NBA Playoffs - In sala video: Le difficoltà di DeRozan e la difesa dei Pacers

Prima giornata di Playoffs archiviata, e facciamo un flash sulla serataccia di DeRozan e su quale sia il piano difensivo preparato da coach Vogel per limitarlo.

NBA Playoffs - In sala video: Le difficoltà di DeRozan e la difesa dei Pacers
NBA Playoffs - In sala video: Le difficoltà di DeRozan e la difesa dei Pacers

Inutile girarci attorno: i motivi della settima sconfitta consecutiva dei Raptors nei Playoffs (risalendo al 2012) sono Kyle Lowry e DeMar DeRozan. Toronto non può vincere se le sue due stelle mettono insieme queste cifre: 8/32 dal campo (3/13 Lowry e 5/19 DeRozan), 11 assist e 9 palle perse. Soffermiamoci in particolare sugli errori al tiro di DeRozan, che è stato il giocatore che si è preso più tiri e anche quello con il plus/minus peggiore della propria squadra (-11): un po' per realizzare come la shot selection della guardia americana non sia stata delle migliori, un po' anche per comprendere il lavoro difensivo dei Pacers e le scelte di coach Vogel. Indiana che ha eseguito perfettamente quello che era il gameplan: impedirgli di andare molto in lunetta e concedergli tiri da fuori contestati. Per il primo aspetto bastano le cifre: infatti la guardia dei Raptors tra le mure amiche ha chiuso la regular season con 9 tiri liberi tentati a partita, mentre in gara1 ne ha tentati appena 6 (segnandone 4). Per la questione dei tiri contestati, invece ci aiutiamo con qualche clip.

PICK&ROLL

Per i Pacers era Paul George l'uomo incaricato di mettere la museruola a DeRozan e, come detto, lo ha fatto molto bene grazie naturalmente anche all'aiuto dei compagni. Cominciamo dalle situazioni di pick&roll, in cui Indiana (terza miglior difesa della Lega numeri alla mano) come al solito mantiene il proprio lungo attorno alla linea del tiro libero con l'idea di concedere il tiro dalla media al palleggiatore avversario perchè i numeri dimostrano come il cosiddetto long two sia il tiro meno efficiente in assoluto. Fa esattamente questo in questo caso, e George è bravo a non smettere di difendere dopo il blocco e stoppare da dietro DeRozan:

Altro pick&roll, e qui la difesa di Indiana non rispetta il tiro di DeRozan al punto che George passa per ben due volte sotto il blocco, annullando di fatto l'attacco:

Ancora un pick&roll, DeRozan con la palla, ancora il lungo che rimane in contenimento e George che lo spinge verso l'area. DeRozan stavolta decide di concludere al ferro ma lì c'è Myles Turner ad attenderlo e a stopparlo (saranno cinque le stoppate del lungo dei Pacers a fine serata):

Qua troviamo una situazione leggermente diversa, infatti DeRozan in palleggio sfrutta consecutivamente prima il blocco di Joseph e poi di Biyombo. Il lungo avversario (Hill in questo caso) rimane come al solito abbastanza basso pronto però a contestare un eventuale tiro: DeRozan avrebbe per un attimo una finestra di passaggio per Biyombo, ma una volta perso l'attimo non ci sono più soluzioni.

Ultimo possesso del terzo quarto, ancora pick&roll. Il difensore di DeRozan passa sotto al blocco e Hill temporeggia bene in attesa del recupero del proprio compagno: il risultato è un tiro contestato che non va.

2 minuti al termine, Toronto è in svantaggio e ha assolutamente bisogno di un canestro. George qui rimane sul blocco e quindi Mahinmi è costretto a vedersela da solo contro DeRozan. Il lungo dei Pacers però muove bene i piedi e va su dritto per ostacolare il tiro. Errore, rimbalzo Indiana e partita sostanzialmente in ghiaccio.

PENETRAZIONI

Sono sicuramente il pezzo forte del repertorio della guardia 26enne, e i numeri parlano per lui. In regular season 9 dei suoi 23.5 punti di media arrivavano proprio in entrata, tirando con il 50%.

Cifre totalmente diverse in gara1: i punti trovati in penetrazione sono stati appena 4, e la percentuale di realizzazione in queste situazioni è stata appena del 25%.

Esemplificativa delle difficoltà incontrate da DeRozan è questa clip in cui DeRozan attacca il ferro in palleggio ma George resta con lui "accompagnandolo" bene, mentre in aiuto arriva Turner che lo stoppa:

Il principale problema incontrato dalla guardia di Toronto è stato battere in 1contro1 George, anche perchè la scelta difensiva di Indiana era di concedergli qualcosa da fuori ma chiudergli l'area. E sono stati ben due i falli di sfondamento commessi da DeRozan proprio su George:

TIRI DA FUORI (DA 2 E DA 3)

Tiri del genere sicuramente non ti aiutano ad entrare in partita, e soprattutto sono difficili da prendere contro un avversario come George che è anche più alto:

Uno dei cinque canestri dal campo di DeRozan è questo difficilissimo tiro preso svitandosi sul perno e cadendo all'indietro. È interessante notare come, sulla penetrazione di Carroll, George si stacchi molto da DeRozan per aiutare, chiaramente non rispettando il suo tiro da fuori. E nel momento in cui la palla arriva nelle mani di questo, la stella dei Pacers recupera ma sempre facendo attenzione a rimanere un po' più distante del normale per non farsi battere in palleggio.

Anche in quest'altra clip troviamo lo stesso concetto, ovvero di eseguire il cosiddetto closeout (che consiste nel recuperare sul giocatore che ha ricevuto lo scarico, dopo essere andato in aiuto) ma concedendo il tiro a DeRozan. Toronto gioca un pick&roll centrale e George aiuta in area senza preoccuparsi particolarmente di DeRozan.

Chiudiamo con questo possesso. Sul pick&pop DeRozan cerca di attaccare in palleggio ma viene contenuto molto bene da Miles, che lo tiene permettendo il recupero di George. La palla arrivata a Scola e poi torna nelle mani di DeRozan, e a questo punto come al solito George sta su di lui ma in maniera non troppo aggressiva per invogliarlo a prendersi il tiro da 3. DeRozan se lo prende e George alza la mano per contestarlo: il risultato è un altro errore.

Probabilmente DeRozan nelle prossime gare segnerà qualcuno di questi tiri, ma sono tiri con cui la difesa di Indiana può convivere perchè l'obiettivo principale è fargli attaccare il ferro il meno possibile.