Nba, Indiana in volata sui Rockets. I Mavs crollano a Sacramento

A Houston non bastano 34 punti di James Harden per evitare il k.o. sul campo dei Pacers. Kings dominanti contro Dallas.

Nba, Indiana in volata sui Rockets. I Mavs crollano a Sacramento
Paul George al ferro contro i Rockets

Due sconfitte esterne pesanti nella serata pasquale per le due squadre texane impegnate nella corsa per il raggiungimento dell'ottavo posto nel ranking della Western Conference. Agli Houston Rockets di J.B. Bickerstaff non bastano infatti 34 punti, 8 rimbalzi e 8 assist di James Harden per uscire indenni dalla Bankers Life Fieldhouse di Indianapolis contro i Pacers di Paul George. Ancor più netto il k.o. dei Dallas Mavericks di Rick Carsisle, affondati a Sacramento dai Kings di DeMarcus Cousins.

Indiana Pacers - Houston Rockets 104-101

Nessuna novità nei quintetti dei due allenatori nela sfida tra Pacers e Rockets che può voler dire molto in chiave playoff. Il primo quarto è tutto di Paul George, che mette a segno ben sedici punti dei trenta complessivi dei padroni di casa. Dall'altra parte Houston rimane a galla grazie alle giocate dei panchinari Michael Beasley e Corey Brewer, prima di ritrovarsi sotto 42-31 in apertura di secondo periodo, quando Miles e Mahinmi trovano canestri a ripetizione. Capela si alterna con Howard, Harden tenta di mettere in ritmo i compagni, ma gli ospiti rientrano negli spogliatoi sotto di dieci lunghezze all'intervallo lungo, surclassati ancora da Mahinmi, Ellis e Miles (57-47). Alla ripresa delle operazioni è però James Harden a mettersi in proprio dopo il 67-51 firmato Ellis e George Hill: il Barba segna 15 punti in otto minuti e, con l'aiuto in attacco di Ariza e Beasley, riporta sotto Houston all'ultima pausa (81-79), senza fermarsi nemmeno nel quarto quarto, con triple su triple che piovono sulle teste dei malcapitati Pacers (87-90 a otto minuti dal termine). A questo punto sono George, Ellis e Mahinmi a ribaltare la situazione in favore di Indiana, che si ritrova avanti 102-99 a due minuti dal gong. Improvvisamente l'attacco degli ospiti si inceppa, ma gli uomini di Vogel non ne approfittano per chiudere la gara (solo due liberi su quattro messi a segno dalla coppia Mahinmi-Ellis), e così i Rockets hanno il pallone dell'overtime nelle mani di Jason Terry, ma la tripla del veterano Nba non trova il bersaglio.

Indiana Pacers (39-34). Punti: Rimbalzi: George e Mahinmi 11. Rimbalzi: George e Mahinmi 11. Assist: Ellis 7.

Houston Rockets (36-38). Punti: Harden 34, Ariza 14, Howard 11. Rimbalzi: Howard 10. Assist: Harden 8.

Sacramento Kings - Dallas Mavericks 133-111

Per la gara interna contro i Mavs George Karl rivoluziona il suo quintetto: dentro Seth Curry da guardia e in panchina Collison, Casspi e McLemore, con Belinelli fuori causa per un problema al piede. Dall'altra parte Carsisle deve fare a meno di Deron Williams, con Barea e Felton playmaker e Mejri vicino a Nowitzki. Cousins, Gay e Rondo doppiano subito gli avversari sul 13-6, poi ci pensa il rookie Cauley-Stein a segnare dalla panchina e a replicare a David Lee per il 25-20 di fine primo quarto. La difesa di Dallas concede di tutto ai padroni di casa, che banchettano nella metà campo offensiva con Koufos, Collison e McLemore (47-35 a metà del secondo periodo). DeMarcus Cousins chiude alla grande il primo tempo dei Kings, con Cauley-Stein sugli scudi, mentre dall'altra parte non bastano Nowitzki e Barea agli ospiti per rimanere a contatto (63-44 all'intervallo lungo). Al rientro dagli spogliatoi Wesley Matthews prova a svegliare i suoi con otto punti consecutivi, ma Seth Curry, Acy e Rondo sono caldissimi dall'arco, portando Sacramento sul 91-67. Qualche lampo di Lee e Devin Harris viene offuscato dalla difesa dei texani, che concede altri punti a Collison e Cousins (102-79 all'ultima pausa), ritrovandosi in una buca da cui è praticamente impossibile risalire. Nel finale infatti Koufos, McLemore e Cauley-Stein gonfiano a dismisura le loro statistiche, mentre i Mavs vanno incontro a un'altra sconfitta pesantissima, che può comprometterne le chance di approdare ai playoff.

Sacramento Kings (29-44). Punti: Cauley-Stein 21, Cousins 20, Collison 17, Curry e McLemore 14, Rondo 11, Casspi e Koufos 10. Rimbalzi: Cousins 12. Assist: Rondo 11.

Dallas Mavericks (35-38). Punti: Felton 15, Nowitzki e Barea 14, Matthews e Lee 12, Harris, Anderson e Powell 11. Rimbalzi: Lee e Powell 6. Assist: Felton 5.