Nba, Pacers col brivido a New York. I Celtics resistono all'ultimo show di Bryant

Indiana sbanca nel finale il Madison Square Garden, Kobe spaventa Boston con una prestazione da 34 punti.

Nba, Pacers col brivido a New York. I Celtics resistono all'ultimo show di Bryant
Kobe Bryant ed Evan Turner. Fonte: Lakers.com

Gli Indiana Pacers di coach Frank Vogel si avvicinano sempre di più ai playoff della Eastern Conference andando a vincere al Madison Square Garden di New York contro i Knicks, orfani di Carmelo Anthony e Kristaps Porzingis. L'ultima gara della carriera di Kobe Bryant contro i Boston Celtics è uno show vecchio stampo (34 punti per il Black Mamba), ma ad aggiudicarsi la sfida dello Staples Center sono gli uomini di Brad Stevens, trascinati dal solito Isaiah Thomas.

New York Knicks - Indiana Pacers 87-92

Con Porzingis out per problemi alla spalla e Anthony a riposo a bordo campo, Kurt Rambis lancia in quintetto Early e Grant, mentre dall'altra parte Vogel spedisce in panchina Myles Turner, rimpiazzato da Allen. Si segna poco in avvio di partita, con Vujacic e George unici davvero ispirati al tiro per le due squadre. Piovono però triple sui Pacers, colpiti da Grant e Derrick Williams per il 23-18 della prima pausa. Il secondo quintetto di Indiana risponde presente, con Turner, Stuckey e Miles abili a ribaltare la situazione fino al 35-42 di metà secondo periodo, mentre per Rambis vanno a segno O'Quinn, Galloway e Seraphin. Robin Lopez si batte alla grande sotto canestro, ma sette punti consecutivi di George Hill mandano Indiana avanti 41-54 all'intervallo lungo. La gara sembra così indirizzata per gli ospiti, che vedono scatenarsi anche Paul George alla ripresa delle operazioni (50-66 dopo dodici punti in un lampo della stella di Vogel). Robin Lopez e Sasha Vujacic trascinano però i Knicks verso la rimonta, coadiuvati da Galloway e Seraphin (64-75 all'ultima pausa). Ancora una volta C.J. Miles risulta decisivo dalla panchina, imitato da Arron Afflalo, che mette a referto sette punti in apertura di quarto quarto (72-77). Vujacic prosegua nella sua ottima serata al tiro, Stuckey rimedia a un Ellis svagato, e d'orgoglio New York prima pareggia, poi sorpassa a poco più di un minuto dalla fine (87-85): George, uscito dal campo nel terzo periodo per un problema alla caviglia, rientra e decide la gara con un jumper che vale l'87-89. Poco dopo Afflalo segna da tre, ma all'instant replay gli arbitri si accorgono che il suo tiro non è valido (piede sulla linea laterale) e spengono le speranze dei Knicks di trovare la vittoria casalinga.

New York Knicks (31-47). Punti: Vujacic 21, Afflalo 15, Williams 12, Lopez 10. Rimbalzi: Lopez 15. Assist: Galloway 6.

Indiana Pacers (41-36). Punti: George 20, Stuckey 17, Turner 12, Mahinmi, Hill e Miles 10. Rimbalzi: George 9. Assist: Lawson 5.

Los Angeles Lakers - Boston Celtics 100-107

Kobe Bryant sente da sempre in modo particolare la rivalità con i Boston Celtics, e comincia dunque la sfida dello Staples con grande aggressività. Il numero 24 dei gialloviola segna undici punti nel solo primo quarto, contagiando anche Clarkson e Russell, mentre gli ospiti si affidano a Thomas, Johnson e Crowder (26-31 alla prima pausa). Huertas e Randle accendono il pubblico angelino, ma uno scatenato Isaiah Thomas mette la sua griffe sul parziale dei Celtics che vale il 40-57 a due minuti dall'intervallo lungo. Bryant e Randle riescono a ridurre le distanze prima del rientro negli spogliatoi, con i Lakers sotto di nove lunghezze (48-57). I padroni di casa sgabbiano meglio alla ripresa delle operazioni, pareggiando la partita a quota 59 grazie a Jordan Clarkson, prima di mettere la testa avanti con il solito Kobe, coadiuvato per l'occasione da Randle e Russell (68-65). Mentre Bryant prosegue nel suo show, è la panchina di Boston a fare la differenza, grazie a Jerebko, Olynyk, Zeller e Rozier (75-77 all'ultima pausa). Crowder si dimostra indispensabile per Stevens, Turner si accende quando conta, e i Celtics si ritrovano avanti di undici lunghezze a quattro minuti dal termine (86-97). Qui Clarkson e Bryant riaccendono le speranze dei gialloviola, tornati a contatto anche grazie a Randle, ma il finale premia gli ospiti, che resistono alla furia di Kobe e sferrano il colpo del k.o. con una tripla di Marcus Smart.

L.A. Lakers (16-60). Punti: Bryant 34, Randle 20, Clarkson 17. Rimbalzi: Randle 10. Assist: Russell 6.

Boston Celtics (45-32). Punti: Thomas 26, Crowder 22, Turner 17, Johnson 10. Rimbalzi: Johnson 10. Assist: Thomas e Smart 6.