NBA - I Bulls battono gli Heat grazie all'ex Wade. Paul è da record, Pelicans schiantati

Flash e Butler combinano per 59 punti e chiudono la pratica Miami. A Los Angeles, CP3 chiude con 20 punti, 20 assist e nessuna palla persa nella netta vittoria contro i Pelicans, privi di Davis.

NBA - I Bulls battono gli Heat grazie all'ex Wade. Paul è da record, Pelicans schiantati
Chris Paul che palleggia (Fonte: www.usatoday.com)

Miami Heat – Chicago Bulls 100 – 105

Allo United Center, ci pensano Dwane Wade e Jimmy Butler a portare a casa la vittoria contro i Miami Heat (7-17). Il duo di coach Hoiberg, alla fine dei 48 minuti, combina per 59 punti, più della metà del punteggio dell’intera squadra.

È una vittoria importante per i Bulls (13-10), che tengono così il passo dei Knicks e dei Celtics, ancora loro arrivati a questo punto della stagione con 13 vittorie e 10 sconfitte. Oltre a Wade e Butler, per i Bulls è da sottolineare anche la prestazione di Taj Gibson, 13 punti, unico altro giocatore in doppia cifra.

Per quanto riguarda Miami, la squadra di Spoelstra rimane ovviamente in fondo alla classifica della Eastern Conference con la quinta sconfitta consecutiva, arrivata dopo i primi due quarti giocati alla pari. A nulla servono i 21 punti, e 11 assist, di Dragic, così come i 20 punti di Whiteside e i 15 di Tyler Johnson.

New Orleans Pelicans – Los Angeles Clippers 105 – 133

Allo Staples Center, i New Orleans Pelicans (7-17) si presentano senza Anthony Davis. E già questo basterebbe a giustificare la sconfitta. Se poi ci si mette anche Chris Paul, che chiude la partita con 20 punti, 20 assist e 0 palle perse, be’, allora la vittoria la si può solo immaginare.

Inutile quindi parlare della partita: nel primo e nel secondo quarto, la squadra di Alvin Gentry è anche brava a rimanere a contatto con quella di Doc Rives, che invece, già nel finale di primo tempo, allunga nel punteggio, dilagando poi tra il terzo e quarto periodo.

Con la contemporanea sconfitta dei Warriors, i Clippers (17-7) accorciano proprio sulla squadra della Baia, portandosi ad appena 3 partite di distacco dal primo posto. Oltre alla partita di CP3, da circoletto rosso anche il referto di Jamal Crawford, 22 punti, con 10/13 dal campo.

Sponda New Orleans, è chiaro che l’assenza di AD sia determinante. Anche perché, se ci si pensa bene, anche con lui in campo non sempre arriva un esito positivo. Buone partite comunque da parte di Tim Frazier e Buddy Hield, 20 punti il primo e 15 il secondo. Bene anche Terrence Jones, che chiude con 18 punti e 7/9 dal campo.