Nba, Charlotte vince ancora. James trascina i Cavs ad Atlanta

Gli Hornets si sbarazzano dei Sixers grazie al solito Walker. Cleveland passa all'overtime ad Atlanta grazie a un dominante LeBron, dopo essersi fatta rimontare 21 punti di vantaggio.

Nba, Charlotte vince ancora. James trascina i Cavs ad Atlanta
LeBron James in azione ad Atlanta

Gli Charlotte Hornets di coach Steve Clifford proseguono nella loro strepitosa regular season vincendo in North Carolina contro i derelitti Philadelphia 76ers grazie al solito duo formato da Kemba Walker e Nicolas Batum. Ma la sfida più appassionante della notte Nba si è disputata ad Atlanta, dove gli Hawks di Mike Budenholzer hanno rimontato uno svantaggio di 21 lunghezze ai Cleveland Cavaliers, salvo andare k.o. per mano di un LeBron James da 29 punti, 16 rimbalzi e nove assist.

Charlotte Hornets - Philadelphia 76ers 100-91

Senza Noel e Okafor, Brett Brown si presenta alla Time Warner Cable Arena di Charlotte alla ricerca della decima vittoria stagionale, mentre non ci sono novità nel quintetto di Clifford. Kemba Walker mette subito le cose in chiaro per i padroni di casa, ma Phila resiste alla prima ondata avversaria anche grazie alla panchina, con Stauskas, Covington e McConnell a segno dall'arco. Il primo quarto si chiude così sul 25 pari e dopo la pausa Charlotte accelera con il secondo quintetto, che produce punti con Jefferson, Lin, Kaminsky e Lamb (48-43 a cinque minuti dall'intervallo lungo). Thompson e Grant replicano per gli ospiti, ma il rientro in campo di Batum e Walker coincide con il momento del massimo vantaggio Hornets, avanti 59-50 al rientro negli spogliatoi. La gara si orienta verso Charlotte alla ripresa delle operazioni, quando Nicolas Batum alimenta un parziale di 18-14 che manda i padroni di casa sul 77-64, nonostante dall'altra parte Landry si batta sotto canestro. Jefferson e Lin guidano nuovamente la second unit di Clifford a cavallo tra gli ultimi due quarti, ma Philadelphia torna sotto d'orgoglio, grazie a Grant, Thompson e Brand (87-83 a cinque minuti dalla fine). Qui Walker si mette in proprio mettendo a referto tre triple fondamentali per l'esito della gara, che si chiude con la vittoria degli Hornets, ora alla ricerca di un posto tra le prime quattro nel ranking della Eastern Conference.

Charlotte Hornets (44-31). Punti: Walker 27, Batum 19, Jefferson 13. Rimbalzi: Walker 11. Assist: Batum 7.

Philadelpia 76ers (9-67). Punti: Thompson e Grant 17, Landry 16, Brand 13, Stauskas 11. Rimbalzi: Brand 11, Covington 10. Assist: McConnell 7.

Atlanta Hawks - Cleveland Cavaliers 108-110 (OT)

Rientra LeBron James nella sfida della Philips Arena di Atlanta, e il Prescelto segna sette punti nel primo quarto per i suoi Cavs, scintillanti in attacco con Love, Smith e Irving, mentre dall'altra parte sono Teague e Millsap a segnare con continuità per coach Budenholzer (23-32 alla prima pausa). Shumpert e Dellavedova trovano punti dalla panchina, imitati da Schroder per gli Hawks, ma è ancora James ad alimentare il parziale che fa volare Cleveland sul 28-47 a metà del secondo quarto. Il vantaggio degli ospiti tocca anche le ventuno lunghezze, prima che Horford e Millsap chiudano il primo tempo sul 41-55. Dopo l'intervallo lungo Atlanta esce rigenerata dagli spogliatoi, andando a segno dall'arco con Bazemore e Korver (54-59), fino a trovare addirittura il sorpasso con Paul Millsap (62-61 a cinque minuti dall'ultima pausa). Nel momento di massima difficoltà degli ospiti, è ancora James a rialzare i suoi, coadiuvato da un attivissimo Tristan Thompson e da Channing Frye, per il 71-77 con cui si conclude il terzo quarto. I Cavs tornano così avanti anche di undici punti, ma Jeff Teague e Kyle Korver non ci stanno, ribaltando ancora una volta la situazione (92-88 a tre minuti e mezzo dalla fine dei regolamentari). Qui prima Kevin Love, poi Thompson pareggiano a quota 96. Nell'ultimo minuto LeBron arriva al ferro per il 96-98, imitato da Teague nel possesso successivo. James non trova poi il canestro della vittoria, esattamente come il playmaker avversario, che perde il pallone al suono della sirena. Si va quindi al supplementare, aperto da due triple di Kyrie Irving e Iman Shumpert, imitati da Horford e Teague. Millsap accorcia sul 106-107, poi i tiri liberi mandano avanti Cleveland di due punti a sei secondi dal gong: Teague arma la mano di Horford per la tripla della vittoria, ma il tiro del centro di Atlanta non va a bersaglio, condannando gli Hawks alla seconda sconfitta consecutiva.

Atlanta Hawks (45-32). Punti: Millsap 29, Teague 28, Horford e Korver 14. Rimbalzi: Bazemore e Millsap 12. Assist: Teague 9.

Cleveland Cavaliers (54-22). Punti: James 29, Irving 20, Love 15, Smith 12, Shumpert 11. Rimbalzi: James 16, Thompson 14. Assist: James 9.