Nba, Utah batte gli Hornets. Klay Thompson da urlo contro Dallas

45 punti del numero undici dei Warriors consentono agli uomini di Kerr di sbarazzarsi dei Dallas Mavericks, orfani di Nowitzki lasciato a riposo. Importante successo interno anche per i Jazz, che stendono senza troppe difficoltà Charlotte.

Nba, Utah batte gli Hornets. Klay Thompson da urlo contro Dallas
Nba, Utah batte gli Hornets. Klay Thompson da urlo contro Dallas

Nella gara della Oracle Arena contro i Dallas Mavericks privi di Dirk Nowitzki, è Klay Thompson a sfoderare una prestazione da annali (45 punti, 14/20 al tiro) per gli inarrestabili Golden State Warriors. Vittoria importante in chiave playoff per gli Utah Jazz di coach Snyder a Salt Lake City contro degli Charlotte Hornets falcidiati dagli infortuni. 

Utah Jazz - Charlotte Hornets 102-73

Rientra Nicolas Batum per Steve Clifford nella trasferta sul campo dei Jazz a Salt Lake City, ma gli Hornets perdono Jeremy Lin durante la gara per una distorsione alla caviglia. Hood e Hayward portano subito avanti i padroni di casa sul 9-2, ma il controparziale firmato Walker e Batum vale l'11-14 a tre minuti dalla fine di un primo quarto a bassissimo punteggio, chiuso poi sul 18 pari dopo i canestri del solito Hayward e di un Derrick Favors ancora a mezzo servizio. Charlotte perde svariati palloni consecutivi dopo la prima pausa, consentendo ai Jazz di volare sul 38-22, anche grazie all'impatto dalla panchina di Trevor Booker. Hawes e Walker provano a far rientrare gli ospiti prima dell'intervallo lungo, ma ancora Gordon Hayward e Rodney Hood vanno a segno per il 43-31 in favore della squadra di Quin Snyder. Gli Hornets si riavvicinano all'inizio del terzo quarto con Batum e Marvin Williams, prima di crollare sotto i colpi di Hood e Burke, a segno dall'arco per il 66-47 a due minuti e mezzo dalla fine del periodo. Jeremy Lin va k.o. per problemi alla caviglia e Favors comincia a prendere ritmo contro il lunghi avversari (72-51). Clifford decide così di risparmiare i suoi titolari, lanciano in campo Daniels e Roberts, riconoscendo una sconfitta che si fa pesante nel finale, anche perchè le riserve di Utah non si fermano e chiudono la gara con uno scarto favorevole di ventinove lunghezze. 

Utah Jazz (20-25). Punti: Hood 24, Hayward 22, Favors 12, Burke 11, Johnson 10. Rimbalzi: Gobert 12. Assist: Hayward 5. 

Charlotte Hornets (22-24). Punti: Walker 15, Roberts 13. Rimbalzi: Batum 10. Assist: Batum e Hawes 2

Golden State Warriors - Dallas Mavericks 127-107 

Rick Carsisle lascia a riposo Dirk Nowitzki nella trasferta in back to back contro i campioni in carica a Oakland, schierando Chandler Parsons da numero quattro vicino a Mejri, con Felton che affianca Deron Williams in cabina di regia. L'inizio è uno show assoluto di Klay Thompson: il gemello di Curry segna dodici punti in cinque minuti per il 18-6 Warriors, Barbosa e Speights impattano bene dalla panchina e per i ragazzi di Steve Kerr il tabellone indica il punteggio di 32-22 con cui si chiude il primo quarto. Parsons, Powell e Barea tentano di tenere in scia i Mavs, anche perchè Curry è meno preciso al tiro rispetto alle sue abitudini (46-44 a metà del secondo periodo), ma il rientro in campo di Thompson coincide con una nuova ondata di Golden State, avanti 56-48 all'intervallo lungo. Alla ripresa delle operazioni si assiste a una sparatoria da tre punti, con Parsons, Felton e Williams a replicare alla premiata ditta Curry&Thompson (71-67). Anche Draymond Green si iscrive al festival del tiro dall'arco, con Iguodala e Rush che allungano per il 95-77 con cui si chiude un tipico terzo quarto dei Warriors, devastanti in attacco. Il cuore di Felton e Barea non basta a Dallas per rientrare pienamente in partita (101-88 all'inizio del periodo conclusivo) perchè intanto Klay Thompson prosegue nel suo personalissimo show, fatto di fade away, canestri al ferro e da tre, che costringono Carsisle ad alzare bandiera bianca sul 119-99 a tre minuti dalla sirena. 

Golden State Warriors (42-4). Punti: Thompson 45, Curry 14, Barnes 13, Green 10. Rimbalzi: Bogut 9. Assist: Curry 9

Dallas Mavericks (26-22). Punti: Parsons 23, Barea 14, Felton e Williams 12, Powell 11. Rimbalzi: Parsons 7. Assist: Barea 5.