NBA Preseason 2016 - Dominano Washington e Minnesota, Philadelphia sorprende Miami

Nell'ultima serata di preseason, vincono in casa Wizards e Timberwolves, battendo rispettivamente Toronto e Charlotte. Male gli Heat, che perdono in casa anche contro i 76ers.

NBA Preseason 2016 - Dominano Washington e Minnesota, Philadelphia sorprende Miami
NBA.com

Washington Wizards 119-82 Toronto Raptors

Washington riesce a convincere forse per la prima volta in questa preseason, battendo i più quotati Toronto Raptors. Subito nel primo quarto c'è il break dei padroni di casa che si portano oltre i dieci punti di vantaggio; Toronto prova la rimonta ma è rispedita indietro in un secondo tempo giocato davvero bene dai Wizards. I vincitori portano ben sette giocatori in doppia cifra, spiccano Markieff Morris e Bradley Beal con 19 punti a testa. Per i Raptors, a tenere accesa qualche flebile speranza esclusivamente DeMar DeRozan, 34 punti con un'ottima percentuale dai liberi.

Miami Heat 110-113 Philadelphia 76ers

Abbastanza inaspettata è la vittoria di Phila in trasferta contro gli Heat, in piena ricostruzione. Eppure il match si mette bene per i padroni di casa, subito in vantaggio e intenzionati a chiudere la pratica. Nel secondo tempo però, i 76ers cambiano passo e riescono a rimontare, fino a vincere la partita negli ultimi secondi con due tiri liberi di Grant fondamentali. Dario Saric si conferma in grande spolvero con 19 punti e 7 rimbalzi, mentre Embiid sfiora la doppia doppia con un 18+9 rimbalzi. Dall'altra parte Goran Dragic gioca molto bene, con 17 punti e 7 assist, Hassan Whiteside invece sbaglia troppi tiri liberi e rimane a 15 punti messi a referto.

Minnesota Timberwolves 109-74 Charlotte Hornets

Piuttosto umiliante la sconfitta subita dagli Hornets del nostro Marco Belinelli, il quale rimane il top scorer dei suoi con 10 punti in 16 minuti. Minnesota spinge forte sin dall'inizio e non compie alcuno sforzo per allungare sugli avversari. Nel terzo periodo, al rientro dopo la pausa, la partita si chiude definitivamente grazie alla solidità dei Timberwolves, che non si lasciano sorprendere da un eventuale tentativo di rimonta. Minnesota sfrutta appieno Karl-Anthony Towns, autore di 17 punti e 9 rimbalzi, molto bene anche Shabazz Muhammad che ne mette a referto 17.