NBA, vittorie casalinghe in vista playoff per Detroit, Atlanta e Miami

Gli Hawks battono Milwaukee portando a referto cinque giocatori in doppia cifra; 21 punti di Caldwell-Pope bastano a Detroit per sconfiggere Charlotte 112-105. Miami regola senza difficoltà i Magic grazie a 26 punti di Whiteside.

NBA, vittorie casalinghe in vista playoff per Detroit, Atlanta e Miami
NBA, vittorie casalinghe in vista playoff per Detroit, Atlanta e Miami.

Milwaukee Bucks 90 - 101 Atlanta Hawks

Altra vittoria importante per Atlanta che non vuole lasciare niente al caso e batte i giovani Bucks al termine di una partita certamente non scontata. infatti Atlanta rimane in vantaggio praticamente dall'inizio portandosi avanti di otto punti alla fine del primo quarto; nel secondo e terzo periodo Milwaukee riesce a rimanere a contatto principalmente grazie alla buona prestazione di Jabari Parker e alla doppia doppia uscente dalla panchina di John Henson. Decisivo è proprio il quarto quarto in cui si sveglia finalmente Jeff Teague: fino a quel punto 6 punti, tirando 0-5 da tre con 6 palle perse; negli ultimi dodici minuti segna ben 12 punti, comprese due giocate da canestro + fallo che respingono i Bucks e chiudono la partita. Doppia doppia anche per Paul Millsap, con 14 punti e 13 rimbalzi; il match si conclude 101-90.

Charlotte Hornets 105 - 112 Detroit Pistons

Altra sfida playoff ad Est, con Charlotte che deve tenere il passo di Atlanta ma viene fermata dai Pistons di Andre Drummond che trovano la quinta vittoria consecutiva e consolidano l'ottavo posto in Conference davanti a Chicago. Al contrario di quello che dice il punteggio, la gara è completamente dominata dai padroni di casa: passati subito in vantaggio per 12-3 e poi per 34-18 non hanno problemi a conservare questo vantaggio per quasi tutta la partita. Il secondo periodo termina con il buzzer beater di Kemba Walker da metà campo, ma Detroit segna il proprio record stagionale di punti nel primo tempo (72) e il distacco continua ad aumentare. Terzo quarto ancora a favore dei Pistons che mettono fra sè e gli avversari ben 22 punti; riescono a dilapidare parte del vantaggio solo nell'ultimo periodo a causa dell'ingresso di alcuni comprimari, ma questo non influisce sul risultato finale e Detroit vince 112-105. Altra prestazione importante del convincente Marcus Morris con 20 punti, bene anche Caldwell-Pope che ne mette a referto altri 21 e da segnalare anche la doppia doppia di Drummond (18+14); dall'altro lato solo Kemba Walker si fa notare con 29 punti e 5 assist.

Orlando Magic 97 - 108 Miami Heat

Non si attarda neppure Miami nel treno delle squadre per il terzo posto e vince senza troppi problemi contro i Magic dilaniati dagli infortuni (fuori Vucevic, Oladipo e Ilyasova). Nonostante ciò i primi due quarti sono equilibratissimi, complice l'ottima prestazione di Fournier, mentre per gli Heat si mette in mostra Whiteside che schiaccia e segna sotto canestro distruggendo Jason Smith; Orlando rimane in vantaggio di tre punti a fine primo tempo. Al rientro però la musica cambia: Dragic e Whiteside si intendono benissimo, i Magic non riescono più a trovare la via del canestro e subiscono un parziale di 15-2 iniziato da due triple del rookie Josh Richardson. I 16 punti di differenza alla fine del terzo quarto sono sufficienti agli Heat per guadagnarsi una vittoria fondamentale contro Orlando per 108-97. Come detto, grande prestazione di Hassan Whiteside, con 26 punti, 12 rimbalzi e 5 stoppate, altrettanto bene Goran Dragic che chiude con 22 punti e 8 assist; per i Magic non bastano i 20 di Evan Fournier e 19 di Nicholson.