NBA, Memphis ancora k.o. contro i Clippers. Portland all'overtime sui Sixers

Lob City domina al FedEx Forum contro i Grizzlies, mentre uno strepitoso Jusuf Nurkic trascina i Blazers al successo al supplementare contro i Philadelphia 76ers di Dario Saric.

NBA, Memphis ancora k.o. contro i Clippers. Portland all'overtime sui Sixers
Jamal Crawford, 14 punti contro Memphis. Fonte: Joe Murphy/NBAE via Getty Images

Quinta sconfitta consecutiva per i Memphis Grizzlies di David Fizdale, che nella notte Nba vengono battuti a domicilio dai Los Angeles Clippers di Doc Rivers, in una sfida tra due squadre in difficoltà che si avvicinano ai playoff con più dubbi che certezze. Postseason che stanno cercando di agguantare anche i Portland Trail Blazers di Terry Stotts, che al Moda Center superano al supplementare i Philadelphia 76ers di Brett Brown. 

Memphis Grizzlies - L.A. Clippers 98-114 

Non c'è Parsons in quintetto per Fizdale, che lancia dall'inizio James Ennis e Aaron Harrison. Buono l'impatto sulla partita di Brandon Wright, che affianca Gasol nel reparto lunghi, e gara a basso punteggio, con i Clippers costretti a sudarsi ogni canestro con Griffin e Paul. Il primo strappo è degli ospiti, griffato dalle riserve di Rivers: sono infatti Speights, Crawford e Wesley Johnson ad allungare sul 21-26 alla prima pausa. Memphis risponde con Vince Carter e soprattutto con Zach Randolph, mentre Conley incappa in una serataccia al tiro (3/14 per lui). Chris Paul è invece chirurgico per dei Clips che vogliono farsi perdonare il brutto k.o. della sera precedente contro i Timberwolves. Griffin e J.J. Redick (8/8 dalla lunetta) contribuiscono a spostare l'ago della bilancia a favore di Lob City, mentre i Grizzlies perdono gradualmente contatto, nonostante la classe di Marc Gasol e l'energia dalla panchina di Tony Allen. Il 45-54 con cui i padroni di casa chiudono il primo tempo è solo l'inizio della disfatta per Fizdale e i suoi, travolti nel terzo quarto, non solo da Paul e Griffin, ma soprattutto da Austin Rivers e Jamal Crawford. Il sesto uomo della scorsa regular season segna infatti anche da distanza siderale sulla sirena del periodo, mandando gli ospiti sul 65-85, e rendendo il quarto quarto un'esibizione di garbage time: spazio a Felton, Bass e Speights da una parte, a Daniels, Douglas e Green dall'altra. 

Memphis Grizzlies (36-29). Punti: Gasol 20, Randolph 18, Conley e Daniels 13. Rimbalzi: Randolph 11. Assist: Gasol 5

L.A. Clippers (39-26). Punti: Rivers 20, Paul 19, Redick 15, Griffin e Crawford 14, Felton 11. Rimbalzi: Griffin 12, Jordan 11. Assist: Griffin 8.

Portland Trail Blazers - Philadelphia 76ers 114-108 (OT) 

Brett Brown recupera Jahlil Okafor per la trasferta di Portland, confermando Stauskas in quintetto, ma il grande protagonista dell'avvio di partita al Moda Center è Jusuf Nurkic (prestazione da 28 punti, 20 rimbalzi, 8 assist e 6 stoppate). Il centro ex Nuggets stoppa tutti a centro area, e i Blazers allungano nel primo quarto grazie a C.J. McCollum e all'impatto dalla panchina di Shabazz Napier e Allen Crabbe. Chiuso il primo quarto sotto 27-17, Phila reagisce con Gerald Henderson, Sergio Rodriguez e Luwawu-Cabarrol. A tenere a galla i Sixers sono anche Robert Covington e Dario Saric, leader della squadra di Brown. A fine primo tempo si accende il duello tra Okafor e Nurkic: entrambi i lunghi mostrano le rispettive capacità realizzative, con il secondo che fa vedere doti di passatore fuori dal comune. All'intervallo lungo Portland è avanti 57-52, ma nel terzo quarto subisce un altro parziale ospite, firmato nuovamente da un celestiale Dario Saric. Mentre Lillard fatica al tiro, è Crabbe, insieme a Nurkic e McCollum a spingere i padroni di casa verso una vittoria fondamentale in vista del rush per la postseason. Anche Harkless e Leonard danno il loro contributo alla causa, ma Holmes e Saric non ci stanno. Il finale dei regolamentari è dunque in volata: i Blazers sembrano in controllo della situazione, ma il loro attacco si inceppa sul più bello, consentendo a Phila di trovare il pareggio a quota 97 proprio sulla sirena, grazie a un tap-in vincente di Robert Covington, che converte in due punti un tiro sbagliato di Henderson. Overtime equilibrato per i primi tre minuti, in cui Saric risponde colpo su colpo a uno strepitoso Nurkic, fino a un'accelerazione letale di Damian Lillard e a un canestro fondamentale di Allen Crabbe. 

Portland Trail Blazers (28-35). Punti: Nurkic 28, Lillard 24, McCollum 23, Crabbe 18, Harkless 10. Rimbalzi: Nurkic 20. Assist: Nurkic 8. 

Philadelphia 76ers (23-41). Punti: Saric 28, Covington 24, Okafor 16, Henderson 14, Holmes 10. Rimbalzi: Covington 13. Assist: McConnell e Rodriguez 6.