NBA Playoff 2017 - Sorpresa Rondo per i Bulls in gara 5?

La stranissima serie tra Boston Celtics e Chicago Bulls potrebbe arricchirsi di un altro, ennesimo, colpo di scena: dopo l'infortunio alla mano che non gli ha permesso di essere in campo per le due gare casalinghe allo United Center, Rondo potrebbe scendere in campo nuovamente al Boston Garden. Pretattica o realtà?

NBA Playoff 2017 - Sorpresa Rondo per i Bulls in gara 5?
NBA Playoff 2017 - Sorpresa Rondo per i Bulls in gara 5?

Un altro colpo di scena, del tutto inaspettato, potrebbe arricchire di pathos la serie tra Boston Celtics e Chicago Bulls: Rajon Rondo potrebbe tornare arruolabile in gara 5, con Fred Hoiberg pronto ad accogliere a braccia apertissime quello che fin qui è stato la chiave, l'ago della bilancia, per i tori della Windy CIty. Sorprendente, soprattutto perché all'indomani dell'infortunio che lo ha tolto dai giochi per le due gare interne dei suoi Bulls, successivamente perse, si pensava che l'ex playmaker di Celtics, Mavericks e Kings dovesse saltare tutta la serie e sperare nella qualificazione dei compagni per tornare in campo in questi playoffs. 

Dopo il viaggio che ha riportato la carovana da Chicago al Massachussets, martedì sera il playmaker dei Bulls ha svolto una seduta di allenamento con i compagni, nell'intento di valutare le sue condizioni fisiche ed un suo eventuale ritorno, prematuro, in campo. La sensazione è che, tuttavia, le risposte non siano state del tutto positive, con Hoiberg e soci che potrebbero aver voluto mandare un messaggio distensivo alla squadra, facendo allenare Rondo con il resto della squadra. Una iniezione di fiducia, di speranza, dopo le due sconfitte interne, causate anche dalla sua assenza: 11.5 punti, 10 assist e 8.5 rimbalzi di media nelle due gare giocate nel suo Garden, trascinatore assoluto nelle due metà campo della squadra ospite. 

La decisione, nonostante le oggettive difficoltà al tiro, verrà presa soltanto in prossimità della palla a due della sfida che andrà in scena nella notte italiana, con Hoiberg che tra pretattica e scaramanzia ha dato per impossibile la presenza di Rondo in gara 5, ma non lo ha ancora escluso dal roster di presenti. Il problema al pollice destro della mano resta, così come le enormi difficoltà dei Bulls in attacco in sua assenza: la decisione, alla vigilia della pivotal game della serie, diventa di vitale importanza. 

"E' la prima volta che tocca la palla da basket dopo l'infortunio con la mano destra. Vediamo, vediamo come procede e decideremo. Sta facendo di tutto pur di restare in condizione e di essere in campo il prima possibile. Ha fatto buoni allenamenti fisici in questi giorni, sta provando ad accelerare il processo di recupero, anche se non è facile perché è presto, ma è Rondo, è un ragazzo estremamente competitivo e proverà a forzare e a lottare per essere in campo" ha dichiarato coach Fred Hoiberg alla vigilia dell'incontro. Il tecnico dei Bulls, che sta cercando delle alternative al play nativo di Louisville, ha inoltre aggiunto: "Tutti sappiamo che è ovviamente difficile vederlo in campo, perché è lontano dalla sua miglior forma, dalle migliori condizioni fisiche per farlo. Tuttavia, è un lottatore, proverà a fare di tutto pur di aiutare i compagni"

Il ritorno di Rondo potrebbe essere anche una botta di vita, in termini di morale e di fiducia, per i compagni di squadra, consapevoli della sua importanza all'interno della serie. Jimmy Butler ha così fatto eco alle parole di coach Hoiberg, commentando quanto accaduto nelle ultime ore: "E' fantastico vederlo in campo, vogliamo che torni in campo, ma non sappiamo se e quando accadrà, non posso esprimermi in tal senso. E' ancora sul campo a tirare con la mano sinistra, ha fatto un solo tiro con la destra e non ha preso nemmeno il ferro. Ma lo amiamo per la sua dedizione, per la sua importanza, conosce tutte le dinamiche del campo, riconosce tutti i cambi di marcatura, i posizionamenti di compagni ed avversari, ci sta aiutando dalla panchina, ma vogliamo che lo faccia dal campo". 

Difficile, nonostante queste parole, prevedere l'utilizzo di Rondo già a partire da stasera al Boston Garden. Al di là delle sue qualità di tiratore - pollice o non pollice rotto - ciò che preme maggiormente ad Hoiberg ed i Bulls è avere nuovamente a disposizione il leader carismatico che ha trascinato la squadra con lucidità e raziocinio nelle prime due gare in cabina di regia, trascinando i tori verso il 2-0 che sembrava il preludio ad una facile qualificazione di Chicago in semifinale. Adesso, sul 2-2, con quattro vittorie in esterna, i Bulls vanno a caccia della quinta consecutiva, con Rondo che spera di regalare la terza delusione di fila al suo ex pubblico di casa.