NBA, a Oklahoma City non c'è partita: i Cavaliers annientano i Thunder 115-92

Buona prestazione di squadra per Cleveland che batte senza incontrare resistenza i Thunder di Westbrook (altra tripla doppia sfiorata) e Durant, in striscia negativa dopo il periodo di riposo post All Star Game.

NBA, a Oklahoma City non c'è partita: i Cavaliers annientano i Thunder 115-92
NBA, a Oklahoma non c'è partita: i Cavaliers annientano i Thunder 115-92.

Il big match della domenica sera NBA vede contrapposte due delle squadre più attese della stagione. I padroni di casa, i Thunder, vengono da una sconfitta interna subita negli ultimi possessi contro Indiana; meglio i Cavaliers che cercano la quinta vittoria consecutiva dopo aver battuto i Bulls di Derrick Rose, che arriva puntuale e nettamente, con un rotondo 115-92.

Inizio di partita equilibratissimo con OKC che prova subito a spingere sull'acceleratore: in fase realizzativa fondamentale l'apporto Steven Adams servito perfettamente da Westbrook, nella sua solita veste di assist-man. Non altrettanto bene però in difesa e i Cavs non fanno sconti chiudendo il quarto sotto di un punto (28-27). Seconda frazione di gioco che vede innanzitutto l'uscita anticipata dalla partita di Irving per mal di stomaco (non rientrerà in campo); Lebron però non si spaventa, prende la squadra sulle spalle e conduce Cleveland in vantaggio. I Thunder non riescono a recuperare e il primo tempo finisce 62-53 per gli ospiti.

Nonostante un inizio di ripresa favorevole ai padroni di casa, due triple di JR Smith e la compattezza offensiva di James aumentano il parziale fino a oltre 20 punti. I problemi di Oklahoma non trovano soluzioni nè tra i titolari (brutta prestazione di Waiters) nè tra le seconde linee (tra le quali non splende il neo acquisto Foye), neanche la spinta di un pubblico molto acceso può far niente e il terzo quarto si chiude sul 95-73. Ultimo periodo che non concede nessuna sorpresa: i Cavaliers controllano il risultato e portano a casa un'altra vittoria per 115-92.

Seconda sconfitta consecutiva per OKC che rientra dalla pausa per l'All Star Game con poca convinzione e un gioco prevedibile, al momento troppo discontinui per poter ambire ad essere una contender. I Cavs passano senza problemi trovando la quinta vittoria consecutiva e un dominio sempre più incontrastato nella Conference.

Cleveland Cavaliers. Punti: Love 29, James 25, Jefferson 15, Smith 15, Thompson 14, Mozgov 11.Rimbalzi: Thompson 14, Love 11, James 7.Assist: James 11, Dellavedova 7, Love 4.

Oklahoma City Thunder. Punti: Durant 26, Westbrook 20, Ibaka 12, Adams 9. Rimbalzi: Westbrook 9, Adams 9, Durant 5. Assist: Westbrook 11, Durant 3.