Nba opening night, i Knicks contro LeBron. Spurs alla Oracle Arena

Tre le gare in programma nella notte italiana: spiccano Cavs-Knicks e Warriors-Spurs. Interessante anche la sfida tra Portland e Utah.

Nba opening night, i Knicks contro LeBron. Spurs alla Oracle Arena
Fotomontaggio VAVEL

Si riparte dalla stoppata di LeBron James su Andre Iguodala e dal tiro da tre punti di Kyrie Irving in gara-7 delle Nba Finals 2017. E' infatti in programma oggi la cerimonia degli anelli alla Quicken Loans Arena di Cleveland, dove per la prima volta verrà premiata la squadra di casa, mai vincitrice prima di un titolo Nba. Subito dopo, ecco la sfida tra i campioni in carica e i New York Knicks di Jeff Hornacek, rivoluzionati in estate da Phil Jackson. Ma l'opening night della regular season offre altre due gare di alto livello, con gli Utah Jazz ospiti dei Portland Trail Blazers, e soprattutto i San Antonio Spurs di Gregg Popovich di scena alla Oracle Arena di Portland per il primo round contro i Golden State Warriors di Steve Kerr.

Ore 1.30. Cleveland Cavaliers - New York Knicks. Clima di grande entusiasmo nella città dell'Ohio, forse un po' meno mistake on the lake da quando LeBron James e compagni hanno conquistato il Larry O'Brien Trophy. Sfida dal sapore di playoffs contro i Knicks, alle prese però con il dubbio Derrick Rose. L'ex giocatore dei Bulls è infatti tornato a disposizione di Jeff Hornacek solo venerdì scorso (causa processo a Los Angeles) e potrebbe avere i minuti contingentati, a tutto vantaggio di Brandon Jennings. Quintetto completato da Courtney Lee, Carmelo Anthony, Kristaps Porzingis e Joakim Noah. Nessun problema invece per Tyronn Lue, pronto a rispolverare lo starting five del titolo, quello con J.R. Smith da guardia tiratrice, con i Big Three (LeBron James, Kyrie Irving e Kevin Love) al loro posto, oltre al canadese Tristan Thompson, elemento chiave nel reparto lunghi.

Ore 4. Portland Trail Blazers - Utah Jazz. Grande entusiasmo a Rip City per la nuova stagione Nba, che i Blazers di Terry Stotts affrontano nella speranza di replicare - e, chissà, migliorare - il risultato dello scorso anno (semifinale di Conference). Sarà Damian Lillard a guidare i padroni di casa, insieme al compagno di backcourt C.J. McCollum, giocatore esploso nella passata stagione. Fuori causa Festus Ezeli e Shabazz Napier, dovrebbero completare il quintetto Mason Plumlee, Maurice Harkless e Al-Farouq Aminu, con Evan Turner nuovo sesto uomo. Dall'altra parte gli Utah Jazz di coach Snyder, che quest'estate hanno aggiunto esperienza a un roster giovane. Assente Gordon Hayward, sostituito dal nuovo arrivato, il veterano Joe Johnson, con George Hill in cabina di regia, Rodney Hood da shooting guard, i francesi Boris Diaw e Rudy Gobert sotto canestro.

Fotomontaggio VAVEL
Fotomontaggio VAVEL

Ore 4.30. Golden State Warriors - San Antonio Spurs. La prima gara degli Spurs dell'era post Tim Duncan è nel catino infuocato della Oracle Arena di Oakland, dove i Golden State Warriors di Steve Kerr hanno intenzione di ripartire dopo la sconfitta alle ultime Finals. Prima ufficiale con la nuova maglia per Kevin Durant, in quintetto insieme a Steph Curry, Klay Thompson, Draymond Green e Zaza Pachulia. Spurs senza Danny Green (out tre settimane per un infortunio al quadricipite): per sostituirlo ballotaggio tra Kyle Anderson e Jonathon Simmons, mentre Tony Parker è chiamato a una stagione ad alto livello, con le twin towers Pau Gasol e LaMarcus Aldridge a costituire i due lunghi dei neroargento. Ma è Kawhi Leonard il principale punto di riferimento di San Antonio, due volte difensore dell'anno e per molti osservatori candidato al riconoscimento di MVP della regular season.