NBA, Clippers e Jazz vincono contro Rockets e Golden State

Lob City strapazza Houston, Utah passa alla Oracle Arena contro i Warriors.

NBA, Clippers e Jazz vincono contro Rockets e Golden State
Chris Paul, 19 punti e 9 assist contro i Rockets. Fonte. Clippers.com

Prosegue la corsa per il quarto posto nel ranking della Western Conference, che garantirà il vantaggio del fattore campo nel primo turno di playoff. In lotta gli Utah Jazz di Quin Snyder e i Los Angeles Clippers di Doc Rivers: entrambe le squadre hanno vinto nella notte, con i Jazz corsari ad Oakland contro i Golden State Warriors di Steve Kerr e i Clips padroni in casa contro gli Houston Rockets di Mike D'Antoni. 

Golden State Warriors - Utah Jazz 99-105 

Alla Oracle Arena di Oakland, Steve Kerr lascia a riposo Klay Thompson e Matt Barnes: in quintetto ecco ancora Durant e il rookie McCaw, mentre Snyder deve fare a meno di Gordon Hayward, rimpiazzato da Dante Exum (doppio playmaker con George Hill). Avvio lento dei padroni di casa, caratterizzato da palle perse e poca intensità, di cui approfittano i Jazz, a bersaglio con George Hill e Joe Ingles. Ci pensa Steph Curry a svegliare Golden State: il due volte MVP gioca un primo quarto d'autore, tra triple e assist per i compagni. Alla prima pausa lo score è di 33-32, ma i Warriors perdono ritmo con le seconde linee. Solo David West e JaVale McGee contribuiscono dalla panchina, mentre dall'altra Shelvin Mack e un chirurgico George Hill colpiscono per gli ospiti. Rudy Gobert fa il vuoto a rimbalzo, Exum attacca il ferro con esiti alterni, ed ancora Curry riporta prima a contatto e poi davanti Golden State, che chiude il primo tempo sul 51-49. Nel terzo quarto ecco segnali di risveglio da parte di Kevin Durant, che dimostra di essere in recupero schiacciando in testa alla difesa avversaria. Le palle perse continuano ad essere però un problema per Kerr, che utilizza poco Draymond Green, affidandosi a West. I Jazz, che hanno anche Hood fuori causa, hanno il merito di giungere al quarto quarto con la partita ancora in bilico: qui è Joe Johnson a prendersi la scena, segnando triple e canestri in isolamento. Il resto lo fanno Boris Diaw, George Hill e soprattutto Rudy Gobert, implacabile al ferro. Golden State si spegne invece gradualmente, accettando la quindicesima sconfitta della sua regular season. 

Golden State Warriors (66-15). Punti: Curry 28, Durant 16, McGee 11. Rimbalzi: Durant 10. Assist: Durant 6

Utah Jazz (50-31). Punti: Hill 20, Johnson 19, Gobert 17, Mack 16, Ingles 11, Diaw 10. Rimbalzi: Gobert 18. Assist: Ingles 7.

Los Angeles Clippers - Houston Rockets 125-96 

Allo Staples Center di Los Angeles Mike D'Antoni lascia a riposo Nenè, Capela, Beverley e Lou Williams, lanciando in quintetto Onuaku ed Eric Gordon, mentre è tutto confermato per Doc Rivers. Avvio di gara equilibrato: i Clips si fanno trascinare da Chris Paul, che inventa per sè e per i compagni (in particolare per Mbah a Moutè), i Rockets si affidano alle accelerazioni di James Harden e alle giocate di Eric Gordon. Alla prima pausa lo score è di 35 pari, e si resta in equilibrio anche nel secondo quarto, quando è Ryan Anderson a salire in cattedra per Houston, mentre i Clips trovano punti dalla panchina, con Jamal Crawford e Raymond Felton. Per Blake Griffin e DeAndre Jordan è un gioco da ragazzi dominare sotto i tabelloni, senza avversari di stazza tale da poterglielo impedire. All'intervallo lungo Houston è ancora in partita, 61-57, prima di sparire completamente dal quarto nel terzo periodo: un black-out prolungato da parte dei texani manda in orbita i padroni di casa, che volano con Paul e Griffin, mentre J.J. Redick si accende dall'arco. In un lampo la banda Rivers si ritrova sul +25, con i Rockets completamente spenti e svuotati di ogni energia. Inizia così un lunghissimo garbage time, che consente ai Clippers di dare spazio ai vari Pierce, Speights, Bass e Johnson, mentre dall'altra parte gonfiano le proprie statistiche Harrell, Williams e Brown. Lob City ancora in vantaggio su Utah per il quarto posto ad Ovest (tie-breaker favorevole), Houston con la testa al primo turno di playoffs contro i Thunder. 

L.A. Clippers (50-31). Punti: Paul e Crawford 19, Griffin 18, Mbah a Moutè 15, Jordan 14, Bass e Pierce 10. Rimbalzi: Jordan 11. Assist: Paul 9.

Houston Rockets (54-27). Punti: Gordon 17, Williams, Brown e Harrell 15, Harden 14, Anderson 12. Rimbalzi: Harrell 13. Assist: Brown 9.