NBA Playoffs: Boston si ripete, ancora una sconfitta per Chicago (95-104)

Isaiah Thomas (33 punti) guida i Celtics al successo in gara 4. I Celtics annulano l'iniziale svantaggio di 0-2, ritornano ad essere i favoriti per il passaggio del turno. I Bulls perdono nuovamente il vantaggio del fattore campo.

NBA Playoffs: Boston si ripete, ancora una sconfitta per Chicago (95-104)
NBA Playoffs: Boston si ripete, ancora una sconfitta per Chicago (95-104)

CHICAGO BULLS - BOSTON CELTICS 95-104

Lo United Center è ancora territorio di conquista per i Celtics, i quali dopo aver vinto gara 3, si ripetono e fanno proprio anche il quarto atto di una serie che continua a regalare emozioni e colpi di scena a raffica. Isaiah Thomas guida i 'verdi' al successo, con i suoi 33 punti, 4 rimbalzi, 7 assist e +17 di plus/minus: al suo fianco, in 4 terminano la sfida in doppia cifra nella casella dei punti realizzati, i 18 di Green, 15 (con 12 rimbalzi) di Horford, 11 di Crowder e 10 di Olynyk. Chicago, dopo l'exploit nelle prime due gare, si eclissa, e ritorna ad essere la squadra singhiozzante, a tratti abulica, a cui abbiamo assistito per l'intera regular season. Sempre sotto nel punteggio, ad eccezione di un sussulto nel terzo quarto, ai Bulls di coach Fred Hoiberg non basta la super prestazione di Jimmy Butler da 33 punti. Troppo poco per contrastare Boston, rinata.

Boston vince, e convince. Ritorna a splendere il talento di Isaiah Thomas che guida i suoi alla vittoria, davanti ai suoi due figli accorsi nella Windy City per osservare da vicino le gesta del padre. Gli ospiti partono a mille all'ora, colpiscono a più riprese una distratta Chicago e volano immediatamente a toccare la doppia cifra di vantaggio (17-27). La difesa dei Bulls nutre grande attenzione per IT4, e la point guard è in grado però di divincolarsi sempre ottimamente, trovando il più delle volte il giusto scarico per il compagno libero, sul lato debole. Gap che si dilata fino al +20 già nel primo quarto (21-41) con Green ed Olynyk liberi di colpire gli avversari dall'arco dei 7 metri e 25. Vantaggio rassicurante, ma Boston decide di 'ravvivare' la serata ed inizia a sparare a salve, rimettendo in carreggiata i Bulls. Butler e Wade indicano la strada, Mirotic, Portis e Lauvergne non tradiscono. Alla pausa lunga, Chicago quasi dimezza lo svantaggio ed affronta l'intervallo sotto di 12 lunghezze (45-57).

Completa l'opera Chicago nel terzo quarto, Boston sembra essere in riserva, ed i padroni di casa mettono anche il naso avanti sul 65-63 grazie ad un canestro da sotto di Robin Lopez. Lo United Center ribolle di entusiasmo, ma la rimonta si dimostra essere solo un fuoco di paglia, in quanto Boston risponde realizzando un break di 12-0 quasi tutto a firma del piccolo grande uomo da Tacoma, Isaiah Thomas, il quale rimette tra le due contendenti un cuscino rassicurante, nuovamente la doppia cifra di margine. Butler e Mirotic sono gli ultimi a mollare, ricuciono solo in parte il gap, ma ancora Thomas, la tripla di Smart ed il layup di Bradley a 1.55 dal termine della gara scrivono +13 Celtics, iniziando a far scorrere i titoli di coda al match. Termina 95-104 in favore di Boston, che impatta 2 a 2 nelle serie, la quale si sposterà nuovamente in Massachussets, al TD Garden, per la disputa di gara 5.

CHICAGO BULLS: Punti: Butler 33, Canaan 13, Mirotic 13; Rimbalzi: Portis 8; Assist: Butler 9; 

BOSTON CELTICS: Punti: Thomas 33, Green 18, Horford 15; Rimbalzi: Horford 12; Assist: Thomas 7;