NBA - I Bucks superano gli Hornets, i T-Wolves battono all'ultimo secondo i Pacers

Antetokounmpo e Snell tolgono le ultime speranze di postseason a Charlotte. Indiana invece si fa rimontare nell'ultimo quarto da Minnesota, sbagliando il tiro della vittoria

NBA - I Bucks superano gli Hornets, i T-Wolves battono all'ultimo secondo i Pacers
NBA - I Bucks battono gli Hornets, e salutano i playoff. I T-Wolves battono all'ultimo secondo i Pacers

Milwaukee Bucks – Charlotte Hornets 118 – 108

Gli Charlotte Hornets salutano quasi ufficialmente i playoff 2017: con la sconfitta di questa notte contro i Milwaukee Bucks, l’ottavo posto dei Miami Heat dista tre partite, con appena altri otto match da giocare.

Passando alla partita, fin dalla palla a due i Bucks dominano gli Hornets senza alcun problema. Nei primi minuti, i ragazzi di Jason Kidd mantengono stabile il proprio vantaggio sul +5 grazie alle buone giocate di Antetokounmpo e di Tony Snell. Charlotte prova in qualche modo a reagire con Kemba Walker, ma Milwaukee non si fa sorprendere e alla fine del primo quarto è sopra 35 – 24.

Da qui in poi, i Bucks non hanno più alcun problema e, dopo un paio di minuti del secondo parziale, il tabellone dice +20 per gli ospiti. Gli Hornets non riescono più a rientrare in partita e Milwaukee chiude definitivamente il match con ancora un tempo praticamente da giocare.

Al rientro dagli spogliatoi infatti, i Bucks si piazzano fissi sul +20 e soltanto nel finale dell’ultimo quarto concedono qualche punto facile che, alla fine, rende il passivo meno pesante di quanto dovrebbe.

Minnesota Timberwolves – Indiana Pacers 115 – 114

Alla Bankers Life Fieldhouse, Pacers e Timberwolves danno vita ad una bellissima partita, decisa soltanto all’ultimo secondo con un tiro sbagliato da parte di Jeff Teague.

Un peccato mortale per Indiana, che, dopo un primo quarto passato in vantaggio, si fa rimontare nel secondo e terzo periodo. Towns, Dieng, Wiggins ma soprattutto Rubio innalzano il livello della squadra di Thibodeau. Il play spagnolo, che chiude con 21 punti e 10 assist, è senza dubbio il migliore in campo, mettendo in enorme difficoltà Jeff Teague. Per tutto il secondo e terzo periodo i T-Wolves dominano il parquet prima che, negli ultimi 12 minuti, i Pacers riprendano campo.

Paul George si scatena, e comincia a segnare con una costanza disarmante. Ma è tutto il quintetto di McMillan che gioca un ultimo quarto praticamente perfetto, ad eccezione proprio degli ultimi minuti. Sopra di 5 con 3 minuti sul cronometro, Indiana smette di giocare e permette ai Timberwolves di rientrare in gara. Quando mancano tre secondi, Rubio conquista i due tiri liberi che possono dare la vittoria alla squadra di Minneapolis. Il catalano fa 2 su 2 e, con i pochi secondi rimasti, né George né Teague trovano il canestro dalla vittoria. Finisce così 115 – 114 per Minnesota, che relega PG e compagni al settimo posto della Eastern Conference.