NBA - Sollievo Warriors, il tallone di Pachulia non è grave; Kerr viaggerà con la squadra per gara 3

Splende il sole nella baia, non solo per le ottime prestazioni dei Golden State Warriors, ma anche per le buone notizie che arrivano sul roster californiano. Infatti, non sembra grave l'infortunio al tallone di Zaza Pachulia e Steve Kerr viaggerà con la squadra per Gara 3, contro i San Antonio Spurs.

NBA - Sollievo Warriors, il tallone di Pachulia non è grave; Kerr viaggerà con la squadra per gara 3
NBA - Sollievo Warriors, il tallone di Pachulia non è grave; Coach Steve Kerr viaggerà con la squadra per Fara 3

Buone notizie in casa Golden State Warriors. Per i dominatori di questi Playoffs NBA, insieme ai Cleveland Cavaliers, arrivano due attese conferme.

La prima riguarda Zaza Pachulia. Dopo il controverso episodio con Kawhi Leonard in Gara 1, nel secondo atto della serie contro i San Antonio Spurs, il centro georgiano è uscito anticipatamente dalla partita per un infortunio al tallone destro. Così nella giornata di ieri, Zaza si è sottoposto alla risonanza magnetica al tallone dolorante. Il risultato solleva il morale dei Warriors, visto che il tallone di Pachulia non presenta nessun grave problema. Adesso il centro verrà valutato giorno per giorno dallo staff californiano, per vedere se potrà scendere in campo già in gara 3, che si disputerà sabato alle 3:00 (ora italiana).

In gara 2, Zaza Pachulia è riuscito a realizzare quattro punti in sette minuti, prima di uscire dal campo. Il centro è importantissimo per le rotazioni di coach Mike Brown, soprattutto difensivamente. In questi playoffs NBA, infatti, Pachulia sta viaggiando con la media di 6.1 punti e 4.3 rimbalzi.

STEVE KERR TORNA IN GRUPPO -  Strano sentire che un'allenatore torni in gruppo, ma è comprenisibile soprattutto se si parla di Steve Kerr. Il sei volte campione NBA (5 anelli da giocatore ed uno da allenatore coi Warriors) è stato lontano dalla panchina dei suoi Warriors, attualmente affidata a Mike Brown, per problemi alla schiena, che gli hanno impedito persino di allenare la squadra. Finalmente, però, per il nattivo di Beirut arrivano buone notizie. Infatti il coach, tra l'altro ex-giocatore dei San Antonio Spurs, con i quali ha conquistato il titolo NBA nel 1999 e nel 2003, potrà viaggiare con la squadra ed essere presente all'AT&T Center di San Antonio per gara 3. 

Inoltre, il coach è tornato finalmente a seguire una seduta di Golden State lo scorso tredici maggio, la prima volta su un parquet dal ventuno aprile.