Nba, Lowry salva Toronto contro i Pelicans. Portland facile sugli Hornets

Il numero sette di Casey segna il canestro della vittoria in overtime contro New Orleans. Lillard e i Blazers superano agevolmente Charlotte.

Nba, Lowry salva Toronto contro i Pelicans. Portland facile sugli Hornets
Kyle Lowry, 33 punti e 10 assist contro i Pelicans. Ron Turenne/NBAE

E' Kyle Lowry l'uomo copertina della notte Nba per i Toronto Raptors. Il playmaker di Dwane Casey segna infatti il tiro della vittoria in overtime in una sfida tiratissima contro i New Orleans Pelicans di Alvin Gentry e, con 33 punti complessivi, contribuisce al ritorno al successo della squadra canadese. Tutto facile a Ovest per i Portland Trail Blazers di Terry Stotts, che al Moda Center si sbarazzano senza troppi problemi degli Charlotte Hornets di Steve Clifford (solo sei punti per Marco Belinelli). 

Toronto Raptors - New Orleans Pelicans 108-106 (OT) 

C'è ancora Norman Powell in quintetto per Casey al posto di DeRozan, con Patterson che affianca Valanciunas tra i lunghi. L'avvio dei Raptors non è tuttavia dei più felici, in particolar modo nella metà campo difensiva, dove nessuno riesce a trovare una contromisura a Jrue Holiday. Anche Buddy Hield contribuisce da par suo, e spetta dunque a Lowry attivarsi per tenere a galla i padroni di casa. Buono l'impatto del secondo quintetto di Toronto, che va a punti con Nogueira e Ross, mentre dall'altra parte rispondono Terrence Jones e Langston Galloway. Anthony Davis gioca la solita partita a tutto campo, dominando a rimbalzo e assistendo i compagni, ingaggiando un bel duello con Jonas Valanciunas: assente DeRozan, il lituano è più coinvolto in attacco, ma all'intervallo lungo i Raptors sono sotto 46-60, ancora con Holiday sugli scudi. Gli uomini di Casey si scuotono nel terzo quarto, trascinati da un Norman Powell assolutamente strepitoso, che segna canestri improbabili e si inventa anche una gran schiacciata su Davis. Lo seguono a ruota Carroll e Lowry, che ricuciono lo strappo per Toronto. I Pelicans sembrano sbandare vistosamente, ma nel quarto periodo trovano in E'Twaun Moore un realizzatore inatteso, a segno con quattro triple fondamentali. Mentre Lowry si prende sulle spalle i Raptors, ecco sbucare Davis anche in difesa (stoppata sul numero sette): ospiti che hanno anche il tiro della vittoria, ma se lo giocano male con Holiday. Si va dunque all'overtime, dove continua a regnare l'equilibrio: Davis risponde a Patterson divenendo la prima e unica opzione offensiva di New Orleans, ma la gara viene decisa da Kyle Lowry, che chiude una prestazione d'autore con un canestro difficilissimo dal lato sinistro del campo, contestato da Hill: la replica di Moore non trova neanche il ferro, per la beffa ospite. 

Toronto Raptors (30-19). Punti: Lowry 33, Valanciunas 20, Powell 18, Patterson 10. Rimbalzi: Valanciunas 12. Assist: Lowry 10

New Orleans Pelicans (19-30). Punti: Holiday 30, Davis 18, Moore 17, Hield 15, Jones 12. Rimbalzi: Davis 17. Assist: Jones 4.

Portland Trail Blazers - Charlotte Hornets 115-98 

Al Moda Center Terry Stotts conferma Noah Vonleh ed Evan Turner in quintetto, mentre dall'altra parte c'è Roy Hibbert come centro titolare. Partenza lanciata dei Blazers, che si godono un Damian Lillard aggressivo e incisivo sia in penetrazione che dalla lunga distanza. Faticano gli Hornets a tenere il ritmo dei padroni di casa, che dalla panchina trovano altri punti grazie a un ottimo Allen Crabbe e a un Meyers Leonard sempre più importante nel gioco perimetrale. Charlotte prova a rimettersi in carreggiata nel secondo quarto, grazie all'ex di serata Nicolas Batum, coadiuvato da Marvin Williams e dal solito Kemba Walker. All'intervallo lungo lo score dice 56-50 in favore dei padroni di casa, ma per gli uomini di Clifford il peggio deve ancora venire. Nel terzo quarto ecco infatti la mareggiata di Portland, che va a ondate, ancora con Lillard, poi con C.J. McCollum, splendido nel leggere i momenti della partita. Crabbe continua a segnare dall'arco, Plumlee schiaccia in testa a tutta la difesa avversaria, Turner e Harkless chiudono in contropiede, e in un lampo gli Hornets si ritrovano a inseguire staccati di una ventina di lunghezze. Non basta a Clifford il buon impatto tra le riserve di Frank Kaminsky, perchè Portland chiude la pratica già a inizio quarto periodo, condannando gli avversari a un finale di puro garbage time. 

Portland Trail Blazers (22-28). Punti: Lillard 27, Crabbe 21, McCollum 18, Leonard 12, Harkless 10. Rimbalzi: Plumlee 11, Vonleh e Aminu 10. Assist: Lillard, McCollum e Leonard 4.

Charlotte Hornets (23-26). Punti: Walker 22, Batum 18, Williams e Kaminsky 10. Rimbalzi: Batum 8. Assist: Batum 6.