Nba preseason, vittorie esterne per Celtics e Pistons a New York e Philadelphia

Tutto facile per Detroit contro i Sixers, Jaylen Brown si mette in mostra tra i Celtics al Madison Square Garden.

Nba preseason, vittorie esterne per Celtics e Pistons a New York e Philadelphia
Jerebko e Noah nella sfida di stanotte. Fonte: Knicks.com

Ultimo sabato di preseason Nba, caratterizzato da due vittorie in trasferta di Boston Celtics e Detroit Pistons, rispettivamente sul campo dei New York Knicks e dei Philadelphia 76ers. 

Philadelphia 76ers - Detroit Pistons 76-97

Gara dominata in lungo e in largo dagli uomini di Stan Van Gundy, sempre in controllo della situazione contro i Sixers, orfani di Simmons, Noel e Okafor. Gli ospiti lasciano a riposo l'australiano Aron Baynes, lanciando in quintetto il rookie Ellenson. E' Tobias Harris a fare la differenza in attacco per Detroit, che tira bene da tre punti, al contrario dei Sixers, la cui percentuale dall'arco si attesta a un misero 15%. Andre Drummond e Joel Embiid danno vita a un duello rusticano sotto canestro, ma è una delle poche emozioni di una partita piatta, in cui i padroni di casa non riescono mai a trovare ritmo, mostrando di avere enormi problemi nella produzione offensiva del reparto guardie. Sergio Rodriguez fatica infatti ancora una volta, così come Stauskas ed Henderson. Vagamente meglio T.J. McConnell e Jeremy Grant, ma il loro apporto non può bastare contro una squadra più solida come i Pistons, che trovano punti con Drummond e Ish Smith per volare via già nel primo tempo. Nella ripresa spazio alle seconde linee, con Gbinije e Marjanovic in evidenza.

Philadelphia 76ers (1-5). Punti: Embiid 15, Grant 12. Rimbalzi: Saric, Embiid, Henderson e Holmes 5. Assist: Rodriguez 7.

Detroit Pistons (2-2). Punti: Harris 18. Gbinjie 11, Drummond e Smith 10. Rimbalzi: Drummond 13. Assist: Smith 6.

New York Knicks - Boston Celtics 107-119

Bella vittoria dei Celtics di Brad Stevens al Madison Square Garden di New York. Knicks ancora senza Derrick Rose, a Los Angeles per presenziare alle udienze della causa civile intentata nei suoi confronti, ma con Joakim Noah al debutto in quintetto. Il primo tempo è equilibrato, con Kristaps Porzingis e Carmelo Anthony a rispondere ad Avery Bradley e Al Horford. La gara prende però la via dei biancoverdi a cavallo tra secondo e terzo quarto, quando i panchinari, su tutti R.J. Hunter, Jaylen Brown e Marcus Smart scavano un solco in doppia cifra difficile da colmare per gli uomini di coach Hornacek. Porzingis è costretto a lasciare il campo per un problema all'inguine, ma i Knicks si svegliano nel finale, grazie all'ottimo contributo di Kuzminskas, Hernangomez, Vujacic e Justin Holiday. Ci pensa infine il rookie Brown - positivo sui due lati del campo - a chiudere la contesa insieme a un Hunter semi-infallibile al tiro (6/8 per lui per 17 punti complessivi). Prova in tono minore invece dall'altra parte per Jennings e Lee.

New York Knicks (2-2). Punti: Kuzminskas 18, Anthony 15, Holiday e Vujacic 13, Hernangomez 12. Rimbalzi: Hernangomez 12, Kuzminskas 10. Assist: Jennings e Holiday 5.

Boston Celtics (1-4). Punti: Hunter 17, Bradley 15, Horford e Brown 12, Crowder e Smart 11, Jackson 10. Rimbalzi: Johnson 6. Assist: Jackson 6.