Nba - Knicks, le trattative sul tavolo e la necessità di rivoluzione

New York sarà al centro dei rumors fino all'ultimo secondo del Deadline Day. Rose e Melo in uscita, ma non solo: entro giovedì potrebbero spostarsi anche Jennings e O'Quinn, che hanno delle richieste.

Nba - Knicks, le trattative sul tavolo e la necessità di rivoluzione
Fonte immagine: dailyknicks.com

Si contano le ore in attesa della deadline del mercato Nba. Dopo le trades che hanno incluso Cousins e Ibaka - per ora le principali di questo 2017 - c'è attesa per scoprire il futuro di altri big. Al centro delle voci, da ormai qualche mese, c'è ovviamente New York, la quale non ha in uscita solo Carmelo Anthony.

The Melo Situation - Dalla grande mela, eccezion fatta per Porzingis ed Hernangomez, potrebbero spostarsi più o meno tutti. Il più chiacchierato è ovviamente il numero sette, ma novità sul fronte non se ne sono ancora manifestate: il prodotto di Syracuse, inoltre, non sembra ancora convinto e deciso a rinunciare alla no-trade clause inserita nel contratto, anche per una questione di orgoglio: 'Melo non la vuol dar vinta a Phil Jackson, in poche parole. Celtics e Clippers sembrano ancora interessate, dunque è possibile attendersi novità sul fronte.

Seconde linee - Inoltre, New York sembrerebbe aver ricevuto interessanti offerte per "liberarsi" di due seconde linee, forse tra le migliori: Kyle O'Quinn e Brandon Jennings. Possibile che, in caso di cessione, i Knicks cercherebbero di accaparrarsi delle scelte di buon libello, oltre a mantenere la propria ben stretta. Secondo Espn, non sono noti i nomi delle franchigie maggiormente interessate.

Anche Rose in uscita? - Nelle ultime ore anche un altro grande nome è stato avvicinato ad altre franchigie in giro per gli Stati Uniti. Derrick Rose non ha mai davvero convinto dal suo arrivo in canotta Knicks, tanto che Minnesota, che da mesi vorrebbe liberarsi di Rubio (anche per far spazio a Dunn, il play del futuro), sembrerebbe intenzionata a proporre uno scambio tra lo spagnolo e l'ex MVP. Contrattualmente funzionerebbe, inoltre, secondo Espn, Jackson sembrerebbe essere un fan del prodotto di Badalona. I dubbi potrebbero essere più relativi ai Timberwolves, anche se il buon rapporto tra Thibodeau e Rose affonda le radici nel periodo in cui entrambi si trovavano a Chicago. Certo, i tempi sono cambiati...