Magic Johnson ed i suoi Lakers: "Stiamo tornando. Russell? Serviva un leader, Lonzo Ball è il nostro uomo"

Il presidente delle operazioni dei Los Angeles Lakers ha fatto il quadro della situazione al termine del Draft appena andato in scena, commentando quanto accaduto in questi giorni frenetici con la trade Russell in primo piano.

Magic Johnson ed i suoi Lakers: "Stiamo tornando. Russell? Serviva un leader, Lonzo Ball è il nostro uomo"
Lakers - LaRussell LaLonzo e LaMannaggiaTutto

Tutto in funzione del salary cap e della disponibilità economica in vista della prossima Free Agency, quella del prossimo anno, quando giocatori del calibro di LeBron James, Paul George e non solo saranno liberi di firmare con chi vorranno. Queste le motivazioni che il presidente delle operazioni dei Los Angeles Lakers, Magic Johnson, ha dato ai cronisti a margine della trade che ha portato D'Angelo Russell e Timofey Mozgov ai Brooklyn Nets: in primis, l'aspetto legato ai contratti dei due giocatori, oltre ad una questione di leadership che riguardava l'ex seconda scelta del Draft del 2015. 

"D'Angelo Russell è un giocatore eccellente. Ha tanto talento per diventare un All-Star e vogliamo ringraziare lui per quel che ha fatto per la squadra in questi anni, ma ciò che ci serve è un leader. Intendo qualcuno che possa rendere gli altri giocatori migliori e qualcuno con il quale gli altri giocatori vogliono giocare. Sono andato spesso a scuola a parlare con il preside, con quattro professori e tutti mi han detto che i ragazzi sono attratti da Lonzo, è un leader ed era quello che volevo sentirmi dire. Lì ho capito che avevamo il nostro uomo". 

Motivazione che, come detto, si affianca a quella prettamente economica, con i Lakers che hanno risparmiato circa 60 milioni nel cap in vista della prossima stagione, con Brook Lopez che andrà a scadenza al termine di quest'anno. Una disponibilità che potrebbe consentire, dopo un anno di formazione di Lonzo Ball e dei giovani presenti nel roster dei Lakers di firmare una, se non due, superstar nella prossima estate: "Quando hai a disposizione tanto spazio salariale, puoi permetterti di fare dei piani in vista della prossima estate. Il vento è girato, i giocatori vogliono tornare a giocare qui. Non avrei fatto queste mosse se non avessi saputo come usare questi soldi. Basta questo"

Un Magic Johnson sorridente e visibilmente soddisfatto per la scelta fatta, che ha così chiosato sulla rinascita dei suoi Lakers: "La vedi la mia faccia? Vedi che sorrido? Sorrido perché ho sempre scommesso su me stesso e sono contento di dove siamo, sono felice ed eccitato. I fans dei Lakers dovrebbero esserlo altrettanto, stiamo tornando".