Nba, Towns e LaVine beffano Washington. Houston si rialza con Harden

Minnesota la spunta dopo due overtime sul campo dei Wizards, con Towns e LaVine che segnano 52 punti in due (ai padroni di casa non bastano 22 punti e 16 assist di Wall). James Harden (tripla doppia da 32 punti, 13 assist e 11 rimbalzi) trascina i Rockets al successo contro Toronto.

Nba, Towns e LaVine beffano Washington. Houston si rialza con Harden
Karl-Anthony Towns in azione a Washington

I Washington Wizards perdono un'ottima occasione per accorciare verso la zona playoff, facendosi sconfiggere a domicilio dai Minnesota Timberwolves di coach Mitchell. Gara equilibratissima, che si chiude dopo due overtime, con Zach LaVine (25 punti) e Karl-Anthony Towns (27 punti e 10 rimbalzi) mattatori per gli ospiti. Riprendono invece la loro corsa verso la postseason gli Houston Rockets, che ringraziano James Harden (tripla doppia da 32 punti, 13 assist e 11 rimbalzi) nella vittoria interna contro i Toronto Raptors.

Washington Wizards - Minnesota Timberwolves 129-132 (2 OT)

Nessuna novità nei quintetti di partenza della sfida del Verizon Center, dove l'equilibrio regna sovrano per tutto il primo quarto (conclusosi sul 29-27 con Dudley e Towns top scorer per le rispettive squadre). Il secondo quintetto di Minnesota allunga dopo la prima pausa grazie a Prince, Bjelica e Smith (38-44), ma Bradley Beal replica con sette punti consecutivi per i padroni di casa. Uno scatenato Zach LaVine è inarrestabile per la difesa dei Wizards, che però resistono e rispondono dall'altra parte con Beal e Wall, andando negli spogliatoi sul 62 pari. La gara rimane punto a punto anche nel terzo quarto, quando a LaVine e Towns si aggiunge Andrew Wiggins per i Timberwolves, mentre John Wall arma più volte le mani di Porter, Gortat e Temple. Washington arriva a toccare anche il + 8 all'inizio del periodo conclusivo (95-87 dopo due canestri di Sessions e Nenè), ma prima Rubio, poi Towns accorciano sul 99-97. Wall segna sette punti consecutivi per i suoi, ma Minnesota non vuole saperne di mollare e trova il canestro del 109 pari con una rara tripla dall'angolo di Dieng. Beal ha il pallone della vittoria, ma il suo tiro finisce solo sul ferro. Si va così al supplementare, con i Wizards nuovamente avanti 119-15 a ventisette secondi dalla sirena. Qui Zach LaVine pesca due triple consecutive che livellano ancora la partita a quota 121 (nel mezzo c'erano stati due liberi di Beal) e costringono i padroni di casa a un altro overtime. Washington assapora nuovamente la vittoria con uno scatenato Beal, ma non ha fatto i conti con Karl-Anthony Towns, che segna una tripla fondamentale in apertura e chiude infine i conti su una rimessa laterale di Prince. L'ultimo disperato tentativo di Dudley non trova il bersaglio, condannando i padroni di casa a una sconfitta dolorosissima.

Washington Wizards (35-37). Punti: Beal 26, Wall 22, Gortat e Nenè 19, Porter 14, Dudley 10. Rimbalzi: Gortat 14, Porter 13. Assist: Wall 16.

Minnesota Timberwolves (24-48). Punti: Towns 27, LaVine 25, Dieng 18, Wiggins 16, Rubio 13, Bjelica 10. Rimbalzi: Towns 10. Assist: Rubio 7.

Houston Rockets - Toronto Raptors 112-109

Dwane Casey ripresenta Lowry, ex di serata insieme a Scola, al Toyota Center di Houston, con Powell in ala piccola, ma sono i texani a partire forte con Beverley, Motiejunas e Harden per il 19-8 di metà primo quarto. Dalla panchina Michael Beasley segna dieci punti in un lampo e così Houston si ritrova avanti 29-21 alla prima pausa. Brewer e Berverley allungano ancora per Bickerstaff (39-28 in apertura di secondo periodo), ma Scola e Powell riportano sotto i Raptors a suon di triple (44-41), prima che proprio l'argentino sancisca il sorpasso ospite sul 44-48. Tocca dunque ad Harden e a Beasley, coadiuvati nuovamente da Beverley, ricucire prima dell'intervallo lungo, per il 54-58 con cui le due squadre rientrano negli spogliatoi. Alla ripresa delle operazioni si accende il duello tutto lituano tra Motiejunas e Valanciunas, con James Harden a fare da terzo incomodo per i Rockets, che soffrono come d'abitudine in difesa, nonostante DeRozan non sia in serata di grazia (72-77 a due minuti e mezzo dalla fine del terzo quarto). Capela fa meglio di Howard dalla panchina, Harden trova un fantastico step-back sulla sirena per il controsorpasso dei padroni di casa (79-78), e una delle tipiche ondate di Houston si scatena poi contro i Raptors, colpiti da Brewer, Terry e Beasley. Toronto prova a reagire con Lowry e DeRozan, ma i due sono particolarmente nervosi, al punto di farsi espellere dopo una tripla di Ariza per il 100-91. Gli ultimi canestri di Patterson e Joseph hanno il sapore della beffa per i canadesi, k.o. per la seconda gara consecutiva.

Houston Rockets (36-37). Punti: Harden 32, Beasley 21, Beverley 17, Motiejunas 11, Brewer 10. Rimbalzi: Harden 11, Capela 10. Assist: Harden 13.

Toronto Raptors (48-23). Punti: DeRozan 18, Scola e Valanciunas 16, Lowry 15, Powell 13, Joseph 12, Patterson 11. Rimbalzi: Valanciunas 18. Assist: Lowry 8