Nba, Toronto e Washington battono Timberwolves e Nuggets

Minnesota crolla nell'ultimo quarto in Canada sotto i colpi di DeRozan e Lowry, Denver trafitta nel finale da Wall e Beal.

Nba, Toronto e Washington battono Timberwolves e Nuggets
DeMar DeRozan e Andrew Wiggins. Ron Turenne/NBAE

Prosegue la crisi di Minnesota Timberwolves e Denver Nuggets. Le due squadre della Western Conference perdono ancora infatti nel loro giro ad Est: i ragazzi di Tom Thibodeau si arrendono nel quarto quarto ai Toronto Raptors di Dwane Casey, mentre gli uomini di Mike Malone collezionano la seconda sconfitta consecutiva a Washington contro i Wizards, dopo aver perso inopitamente ieri a Brooklyn. 

Toronto Raptors - Minnesota Timberwolves 124-110

Partenza sprint all'Air Canada Centre per i Timberwolves di Thibodeau, lanciati dall'elettrico LaVine e da un Wiggins desideroso di rivincita. Casey si infuria per l'approccio soft dei suoi, e prova a rientrare in partita con le seconde linee, da Nogueira a Patterson, passando per Terrence Ross. Ma anche le riserve degli ospiti rispondono presenti, con Dunn, Bjelica e Muhammad attivissimi sui due lati del campo. Aldrich fatica poi con Valanciunas, e nel secondo quarto Toronto rientra a contatto e poi sorpassa i rivali grazie a tre triple consecutive di Demarre Carroll, mentre aumenta il contributo di DeRozan. Wiggins si mette in evidenza con una schiacciata sulla linea di fondo, e un canestro di Dieng chiude il primo tempo sul punteggio di 59 pari. Al rientro dagli spogliatoi ecco la prima spallata dei Raptors, con Jonas Valanciunas finalmente decisivo sotto canestro e Kyle Lowry solito uomo squadra di Casey. Minnesota ha però il merito di non farsi spazzar via dal campo e di rimanere in partita grazie a un paio di triple di Ricky Rubio e alle giocate da fenomeno di Karl-Anthony Towns. Andrew Wiggins continua ad essere aggressivo in attacco, ma a inizio quarto quarto i padroni di casa operano il parziale decisivo, firmato Cory Joseph, che indica la strada a Lowry e a DeMar DeRozan. Vantaggio che diventa subito in doppia cifra per i Raptors, che controllano la sfuriata finale di Zach LaVine e reagiscono dopo la sconfitta subita contro i Cavs. 

Toronto Raptors (15-7). Punti: DeRozan 27, Lowry 25, Valanciunas 20, Joseph 12, Carroll 10. Rimbalzi: Valanciunas 10. Assist: Lowry 11

Minnesota Timberwolves (6-16). Punti: LaVine 29, Wiggins 25, Towns 17, Dieng 10. Rimbalzi: Towns 11. Assist: LaVine 6

Washington Wizards - Denver Nuggets 92-85

Ci sono Darrell Arthur e Jameer Nelson per Kenneth Faried ed Emmanuel Mudiay nel quintetto schierato da Mike Malone al Verizon Center di Washington. Buona la partenza dei suoi Nuggets, con Gallinari subito a segno (ma chiuderà con soli 14 punti e 3/11 dal campo). Ospiti che trovano punti anche grazie a Nurkic, Barton e soprattutto Nikola Jokic, dando la sensazione di essere in controllo per tutto il primo tempo, mentre i Wizards vanno dove li porta Wall, che arma più volte la mano di Markieff Morris. All'intervallo lungo Denver avanti 47-52, ma poi non in grado di mantenere o aumentare il distacco. Ci pensa infatti Kelly Oubre a dare una scossa ai padroni di casa dalla panchina di Scott Brooks, con Otto Porter che segna il canestro del sorpasso. Washington che sembra aver dunque preso il comando delle operazioni (nonostante qualche storia tesa tra Wall e il solito Nurkic), ma che subiscono la reazione ospite, firmata Nelson, Murray e Danilo Gallinari (gran schiacciata in penetrazione). Per una volta Wilson Chandler è disastroso dalla panchina, mentre il finale di partita è tutto della coppia formata da John Wall e Bradley Beal, che con i rispettivi tiri da fuori (da tre per Beal, mid-range jumper per Wall) stendono quel che resta di una Denver confusa e rassegnata. 

Washington Wizards (8-13). Punti: Beal 26, Morris e Wall 15. Rimbalzi: Gortat e Wall 7. Assist: Wall e Beal 5

Denver Nuggets (8-15). Punti: Jokic 17, Gallinari 14, Nurkic 13, Barton 11, Nelson 10. Rimbalzi: Jokic 11. Assist: Nelson 8.