NBA Media Day, i Raptors in coro: "Vogliamo il titolo"

Carichi dopo la grande annata ai playoff dello scorso anno, i Toronto Raptors si candidano seriamente come contender anche grazie all'acquisto di Jared Sullinger.

NBA Media Day, i Raptors in coro: "Vogliamo il titolo"
NBA Media Day, i Raptors in coro: "Vogliamo il titolo"

Per DeRozan e compagni non è stato sufficiente strappare due partite ai futuri campioni NBA dei Cavaliers nella passata stagione, il prossimo passo è quello di portare in Canada l'anello. Il più conciso di tutti nelle dichiarazioni ai giornalisti è Kyle Lowry, il quale non pone limiti al cammino della sua squadra: "Voglio il Titolo NBA. Il momento è arrivato."

Il compagno DeMar DeRozan si dilunga un po' di più e spiega come ha passato parte dell'estate: "Anche durante le Olimpiadi, mentre giocavo e mi allenavo con Team USA, pensavo alla stagione NBA, a come migliorare e diventare un giocatore più completo. Ho lavorato sul mio fisico, su quel che serve per portare a termine un’altra lunga stagione e riprendere da dove avevamo finito." Una battuta anche sul suo approdo mancato ai Lakers: "Ero molto stanco, ricordo che all'inizio dell'estate i ragazzi mi bussavano alla porta con delle foto modificate di me con la maglia dei Lakers, dicendomi che ero tornato a casa".

Coach Casey ripone molta fiducia nella squadra e responsabilizza ancor di più i suoi giocatori migliori: "Kyle e DeMar stanno crescendo. L’esperienza con Team USA di quest’estate li ha resi più consapevoli." Un'altra notizia importante riguarda DeMarre Carroll, il cui ginocchio non è ancora al 100%, per motivi fisici il ragazzo vedrà il suo minuutaggio ridotto almeno per gran parte della regoular season, così da averlo al massimo della forma per i playoff.

Interessanti anche le parole del nuovo arrivato, Jared Sullinger, che svela come è stato convinto dai "dinosauri": "I Toronto Raptors, nella scorsa stagione, mi hanno davvero impressionato. Sono felice di essermi unito alla squadra. Kyle e DeMar hanno avuto delle brutte serate al tiro. Jonas Valanciunas ha avuto alti e bassi, come DeMarre Carroll. Ma non si sono fatti condizionare. Gli interessava solo vincere e sono riusciti a vincere tante partite e ad arrivare davvero lontano. Il mindset di questa squadra è incredibile, possiamo fare grandi cose." In campo però, l'ala grande ex Celtics, dovrà vedersela anche con Patrick Patterson, che gioca nel suo stesso ruolo ed è pronto a partire in quintetto o dalla panchina, pur di avere un ruolo importante all'interno del gruppo.