NBA - New Orleans cade all'overtime con Phoenix, Portland ok coi Mavs

Servono 38 punti di Devin Booker (career high) ai Phoenix Suns per battere i Pelicans dopo un supplementare, mentre i Trail Blazers si fanno trascinare dai 42 di Damian Lillard.

NBA - New Orleans cade all'overtime con Phoenix, Portland ok coi Mavs
NBA - New Orleans cade all'overtime con Phoenix, Portland ok coi Mavs        NBA.com

Match pieno di emozioni quello svoltosi allo Smoothie King Center fra Pelicans e Suns: a spuntarla sono gli ospiti con un tiro sulla sirena dopo un tempo supplementare. Fondamentali i 38 punti di Devin Booker, suo career high, mentre Anthony Davis si ferma a 22 punti con "solo" 11 tiri dal campo e condanna i suoi alla sesta sconfitta consecutiva. I Trail Blazers battono Dallas nell'ultimo quarto, grazie al solito Damian Lillard che realizza 42 punti con 12/18 dal campo; Barea, con 23 punti, è il top scorer degli avversari, ma la crisi dei Mavs continua con un record molto negativo di 0-5.

New Orleans Pelicans 111-112 Phoenix Suns

La partita è molto equilibrata e lo dimostrano i parziali dei primi due quarti (30-29 e 28-32) che non consentono a nessuna delle due squadre di scappare. A metà terzo quarto Phoenix prova a piazzare il break decisivo e contestualmente inizia lo show di Devin Booker, anche se New Orleans tiene a bada gli avversari e chiude sotto di due soli punti. Non si schioda l'equilibrio anche nell'ultima frazione di gioco ma i Suns rimangono leggermente attardati: a 20 secondi dalla fine i padroni di casa sono avanti di tre punti e dopo un rimbalzo offensivo la palla finisce nelle mani di Booker, che pareggia a 11 secondi dalla sirena. Lance Stephenson segna ancora il canestro del +2 lasciando due secondi sul cronometro ed illudendo i tifosi di casa, ma è ancora Booker a firmare il pareggio con un fade-away pazzesco che spedisce la partita al supplementare. Sono ancora i secondi finali ad essere decisivo, perché il match continua ad essere punto a punto: sotto di uno TJ Warren schiaccia senza essere disturbato, mentre l'ultimo tiro di Moore viene fermato dal ferro e sancisce la vittoria di Phoenix.

Dallas Mavericks 95-105 Portland Trail Blazers

La partenza è tutta a favore dei Trail Blazers ma negli ultimi tre minuti Nowitzki & compagni si rifanno sotto, chiudendo il primo quarto in perfetta parità. Lillard continua a guidare Portland ma ogni tentativo di fuga è prontamente respinto dai Mavericks, che cercano in ogni modo di arginarlo; sono solo tre i punti di margine fra le due squadre al termine del primo tempo, a favore degli ospiti. Lillard si conferma caldissimo da tre punti (5/6 a fine partita) anche nella ripresa e le difficoltà di Dallas sono sempre più evidenti: è ancora uno sprint negli ultimi due minuti del terzo quarto che permette un riavvicinamento dei padroni di casa grazie all'ottimo J.J. Barea. Nell'ultimo periodo Lillard continua a fare il mattatore e i Trail Blazers stanno molto più attenti a non farsi recuperare. Gli ultimi cinque minuti sono una formalità per gli uomini di coach Stotts, che vincono la terza partita della stagione.