Nba, Chicago suona la quinta contro i Bucks (117-106)

58 punti in due della coppia Butler-Gasol valgono la quinta vittoria consecutiva per i Bulls, che stendono Milwaukee allo United Center. Positivo il rientro in campo di Derrick Rose, autore di una prova da 16 punti e 6 assist.

Nba, Chicago suona la quinta contro i Bucks (117-106)
Nba, Chicago suona la quinta contro i Bucks (117-106)

Una buona prova di squadra consente ai Chicago Bulls di Jimmy Butler (32 punti e 10 assist) e di Pau Gasol (26 punti e 11 rimbalzi) di trovare la quinta vittoria consecutiva battendo allo United Center i Milwaukee Bucks. Per i padroni di casa da registrare il rientro in campo di Derrick Rose, apparso in discrete condizioni, e l'ottima serata al tiro di Nikola Mirotic, mentre per la squadra del Wisconsin si tratta dell'ennesima sconfitta di una stagione sinora ben al di sotto delle attese.

Si rivede Derrick Rose in campo a Chicago contro i Bucks. Il playmaker di Hoiberg rientra dopo che gli esami cui si è sottoposto al ginocchio destro hanno dato esito positivo. C'è ancora Mirotic a completare il frontcourt con Gasol e Gibson, con Jimmy Butler confermatissimo come guardia. Joe Prunty (interim coach per l'assenza di Jason Kidd) si affida al solito quintetto di Milwaukee, composto da Carter-Williams, Middleton, Parker, Antetokounmpo e Monroe. Un primo parziale di 10-0 griffato Taj Gibson costringe gli ospiti al time-out, ma sono comunque i Bulls a trovare con facilità il canestro con un sontuoso Pau Gasol e un Mirotic particolarmente ispirato. Dall'altra parte il solo Middleton sembra poter produrre punti, mentre gli altri giocatori dei Bucks vanno a sbattere contro il ferro avversario, peraltro ben difeso da Gibson e Gasol. Un paio di guizzi di Rose accendono lo United Center, Butler comincia a segnare con enorme facilità prima del giro di cambi che vede protagonista Tony Snell, più aggressivo rispetto all'inizio di stagione (38-26 alla fine del primo quarto). Anche Bobby Portis e Kirk Hinrich hanno un buon impatto dalla panchina di Hoiberg, mentre Mayo e O'Bryant sparano a salve. Antentokounmpo è costantemente battezzato al tiro e così Milwaukee si affida a un paio di movimenti di potenza di Monroe per rimanere agganciata alla partita, con Carter-Williams in buona serata. Appena gli ospiti si avvicinano nel punteggio, sono Butler e Gasol (anche due triple nella gara del catalano) ad accelerare nuovamente per Chicago, che chiude il primo tempo avanti 67-61.

I padroni di casa controllano il ritmo anche al rientro dagli spogliatoi. Rose non trova continuità con il suo jumper, ma è efficace in penetrazione, una tripla di Butler e una gran schiacciata di Mirotic valgono l'86-76 a metà terzo quarto, prima che sia Antetokoumpo a riportare i suoi sul -1 (90-89) dopo un parziale firmato Henson e Middleton. Qui sono ancora Pau Gasol e Jimmy Butler ad allungare l'elastico della partita a favore di Chicago. Il catalano è praticamente perfetto sui due lati del campo, mentre il numero ventuno accelera a piacimento, sfruttando anche una buona intesa con un Rose più deciso del consueto. Proprio un tiro appoggiato al tabellone dell'Mvp della stagione 2012 ridà dieci lunghezze di vantaggio ai Bulls a metà del quarto periodo, nonostante Carter-Williams e Jabari Parker provino con qualche guizzo a tenere a galla una Milwaukee che alla lunga va però a sbattere contro i lunghi dei padroni di casa, con Gibson e Gasol a stoppare in sequenza i vari Monroe, Henson e Antetokounmpo. Cinque punti consecutivi di Pau chiudono la partita per i padroni di casa, in vantaggio dall'inizio alla fine, con Hoiberg che ottiene risposte positive da tutto il suo roster, in attesa di impegni più probanti. Sempre più giù invece i Bucks, che pagano le difficoltà al tiro perimetrale e un attacco troppo statico per gli standard dell'Nba attuale.

Chicago Bulls (22-12). Punti: Butler 32, Gasol 26, Rose 16, Mirotic 14, Gibson 11. Rimbalzi: Gibson 14, Gasol 11. Assist: Butler 10.

Milwaukee Bucks (14-24). Punti: Middleton 26, Carter-Williams 20, Antetokounmpo 18, Monroe 13, Parker 11. Rimbalzi: Monroe 12. Assist: Carter-Williams 12.