minnesota riaccelera a piacimento con le giocate di Rubio e Wiggins, Dieng mette addirittura a bersaglio un'insolita tripla per il 55-42, ma ancora una volta il finale di quarto sorride ai Jazz, che si rifanno sotto con Hayward e Burke (62-52). Proprio il play che parte dalla panchina di Snyder guida i suoi verso una difficile rimonta, seguito da Whitey, Booker e Hood, ma gli ospiti riescono solo a riportarsi sul - 6 (82-76), anche perchè dall'altra parte Towns domina nel pitturato. Rubio chiude la sua collezione di assist trovando Prince per il canestro della sicurezza, per poi mettersi in proprio da tre e chiudere i conti per Minnesota.

Minnesota Timberwolves (12-20). Punti: Towns 25, Wiggins 17, Dieng 12, Rubio 10. Rimbalzi: Towns 10. Assist: Rubio 17.

Utah Jazz (13-17). Punti: Burke 23, Hayward 14, Withey 13. Rimbalzi: Booker 15. Assist: Burke 4