NBA summer League, Lonzo Ball brilla ancora

Seconda tripla doppia per l’ex UCLA che continua la striscia di ottime prestazioni in summer league, che aggiungono entusiasmo e aspettative per la prossima stagione.

NBA summer League, Lonzo Ball brilla ancora
NBA summer League, Lonzo Ball brilla ancora

Altra tripla doppia da 16 punti, 12 assist e 10 rimbalzi per Lonzo Ball, nella sua quarta partita giocata con i Los Angeles Lakers nel torneo di summer league a Las Vegas. Grande prestazione coronata da una vittoria per i giallo viola contro i Cleveland Cavaliers, che sigla il passaggio ai quarti di finale del torneo per i californiani.

Ancora molte sensazioni positive per il figlio di Los Angeles, che ha concluso un'altra prestazione di completezza disarmante, con una presa sulla partita da vero leader. In evidenza tutte le qualità di Lonzo, che hanno spinto i Lakers a fondare il loro progetto futuro su di lui: la sua proverbiale capacità di mettere in ritmo i compagni sia in transizione che a difesa schierata, la capacità di recuperare palla e condurre contropiedi fulminei che spesso vengono convertiti in punti e la sua grande capacità di infiamare improvvisamente squadra e pubblico con folate improvvise di classe assoluta.

Dopo l’eccezione della prestazione monstre dei 36 punti, Ball ha tuttavia riconfermato le sue difficoltà al tiro, concludendo la partita con un non eccezionale 6 su 20 dal campo, che comunque non ha macchiato un’altra prestazione notevole che ha evidenziato ancora una notevole intesa tra Ball e gli altri giovani Lakers, primi fra tutti il sophmore Croato Ivica Zubac e Kyle Kuzma interessante rookie (scelta numero 27 del draft) dall’Università dello Utah. Ha fatto ancora clamore il fatto che Lonzo non indossasse, per la seconda partita di fila, le scarpe del suo marchio di famiblia Big Baller Brand, avendo indossato delle Nike Bryant nella scorsa e delle Adidas Harden questa notte.

“Lonzo è stato ancora fantastico - ha dichiarato Jud Buechler, coach dei Lakers per questa summer league - il nostro gioco è 90% frutto del suo talento e 10% frutto degli altri ragazzi che sanno che se corrono sui lati del campo avranno facili layup. É incredibile a prendere e portare palla. Vogliamo che lui detti il ritmo della squadra e della partita”.

17 punti, 9.8 assist e 8.3 rimbalzi sono le medie del playmaker angelino in questa Summer League che potrebbe, continuando con questa linea statistica nelle prossime partite, seguire le orme dell’MVP Russel Westbrook, diventando il Mr Triple Double di questa summer league 2017.