NBA Night - Harden fa visita ai Lakers, in campo anche Gallinari e Belinelli

Dieci gare nella notte NBA in cui scenderanno in campo quasi tutte le squadre, con partite molto interessanti.

NBA Night - Harden fa visita ai Lakers, in campo anche Gallinari e Belinelli
NBA Night - Harden fa visita ai Lakers, in campo anche Gallinari e BelinelliGettyimages.it

Ieri sera è iniziata ufficialmente la regular season 2016/2017, ma le partite sono state soltanto tre (Cleveland - New York; Portland - Utah; Golden State - San Antonio). Stanotte torneranno in campo gran parte dei team rimanenti, per formare un complesso di incontri molto intrigante. La prima gara vede scontrarsi due incognite alle 1 italiane: Miami e Orlando iniziano una stagione difficile, nel segno dei trasferimenti estivi, Oladipo da una parte e Wade dall'altra. Si continua con i Pacers di Paul George in casa contro Dallas, che dovrà centellinare i minuti di Dirk Nowitzki durante tutta la stagione. Boston esordisce al Garden contro gli sfavoritissimi Brooklyn Nets, mentre DeRozan & co. ospitano Detroit, un'altra incognita.

Alle 2 della notte ci saranno ben quattro partite: gli Hornets, nuova casa di Belinelli, volano a Milwaukee contro i Bucks, i quali sono pronti a confermare quelle qualità viste durante l'estate; senza favoriti la sfida tra Memphis e Minnesota, squadre completamente diverse ma che lotteranno durante l'anno per un posto ai playoff ad Ovest. La stagione del riscatto di Denver (e anche di Gallinari) parte da New Orleans, dove c'è preoccupazione per le condizioni fisiche di Anthony Davis, il quale dovrebbe essere della gara, ma non al top della forma.

Westbrook invece, orfano di Durant e Ibaka, affronterà i 76ers nel tentativo (non impossibile) di iniziare subito con una vittoria. Alle 4 italiane spazio anche ai Phoenix Suns di Devin Booker contro i Sacramento Kings, sempre più proprietà di DeMarcus Cousins. L'ultimo match vedrà i Rockets di D'Antoni contro i nuovi Lakers di Walton; ci si aspetta tanto da entrambe, ma a Los Angeles la pressione è sempre maggiore, specie su Russell e Ingram.