NBA, Chicago all'ultimo respiro sugli Hawks. Brooklyn batte i Magic

Rondo e Butler decisivi nella vittoria dei Bulls su Atlanta. Al Barclays Center i Nets superano Orlando.

NBA, Chicago all'ultimo respiro sugli Hawks. Brooklyn batte i Magic
Rajon Rondo, 25 punti e 11 rimbalzi contro gli Hawks. Fonte: Bulls.com

All'inferno e ritorno. E' questo il senso della vittoria dello United Center dei Chicago Bulls di Fred Hoiberg contro gli Atlanta Hawks di Mike Budenholzer. Sotto di una decina di punti all'inizio del quarto, la squadra della Windy City rimonta gli ospiti grazie a Jimmy Butler (33 punti), che decide la sfida con due tiri liberi a un paio di secondi dalla sirena. Vittoria casalinga, ma irrilevante, anche per i Brooklyn Nets di Kenny Atkinson, che al Barclays Center si impongono sugli Orlando Magic di Frank Vogel. 

Chicago Bulls - Atlanta Hawks 106-104 

Con Paul Millsap ancora fuori causa, coach Budenholzer conferma Ilyasova in quintetto insieme al rookie Prince, mentre Bazemore parte dalla panchina. Buono l'avvio dei Bulls, che trovano subito due triple con Paul Zipser, oltre che punti da Robin Lopez e dal solito Butler. Atlanta ci mette un po' a carburare, ma rimane a contatto grazie a Dwight Howard e a Tim Hardaway. Mentre Mirotic spara a salve, è Rondo l'uomo in più di Chicago, anche a rimbalzo, con i vari Lauvergne, Valentine, Carter-Williams produttivi dalla panchina di Hoiberg. Per gli Hawks replicano Mike Muscala (due triple consecutive), Bazemore e Calderòn, in un primo tempo equilibrato ma non spettacolare. Gli ultimi minuti prima dell'intervallo lungo appartengono a Dennis Schroder e Rajon Rondo, protagonisti del 52-46 che vale il rientro negli spogliatoi. Alla ripresa delle operazioni il playmaker dei Bulls riprende da dove aveva lasciato, vale a dire da triple e penetrazioni, mentre per Atlanta si accende Tim Hardaway, immarcabile per Zipser e soci. Una brutta Chicago è tenuta in carreggiata da Jimmy Butler, a segno più volte in isolamento, ma a cavallo tra terzo e quarto quarto ecco l'allungo degli ospiti, grazie ai canestri di Ersan Ilyasova, Prince, Bazemore (buzzer beater sulla sirena), Muscala e Calderon. Allungo che vale il +10 quando mancano nove minuti al termine della gara. Qui Chicago si scuote ancora con Rondo: Mirotic segna una tripla importante, Butler continua nel suo show, ma Dennis Schroder sembra chiudere ogni chance di rimonta dei Bulls. Due triple di Denzel Valentine sono invece decisive per il finale dei padroni di casa, che con Butler prima pareggiano e poi sorpassano dalla lunetta. Ultima chance per Hardaway, il cui tiro da tre non trova però il bersaglio. 

Chicago Bulls (37-39). Punti: Butler 33, Rondo 25, Valentine 13, Zipser 10. Rimbalzi: Rondo 11. Assist: Butler 8. 

Atlanta Hawks (39-37). Punti: Schroder 29, Hardaway 20, Howard e Ilyasova 13. Rimbalzi: Howard 12. Assist: Schroder 6.

Brooklyn Nets - Orlando Magic 121-111 

Partenza sprint dei Magic al Barclays Center: un 5-16 di parziale firmato Aaron Gordon e Nikola Vucevic lancia gli ospiti contro Brooklyn, in una gara che si preannuncia subito ad alto punteggio. Gordon è imprendibile, segna da tre e vola al ferro (clamorosa una sua schiacciata rovesciata), Vucevic è ispirato, e Orlando sembra poter allungare a piacimento. Ma è la panchina dei Nets a riportare i padroni di casa in carreggiata: ci pensano Booker e Justin Hamilton a rimettere le cose a posto, con Jeremy Lin in cabina di regia. Partita che rimane offensivamente gradevole, anche nel secondo quarto, quando per gli ospiti salgono di colpi Evan Fournier e Jodie Meeks, mentre dall'altra parte il solito Brook Lopez segna dalla media e lunga distanza per Atkinson. All'intervallo lungo il punteggio è di 60-53 in favore di Brooklyn, che a inizio terzo quarto allunga ancora con Lopez, salvo farsi rimontare da dei Magic che si aggrappano a Fournier e Payton. Orlando torna pienamente in corsa sul finire del periodo, quando il tabellone segnala assoluta parità a quota 89. La sfida si decide però nei primi minuti nel quarto quarto, quando uno scatenato Trevor Booker alimenta un parziale di 11-0 per i padroni di casa: è il momento della svolta, perchè anche i vari Spencer Dinwiddie, Isaiah Whitehead e Sean Kilpatrick si esaltano nel momento positivo dei Nets, creando un gap che risulta incolmabile per gli ospiti. Elfrid Payton (tripla doppia da 20 punti, 11 rimbalzi e 11 assist) e il duo formato da Gordon e Vucevic prova l'ultimo disperato tentativo di rimonta, ma prima Lin, poi Lopez, rispediscono al mittente i Magic, regalando ad Atkinson la quinta vittoria nelle ultime dieci partite. 

Brooklyn Nets (17-59). Punti: Lopez 30, Booker 23, Kilpatrick 15, Hamilton 13. Rimbalzi: Booker 8. Assist: Lin 8

Orlando Magic (27-50). Punti: Vucevic 27, Gordon 22, Payton e Fournier 20, Meeks 11. Rimbalzi: Gordon 15, Vucevic e Payton 11. Assist: Payton 11.