NBA - Vittorie esterne per Milwaukee e Boston, sconfitti Pacers e Jazz

I Bucks portano sei uomini in doppia cifra di punti e battono Indiana, mentre Boston si affida ai 29 del proprio campione Isaiah Thomas.

NBA - Vittorie esterne per Milwaukee e Boston, sconfitti Pacers e Jazz
NBA - Vittorie esterne per Milwaukee e Boston, sconfitti Pacers e Jazz

Nella notte Nba Milwaukee riesce a riprendersi dopo la brutta notizia dell'infortunio di Parker e dopo la sconfitta patita contro i Lakers, battendo con merito gli Indiana Pacers di Paul George, poco incisivo stanotte. Antetokounmpo rimane l'uomo migliore in campo con 20 punti, 10 assist e 8 rimbalzi, mentre dall'altra parte sorprende C.J. Miles che ne mette a segno ben 23. Boston invece sfrutta il vantaggio acquisito nel primo tempo a Salt Lake City e riesce a controllarlo portando a casa una vittoria molto importante. Thomas segna 29 punti e i Jazz escono sconfitti nonostante i 31 di Gordon Hayward.

Indiana Pacers - Milwaukee Bucks 100-116

Dopo il career-high di 41 punti, Antetokounmpo si impegna per realizzare assist verso i compagni arrivando a sei effettuati solo nel primo tempo. Milwaukee scappa subito sfruttando le giocate del proprio campione come allo scadere del primo quarto, chiuso sul +7, quando Teletovic spara una tripla dalla punta dopo un passaggio di Giannis. Molto bene anche Greg Monroe sotto canestro che ormai è una certezza nonostante sia stato relegato fuori dal quintetto; il secondo periodo non è diverso e i Bucks proseguono il lavoro portandosi a dieci punti di distacco dopo 24 minuti. Nel secondo tempo però si rifanno sotto i Pacers grazie all'energico Myles Turner e alle triple di C.J. Miles che rimettono in piedi il match con un parziale di 13-0. Antetokounmpo chiude il parziale e Teletovic è fondamentale ancora una volta con i suoi tiri da tre punti per rimediare a quel passaggio a vuoto e anzi aumentare il vantaggio accumulato. Nell'ultima frazione di gioco Indiana ci prova ma gli avversari trovano fiducia dall'arco anche con Dellavedova e Brogdon, chiudendo definitivamente la partita.

Utah Jazz - Boston Celtics 104-112

Gli Utah Jazz vantano una delle migliori difese nella NBA per punti concessi ma Boston ha uno degli attacchi più efficienti e segna 33 punti nel primo quarto con 14/18 dal campo, compreso un lay-up sulla sirena di Kelly Olynyk. Boston trova conforto anche nella propria panchina, soprattutto in Gerald Green che segna 12 punti nel secondo quarto con due triple dal palleggio e regala ai suoi il +14 di fine primo tempo. Il match sembra chiudersi una volta per tutte con gli ospiti che arrivano addirittura a venti lunghezze di distanza dagli avversari grazie al solito Isaiah Thomas, ma Utah non si dà per vinta e si sveglia negli ultimi minuti, quando i Celtics allentano un po' la corda. Gordon Hayward è il mattatore di questo tentativo di rimonta e segna in qualsiasi modo ma non basta perché Boston continua a segnare e porta a casa la 35esima vittoria in stagione.