NBA - I roster della Pacific e Atlantic Division

A tre giorni dall’inizio della regular season, la squadre NBA hanno annunciato ufficialmente i tagli fatti ai propri roster, ridoti ormai ai classici 15 giocatori. Analizziamo qui quelli dell’Atlantic e Pacific Division.

NBA - I roster della Pacific e Atlantic Division
NBA - i roster della Pacific e Atlantic Division

PACIFIC DIVISION 

Los Angeles Lakers: la squadra di Luke Walton ha ricevuto una strana richiesta da parte di Yi Jianlian, che ha esplicitamente domandato di non far più parte del roster. A questo punto, rimane un solo posto all’interno della squadra che Metta World Peace e Thomas Robinson dovranno dividersi. Il primo è stato un buon punto di riferimento per i giovani di Luke Walton, e dei rumors lo danno come possibile assistent coach per la prossima stagione; mentre il secondo si è detto poco interessato alla scelta che prenderanno i Lakers.

Golden State Warriors: per la gioia di tutti i tifosi della NBA, Steve Kerr ha deciso di tenersi Javale McGee in squadra. Golden State ha quindi deciso di tagliare Cameron Jones, Phil Pressey ed Elliot Williams. Come detto quindi, il vincitore della prima edizione dello Shaqtin a’ Fool rimarrà a disposizione di Curry, Durant e compagnia.

Phoenix Suns: la franchigia dell’Arizona deve ancora fare l’ultimo taglio prima della stagione. Jeninkis e Goodwin sono praticamente certi del posto in squadra, mentre Alan Williams, che ha molto ben figurato durante la summer league a Las Vegas, dovrebbe rimanere a disposizione di Earl Watson. A questo punto dovrebbe essere Derrick Jones jr ad essere l’escluso, che a giorni sarà ufficializzato.

Sacramento Kings: 14/15 del roster dei Sacremento Kings è bello che deciso, con quindi Ty Lawson, Jordan Farmar e Isaiah Cousins che si giocheranno l’ultimo posto a disposizione. Tutti e tre sono dei play che dovranno sostituire per almeno le prime 8 partite, Darren Collison, sospeso dalla lega. Lawson e Farmar sono quelli con più esperienza in NBA e per questo, visti sotto una migliore luce rispetto a Cousins, rookie non draftato.

Los Angeles Clippers: il roster di Doc Rivers è già praticamente completato, con un solo ultimo taglio da effettuare. Il posto se lo giocano Alan Anderson, Jeff Ayres e Diamond Stone: il primo sembra il più papabile, perché con una buona esperienza NBA alle spalle. Stone, rookie scelto al secondo giro da New Orleans, e Ayres sembrano un passo dietro rispetto al predetto Anderson. 

ATLANTIC DIVISION 

Toronto Raptors: la squadra canadese ha già diramato il proprio roster ufficiale, ed i relativi tagli. Fuori quindi Drew Crawford, Brady Heslip, E.J. Singler, Jarrod Uthoff e Yanick Moreira. Confermati quindi Nogueira, Caboclo e Wright, sui quali sono state esercitate le team option presenti sul loro contratto.

Boston Celtics: sono rimasti solo due giocatori da tagliare alla squadra di Brad Stevens. I quattro in dubbio sono RJ Hunter, Demetrius Jackson, Jordan Mickey e Terry Roziers. Il primo è quello che si è meglio messo in mostra in questi ultimi giorni, ed è probabilmente il favorito numero 1 per rimanere nel Massachussets.

New York Knicks: definito il roster della stagione anche della squadra di Phil Jackson e Jeff Hornaceck. Sono rimasti in squadra Lance Thomas, Maurice Ndour, Mindaugas Kuzminskas e anche il terzo fratello Plumlee, Marshall.

Brooklyn Nets: chiuso anche il roster dell’altra squadra di New York, i Brookly Nets. I 15 giocatori sono stati ufficializzati, e tra questi c’è Anthony Bennet, ex prima scelta assoluta dei Cleveland Cavaliers. L’ultimo ad essere stato tagliato è Yogi Ferrel, “sopravvissuto” al penultimo taglio della settimana scorsa ma non a quello decisivo.

Philadelphia 76ers: situazione ancora in bilico per i Sixers, che hanno da tagliare ancora 4 giocatori. Tra quelli che rischiano ci sono persino Nerlens Noel e Nick Stauskas ma difficilmente verranno fatti fuori i due. Più probabile che vengano tagliati 4 tra Barber, Long Luwawu-Cabarrot, McConell, Paul, Thompson e Webb.