NBA – I Chicago Bulls non si fermano più; Barnes domina nel quarto periodo ed i Mavs tornano alla vittoria

I Chicago Bulls conquistano la quarta vittoria consecutiva, grazie ai trentanove punti di Jimmy Butler, sul campo dei New Orleans Pelicans. Tornano alla vittoria i Dallas Mavericks, con uno strepitoso Harrison Barnes da trentuno punti, quindici di questi trentuno nell'ultimo quarto. Ai Milwaukee Bucks non bastano i trentuno punti di Giannis Antetokounmpo.

NBA –  I Chicago Bulls non si fermano più; Barnes domina nel quarto periodo ed i Mavs tornano alla vittoria
NBA – I Chicago Bulls non si fermano più, battuti anche i Pelicans; Barnes domina nel quarto periodo ed i Mavs tornano alla vittoria

NEW ORLEANS PELICANS – CHICAGO BULLS 110-117

I Chicago Bulls non si fermano più e guidati da Jimmy Butler, autore di una prova da trentanove punti, sei rimbalzi e cinque assist, battono anche i New Orleans Pelicans di Anthony Davis e DeMarcus Cousins e conquistano la quarta vittoria consecutiva.

Butler riesce a realizzare quattordici dei ventisei tiri dal campo ed è autore di un jumper in step back, a venti secondi dalla fine, che interrompe le speranze di rimonta dei Pelicans. Jimmy parte subito caldissimo nella gara, realizzando nove dei suoi primi tiri tentati. Immarcabile per la povera difesa dei Pelicans, fa tutto ciò che è utile per la squadra, dalle assistenze ai rimbalzi. La guardia da Marquette University dimostra grande sacrificio su entrambe le zone del campo.

Per i Bulls, bene anche dalla panchina Bobby Portis. L’ala, al secondo anno nella NBA, mette a referto ventuno punti ed undici rimbalzi in trentuno minuti sul parquet.

I Chicago Bulls provano ad indirizzare la partita già dai primi due quarti e, con appunto un Butler dominante ed un ottimo Portis, vanno all’intervallo con un bel vantaggio.  47-63 per gli ospiti.

Ma i Pelicans non si danno per vinti, e recuperano il gap. Per New Orleans, nell’ultimo periodo, si presenta anche l’occasione per arrivare a sole due lunghezze di distacco dai Bulls, ma il layup di Jrue Holiday è stoppato da Paul Zipser. Sul possesso successivo poi, Butler mette il jumper che chiude i conti.

I Chicago Bulls occupano, ora, il settimo posto solitario ad Est.

NEXT GAME – I New Orleans Pelicans proveranno subito a riassaporare la vittoria nella prossima gara contro i Denver Nuggets. Mentre i Chicago Bulls proveranno a conquistare la quinta vittoria consecutiva al Madison Square Garden, contro i New York Knicks.

BOXSCORE:

NEW ORLEANS PELICANS (33-44) – PUNTI: Davis 30, Cousins 26, Holiday 17. ASSIST: Holiday 6, Frazier 5, Cousins 3. RIMBALZI: Cousins 18, Davis 11, Hill 4.

CHICAGO BULLS (38-39) – PUNTI: Butler 39, Portis 21, Lauvergne 15. ASSIST: Rondo 9, Carter-Williams 6, Butler 5. RIMBALZI: Portis 11, Rondo 9, Butler 6.

MILWAUKEE BUCKS - DALLAS MAVERICKS 105-109

I Dallas Mavericks tornano alla vittoria, dopo quattro sconfitte consecutive, nella  trasferta del BMO Harris Bradley Center, battendo i Milwaukee Bucks.

I playoffs, per la franchigia texana, ormai sono impossibili da raggiungere, così adesso l’obiettivo della squadra allenata da Rick Carlisle è quello di chiudere questa stagione regolare nella più dignitosa delle maniere.

I Mavs riescono a raggiungere questa vittoria con un Harrison Barnes dominante, soprattutto nel decisivo quarto periodo, dove realizza quindici dei suoi trentuno punti finali. Segnali positivi quindi, dal giocatore su cui rifonderà la squadra Mark Cuban una volta che Dirk Nowitzki avrà deciso di appendere le scarpe al chiodo.

Ad aiutare Barnes a portare Dallas alla vittoria, ci pensa il terribile J.J. Barea, con diciassette punti. Inoltre, il portoricano è autore di due triple consecutive nell’ultimo periodo che consentono ai Mavericks di cambiare l’inerzia della gara. Diciassette anche per Dirk Nowitzki, protagonista della gara per due quarti e mezzo, visto che a metà terzo periodo il tedesco esce anticipatamente per un problema alla caviglia.

Ai Milwaukee Bucks non basta la quasi tripla doppia di Giannis Antetokounmpo, che chiude con trentuno punti, quindici rimbalzi e nove assist. Jason Kidd, nel pieno della partita, lancia il figlio d’arte Gary Payton II, che in nove minuti sul parquet produce cinque punti con 2-3 dal campo.

Tornano quindi alla vittoria i Mavericks, che cacciano via la striscia negativa di quattro sconfitte consecutive. Sconfitta "lieve" invece per i Bucks che comunque rimangono tranquillamente nella zona Playoffs ad Est.

NEXT GAME – Adesso, per i Milwaukee Bucks, la difficile trasferta contro gli Oklahoma City Thunder del super Russell Westbrook. Mentre per i Dallas Mavericks il prossimo impegno sarà in trasferta, contro i Sacramento Kings.

BOXSCORE:

MILWAUKEE BUCKS (40-37) – PUNTI: Antetokounmpo 31, Dellavedova 14, Middleton 13. ASSIST: Antetokounmpo 9, Middleton 4, Terry 2. RIMBALZI: Antetokounmpo 15, Monroe 6, Middleton 5.

DALLAS MAVERICKS (32-44) – PUNTI: Barnes 31, Nowitzki 17, Barea 17. ASSIST: Matthews 6, Ferrell 5, Harris 3. RIMBALZI: Nowitzki 5, Ferrell 4, Finney-Smith 3.