NBA, Cleveland si diverte e passa a Washington: Wizards KO 121-115

34 punti di Lebron James, 32 di Kyrie Irving e 25 di JR Smith condannano gli  Wizards, abbandonati da un John Wall anonimo per buona parte del match ed alla seconda sconfitta consecutiva che li allontana sempre di più dalla zona playoff.

NBA, Cleveland si diverte e passa a Washington: Wizards KO 121-115
NBA, Cleveland si diverte e passa a Washington; Wizards KO 121-115.
Washington Wizards
115 121
Cleveland Cavaliers

Dopo la vittoria inaspettata degli Wizards il 1° dicembre a Cleveland, le due squadre si ritrovano da avversarie al Verizon Centre di Washington. Coach Randy Wittman può contare anche su Nenè dopo oltre un mese di assenza causa infortunio e su Gary Neal, rientrante dopo aver saltato gli ultimi 5 match, ma non a Bradley Beal ancora assente, mentre Blatt si affida al solito quintetto con Irving titolare ormai pienamente recuperato.

L'inizio della partita non è esaltante: Cleveland nei primi 12 minuti non confeziona neanche un assist e corregge le basse percentuali dal campo grazie a 7 rimbalzi offensivi (4 di Love); Washington distribuisce i punti in attacco in modo equilibrato e chiude in vantaggio 26-24. Nel secondo quarto i Cavs iniziano a giocare, recuperano lo svantaggio con due schiacciate di Tristan Thompson e spediscono gli avversari a 7 lunghezze di distanza con un caldissimo JR Smith assistito dal solito James. Un quarto deludente per gli Wizards che esagerano in palle perse (6 solo di Wall) e non trovano la via del canestro; il primo tempo si conclude 62-50 in favore dei Cavaliers forti dei 31 punti combinati da Lebron e JR, dall'altra parte pochi i 10 di Gortat e solo 2 per John Wall con 1/9 al tiro.

La ripresa inizia in pieno stile regoular season, ovvero senza difendere: James spara consecutivamente 4 triple nei primi 3 minuti per rispondere a quelle di Wall, Porter e Dudley portando i Cavs a +17. Dall'altro lato Otto Porter Jr. tiene a galla la squadra con 9 punti in 6 minuti; negli ultimi minuti torna in campo Temple e i suoi due tiri da tre punti danno fiducia agli Wizards che si portano fino a -4 a 2 minuti dalla fine del quarto. Il finale però è marcato da JR Smith con due buzzer beater, il primo sulla sirena dei 24 secondi e poi su quella della fine del terzo periodo; Cleveland avanti 95-89. Dalla panchina escono Sessions e Neal che pareggiano subito a 95; immediata la reazione di Cleveland che, complici due fischi arbitrali a loro favorevoli molto discutibili, si riporta avanti 105-95 con un parziale di 10-0 firmato solo da Irving. Gli ultimi minuti servono solo come passerella per Kyrie e Lebron che danno spettacolo e portano i Cavs alla quinta vittoria consecutiva battendo Washington 121-115.

La rincorsa degli Wizards ai playoff si fa sempre più dura e, benchè sia ancora a portata di mano, è evidente che l'assenza di Bradley Beal pesa soprattutto sul fronte offensivo dove John Wall non riesce sempre ad incidere; per coach Wittman c'è ancora da lavorare. Cleveland invece consolida la sua vetta solitaria in testa alla Eastern Conference e, con un gioco offensivo a sprazzi eccellente( ma una difesa ancora con diverse lacune), e il rientro di Irving può sperare in vista playoff, di giocarsela con tutti, infortuni permettendo..

Wahington Wizards. Punti: Temple 21, Wall 20, Neal 13, Gortat 12, Dudley 12, Porter 12. Rimbalzi: Porter 7. Assist: Wall 12

Cleveland Cavaliers. Punti: James 34, Irving 32, Smith 25, T. Thompson 12. Rimbalzi: James 10, Love 9. Assist: James 4, Dellavedova 4.