NBA: colpi esterni per San Antonio, Sacramento e Memphis

Gli Spurs si confermano solidissimi anche senza Parker e vincono a Milwaukee. Cousins e Belinelli trascinano i Kings contro i Thunder privi di Durant. Gara a basso punteggio per i Grizzlies che espugnano il parquet di Portland.

NBA: colpi esterni per San Antonio, Sacramento e Memphis
NBA: colpi esterni per San Antonio, Sacramento e Memphis

Notte di grandi sfide in NBA, tra contender nella Western Conference. San Antonio Spurs letteralmente dominanti sul parquet dei Milwaukee Bucks, grande serata per Marco Belinelli e i suoi Sacramento Kings che espugnano il campo degli Oklahoma City Thunder, mentre in una gara dai punteggi bassi i Memphis Grizzlies hanno la meglio, anch'essi a domicilio, contro i Portland Trail Blazers.

MILWAUKEE BUCKS-SAN ANTONIO SPURS 98-123

Prestazione ai limiti della perfezione per i San Antonio Spurs, i quali sfoderano grandi percentuali nella notte in cui arriva la larga vittoria ai danni dei Milwaukee Bucks, i quali a propria volta si confermano ancora squadra in cerca di autore. Continua la ampia gestione del roster da parte di coach Popovych, il quale era fresco di conquista del titolo di Coach of the Month a dicembre e ha continuato a non tenere i propri big in campo per più di mezz'ora. L'assenza di Tony Parker non ha pesato nell'economia di una squadra che ha mandato ben sette giocatori in doppia cifra, con Kawhi Leonard ancora a vestire i panni del matttore: 24 punti con tre soli errori al tiro per il numero 2 degli Spurs, mentre dalla panchina esce un insospettabile Jonathan Simmons da 18 punti in 20 minuti. Buona la prova del tandem Aldridge-Duncan, che combina 30 punti e 21 rimbalzi demolendo, di fatto, i lunghi dei Bucks. A proposito dei padroni di casa, tutto il quintetto di partenza da in doppia cifra ma arrivano pochissimi dividendi dalla panchina, che confeziona appena 23 punti contro i 56 dei texani.

Milwaukee Bucks - Punti: Middleton 19, Carter-Williams 16, Monroe 15. Rimbalzi: Monroe e Parker 8. Assist: Carter-Williams 6, Middleton 4.

San Antonio Spurs - Punti: Leonard 24, Simmons 18, Aldridge 16. Rimbalzi: Aldridge 11, Duncan 10. Assist: Ginobili 7, Mills 5.

OKLAHOMA CITY THUNDER-SACRAMENTO KINGS 104-116

Blitz esterno di un certo spessore per i Sacramento Kings, che espugnano la Chesapeake Energy Arena e ottengono una grande vittoria contro gli Oklahoma City Thunder, certamente una delle squadre più in forma in circolazione, anche a causa della fresca nomina in tandem di Durant e Westbrook come giocatori della settimana a Ovest. Inizio della gara ad alti punteggi da entrambe le parti, con un 68-66 in favore di Sacramento al termine del secondo periodo che sembrava promettere scintille fino alla fine. Invece i Thunder hanno pagato oltremodo l'assenza per infortunio di Kevin Durant, sfoderando un secondo tempo da appena 38 punti e lasciando Westbrook da solo nella morsa della difesa dei Kings, che una volta tanto è risultata efficace. E dall'altra parte, c'è stato un DeMarcus Cousins travolgente, con 33 punti e 19 rimbalzi che di fatto consegnano la partita nelle mani della formazione di coach Karl. Grande serata anche per Marco Belinelli, al quale vengono finalmente dati minuti importanti e che ricambia la fiducia del suo allenatore: 21 punti in 34 minuti di impiego, e ancora una serata oltre il ventello, approfittando anche dell'assenza di Casspi. Dall'altra parte, 25 punti per un Serge Ibaka costretto agli straordinari, mentre Anthony Morrow chiude a quota 20 e Westbrook delude, con 17 punti realizzati con un pessimo 6/23 dal campo.

Oklahoma City Thunder - Punti: Ibaka 25, Morrow 20, Westbrook 17. Rimbalzi: Adams 10, Westbrook 8, Ibaka 7. Assist: Westbrook 15.

Sacramento Kings - Punti: Cousins 33, Belinelli 21, Gay 16. Rimbalzi: Cousins 19, Rondo 9. Assist: Rondo 19.

PORTLAND TRAIL BLAZERS-MEMPHIS GRIZZLIES 78-91

Al termine di una partita dai punteggi bassi e dalle percentuali ancor più basse, i Memphis Grizzlies riescono a espugnare il Moda Center e a sconfiggere i Portland Trail Blazers. Alla formazione di coach Joerger è bastato tirare con il 38,9% dal campo per avere la meglio, in un match in cui è stato necessario, e al tempo stesso decisivo, gestire sul piano fisico e del minutaccio Zach Randolph: Z-Bo è partito dalla panchina, e in poco più di mezz'ora di impiego ha firmato 26 punti e ha catturato 18 rimbalzi, provvedendo anche a sistemare una serata tutt'altro che esaltante delle altre stelle dei Grizzlies: 3/12 dal campo e 7 punti totali per Marc Gasol, 3/13 totale per un totale di 9 punti per Mike Conley, mentre Mario Chalmers si rivela ancora una volta decisivo, smazzando sei assist in uscita dalla panchina. In casa Trail Blazers, serata al di sotto di quelle precedenti per C.J. McCollum, il quale chiude con 16 punti ma con un poco rassicurante 6/18 dal campo. Anche Damian Lillard vive una pessima serata, con 17 punti realizzati ma con una percentuale bassissima dal campo (4/14, 2/10 da tre punti). Decisive, ai fini della sconfitta, anche le 21 palle perse.

Portland Trail Blazers - Punti: Lillard 17, McCollum 16, Aminu 15. Rimbalzi: Aminu 14, Vonleh e Crabbe 6. Assist: Lillard 7.

Memphis Grizzlies - Punti: Randolph 26, Lee 16. Rimbalzi: Randolph 18, Gasol, Green e Barnes 6. Assist: Chalmers 6, Conley 4.