Nba - Houston sommerge Minnesota, Atlanta va k.o anche ad Orlando

L'attacco dei Rockets miete l'ennesima vittima, i T'Wolves sono costretti ad arrendersi 142-130. Gordon e Ross acuiscono i problemi di Atlanta (105-86).

Nba - Houston sommerge Minnesota, Atlanta va k.o anche ad Orlando
Ryan Anderson proiettato a canestro

HOUSTON ROCKETS - MINNESOTA TIMBERWOLVES 142-130

Quando a scendere in campo sono gli Houston Rockets di coach Mike D'Antoni, non ci si annoia mai. Il 142-130 con cui i texani liquidano i lupi del Minnesota segna il season-high, per entrambe le squadre, nella casella dei punti realizzati. L'attacco dei Razzi è una bomba non disinnescabile, Houston chiude con ben 8 uomini in doppia cifra (l'intero starting five oltre a Gordon, Williams e Nenè), e vanifica la super serata dell'ex "rookie of the year" Karl-Anthony Towns, dominatore del pitturato, ma non abbastanza per portare a casa la vittoria, autore di una corposa doppia doppia da 37 punti e 22 rimbalzi. I Rockets, sotto la sapiente regia di James Harden (24 punti e 10 assist), conducono il match dall'inizio alla fine, il mega parziale di 16-0 nel corso del secondo quarto affossa i Timberwolves, mai realmente capaci di impensierire gli avversari. Rientrano a meno 8 con il layup di Dieng nel cuore del 3° quarto, ma Houston non si lascia intimorire nell'ultimo parziale e grazie ai canestri di Beverley, Williams e Nenè chiude le porte del Toyota Center in faccia agli avversari, messi faccia a faccia con la 36^ sconfitta di una stagione parecchio deludente.

HOUSTON ROCKETS: Punti: Harden 24, Anderson 18, Williams 17; Rimbalzi: Capela 9; Assist: Harden 10;

MINNESOTA TIMBERWOLVES: Punti: Towns 37, Wiggins 30, Dieng 16; Rimbalzi: Towns 22; Assist: Rubio 11;

ORLANDO MAGIC - ATLANTA HAWKS 105-86

I Magic sembrano aver trovato finalmente la loro giusta dimensione con il quintetto "small". Gordon nel ruolo di "quattro" e la prima convincente prestazione di Ross con la sua nuova maglia permettono ad Orlando di respirare un pò d'aria pulita, ed infliggere la terza sconfitta consecutiva agli Hawks, costretti ancora a convivere con la grana Dennis Schroder: dopo aver saltato la sfida casalinga contro gli Heat per motivi disciplinari, la point guard si ripete, ed all'Amway Center parte dalla panchina per essere giunto al bus della squadra in colpevole ritardo. Convincente la prestazione dei Magic, i 24 punti dell'ex Raptor Terrence Ross, i 18 di un Gordon ritrovato, e la quasi tripla doppia di Elfrid Payton (15 punti, 9 rimbalzi e 9 assist), consentono alla franchigia della Florida di stoppare la quinta forza della Eastern Conference. Lo scontro tra titani Vucevic vs Howard è vinto dal primo, a parità di carambole catturate (14), il serbo referta 16 punti contro gli 11 di Superman. Vittoria che però non scalfisce l'anonimato della stagione dei Magic, piu di un campanello d'allarme la netta sconfitta di Atlanta, il cui attacco si dimostra ancora una volta totalmente anemico, se si pensa che il miglior realizzatore di squadra è stato Hardaway jr con appena 15 punti fatturati.

ORLANDO MAGIC: Punti: Ross 24, Gordon 18, Vucevic 16; Rimbalzi: Vucevic 14; Assist: Payton 9;

ATLANTA HAWKS: Punti: Hardaway jr 15, Schroder 11, Prince 11, Millsap 11, Howard 11; Rimbalzi: Howard 14; Assist: Schroder 8;