NBA - I Pelicans sorprendono e vincono di misura contro i Grizzlies; i Pistons battono i Mavericks

Nella notte NBA, i New Orleans Pelicans passano sul campo dei Memphis Grizzlies, mentre Vince Carter sorpassa Allen Iverson nella lista dei leading scorers NBA di tutti i tempi portandosi al ventitresimo posto. Invece in Michigan, i Detroit Pistons si sbarazzano dei Dallas Mavericks grazie alla strana coppia Jackson e Leuer che combinano per quarantadue punti.

NBA - I Pelicans sorprendono e vincono di misura contro i Grizzlies; i Pistons battono i Mavericks
NBA - I Pelicans sorprendono e vincono di misura contro i Grizzlies; i Pistons battono i Mavericks

MEMPHIS GRIZZLIES - NEW ORLEANS PELICANS 91-95

Anthony Davis ed i suoi New Orleans Pelicans si affacciano alla pausa per l'all star game con grande serenità, la franchigia nelle ultime sei partite è riuscita a conquistare quattro vittorie, ottenendo anche un successo importantissimo nella notte, al FedEx Forum di Memphis contro i padroni di casa dei Grizzlies. Ad aiutare il solito Anthony Davis, che nei suoi diciotto punti serali ha incluso anche il canestro che ha chiuso la partita, ci ha pensato Solomon Hill. Infatti l'ala ex Indiana Pacers ha realizzato un massimo stagionale di ventitre punti e appunto ha dato una grande mano ai Pelicans nel conquistare la loro terza vittoria in quattro gare. New Orleans nel corso dei primi tre quarti ha costruito un solido vantaggio di ben diciotto punti, ma un rilassamento ha consentito ai Memphis Grizzlies di rientrare nell'ultimo periodo. I padroni di casa sono riusciti a ricucire lo svantaggio e con una tripla di Vince Carter, stessa tripla che gli ha permesso di passare Allen Iverson al ventitresimo posto della lista dei migliori realizzatori NBA di tutti i tempi, i Grizzlies si sono portati addirittura sul meno uno (91-92), con quarantotto secondi e mezzo da giocare. Ma Anthony Davis è riuscito subito a rispondere e ha riportato i suoi a tre lunghezze di vantaggio. L'ultima parola l'ha avuta Mike Conley, che però ha fallito la tripla del pareggio ed ha permesso ai Pelicans di ottenere questa importantissima vittoria.

NEXT GAME - I Memphis Grizzlies proveranno a tornare sul binario della vittoria dopo l'All Star break, nella partita contro gli Indiana Pacers del 24 Febbraio. Mentre New Orleans ospiterà lo stesso All Star Game, strappato dalle grinfie della città di Charlotte, e i Pelicans ritorneranno sul parquet il 23 febbraio per sfidare i Houston Rockets tra le mura amiche.

BOXSCORE: 

MEMPHIS GRIZZLIES (34-24) - PUNTI: Conley 17, Randolph 16, Gasol 15. ASSIST: Gasol 9, Conley 4, Douglas 3. RIMBALZI: Gasol 12, Randolph 9, Douglas 7.

NEW ORLEANS PELICANS (23-34) - PUNTI: Hill 23, Holiday 19, Davis 18, Ajinca 12. ASSIST: Holiday 7, Evans 4, Davis 2. RIMBALZI: Ajinca 10, Davis 7, Hill 5.

DETROIT PISTONS - DALLAS MAVERICKS 98-91

Dopo un periodo nero dal punto di vista realizzativo, Reggie Jackson si riprende in mano i suoi Detroit Pistons, nella partita della notte contro i Dallas Mavericks. Infatti, nelle ultime cinque partite Jackson era andato in doppia cifra solamente una volta, stanotte contro i Mavs il playmaker nato a Pordenone è tornato ad essere una spina nel fianco delle difese avversarie, realizzando ben ventidue punti, otto dei dodici tiri tentati e mettendo al tappeto la franchigia texana. A dare una mano a Jackson, dal punto di vista realizzativo, ci ha pensato Jon Leuer. L'ala grande, ex Memphis Grizzlies, ha messo a referto venti punti, con un 5-7 dal campo ed un 10-10 dalla linea della carità, conditi da otto rimbalzi. Tornando a Jackson, per lui è la prima partita sui venti punti dal 24 Gennaio, dove ne realizzò ventiquattro contro i Miami Heat. A fine partita anche coach Stan Van Gundy è rimasto soddisfatto per la prova dei suoi ragazzi e soprattuto per l'impatto di Jackson sulla gara. D'altra parte non sono bastati i ventiquattro punti dell'immortale Dirk Nowitzki, che a fine gara ha commentato la prova sua e dei suoi compagni di squadra, sottolineando la mancanza di energia sul parquet. Effettivamente i Mavericks hanno iniziato a giocare solo gli ultimi ventiquattro minuti - straordinario il tedesco nel terzo periodo - non riuscendo però a rimontare. I Detroit Pistons infatti, sono sempre stati in vantaggio in questa gara e sono riusciti a conquistarla agevolmente.

NEXT GAME - Dopo la pausa per l'All Star Game, i Detroit Pistons proveranno a consolidare ancora di più la loro ottava piazza ad Est e magari proveranno a salire di posizione, ospitando gli Charlotte Hornets di Kemba Walker, al Palace of Auburn Hills. Mentre ai Dallas Mavericks, probabilmente, questa pausa servirà tantissimo per recuperare dal punto di vista fisico e mentale. Al rientro, i Mavs ospiteranno i giovani Minnesota Timberwolves all'American Airlines Center.

BOXSCORE:

DETROIT PISTONS (27-30) - PUNTI: Jackson 22, Leuer 20, Caldwell-Pope 16, Harris 13, Smith 10. ASSIST: Jackson 4, Smith 3, Drummond 3. RIMBALZI: Morris 14, Drummond 11, Baynes 11.

DALLAS MAVERICKS (22-34) - PUNTI: Nowitzki 24, Barnes 16, Curry 13, Williams 12. ASSIST: Williams 6, Curry 3, Nowitzki 3. RIMBALZI: Nowitzki 10, Bogut 8, Barnes 5.