NBA, Redick allo scadere regola Portland. Indiana sconfigge i Pelicans

I Clippers vincono una partita pazza contro i Trail Blazers (96-94) col buzzer beater di Redick e i 25 punti sia di Crawford che di Paul; i Pacers ottengono un'importante vittoria in chiave playoff battendo New Orleans 92-84.

NBA, Redick allo scadere regola Portland. Indiana sconfigge i Pelicans
NBA, Redick allo scadere regola Portland. Indiana sconfigge i Pelicans

Portland Trail Blazers 94 - 96 Los Angeles Clippers

Match importantissimo per entrambe le squadre, in piena lotta per un posto più avanzato possibile nella post-season, la spuntano i Clippers in modo quasi rocambolesco, Portland forse meritava di più ma non riesce a evitare la sconfitta. Match che rimane equilibrato praticamente sempre, un piccolo allungo tentato da Los Angeles nel secondo quarto viene subito annullato nel terzo periodo. La gara si accende proprio negli ultimi minuti dell'ultima frazione: I Blazers acquisiscono ben 7 punti di vantaggio a 3 minuti dalla fine, Paul però non è d'accordo e illumina la partita riportando i suoi persino in vantaggio nell'ultimo minuto. A 40 secondi dalla fine con una totale parità, il possesso è per gli ospiti, Lillard segna da 3 punti lasciando sul cronometro 23 secondi; Crawford non ci pensa e gli risponde subito per la gioia dei tifosi (94-94). Per il possibile ultimo tiro della partita Lillard non riesce a prendere il pallone, Harkless è costretto a penetrare e sbaglia il lay-up nel traffico, Doc Rivers chiama subito timeout con 1.1 secondi dalla fine. Paul dalla rimessa fa passare il pallone sotto le gambe di Plumlee, Redick tira con tre uomini addosso ma trova lo spazio necessario e segna facendo esplodere i tifosi di casa e regalando ai suoi una vittoria che sembrava insperata. Ottima prestazione di Paul e Crawford, i quali segnano entrambi 25 punti, dall'altra parte spiccano i 18 punti e 8 assist di Damian Lillard.

New Orleans Pelicans 84 - 92 Indiana Pacers

A Indiana si gioca un'altra partita fondamentale per i playoff, i Pacers devono vincere contro i Pelicans senza Davis e senza obiettivi e ci riescono senza troppi problemi. Lo strappo decisivo avviene nel secondo quarto, Myles Turner festeggia il ventesimo compleanno giocando in modo spettacolare e a fine primo tempo Indiana va in vantaggio di 10 punti (49-39). Nel terzo quarto Paul George deve abbandonare la partita per una contusione alla gamba destra, la stessa che si è rotto nel 2014; i medici dicono che verrà analizzato giorno per giorno per controllare quali possano essere i danni. Al suo posto entra CJ Miles, il quale firma 14 punti negli ultimi due quarti e assieme al rookie Turner archivia la pratica Pelicans, i quali hanno dovuto rinunciare anche a Gordon, Holiday, Anderson e Cole. La partita si conclude 92-84 per Indiana, capitanata da Myles Turner il quale mette a referto 24 punti e il suo career high 16 rimbalzi; per New Orleans ci sono 22 punti di Ajinca e 18 del giovane Tim Frazier.