Nba - Rullo Warriors, a Phoenix sarà turnover?

Golden State nella notte ha superato Minnesota, inanellando il 12^ successo consecutivo. Possibile turnover in vista della prossima gara, quella di questa notte, contro i non irresistibili Phoenix Suns.

Nba - Rullo Warriors, a Phoenix sarà turnover?
Nba - Rullo Warriors, a Phoenix sarà turnover?

Non si arresta la corsa dei Golden State Warriors, che nella notte mietono un'altra vittima: all'Oracle Arena a cadere sotto i colpi degli Splash Brothers (soprattutto di Klay Thompson, 41 punti per lui) sono stati i giovani Timberwolves guidati da Tom Thibodeau che hanno alzato bandiera bianca venendo sconfitti 107-121. Gli uomini della Baia hanno così allungato a 12 la striscia di vittorie consecutive, ed a Phoenix, nel prossimo incontro, potrebbero festeggiare l'aritmetico primo posto nella Western Conference, a patto che gli Spurs, i loro più immediati inseguitori, facciano cilecca contro i Los Angeles Lakers. Possibilità alquanto remota, visto l' attuale spessore dei losangelini gialloviola di questi tempi, ma nel basket, mai dire mai.

Alla Talking Stick Resort Arena, casa dei Suns e teatro della prossima sfida di regular season di Golden State, coach Steve Kerr potrebbe però operare un turnover per far rifiatare qualche suo giocatore in vista dei prossimi playoffs. Gli indiziati numeri uno che potranno godere di un turno di riposo appaiono Draymond Green ed Andre Iguodala, ed a confermarlo ci ha pensato proprio Kerr al termine della gara vinta contro i T'Wolves: "Sto pensando di far rifiatare chi in queste ultime settimane ha dato tanto. Draymond Green è uno di quelli che ha speso più di tutti nell'ultimo mese e mezzo e dunque è alta la possibilità che possa restare in panchina contro i Suns. Valuterò tutto nei minimi dettagli prima di prendere le mie decisioni. Anche Iguodala potrebbe rifiatare, e tornare molto utile da qui in avanti".

Gli Warriors con ogni probabilità approfitteranno della trasferta agevole in casa dei Suns, seconda peggior franchigia dell'intera lega con sole 22 vittorie a fronte di ben 56 sconfitte, per far rifiatare alcuni dei loro migliori giocatori in vista del rush finale della stagione regolare, ma soprattutto per consentire alla squadra di presentarsi agli spareggi, tirata a lucido, in ottima condizione psico-fisica e riprendere il discorso bruscamente interrotto lo scorso anno.