NBA Preseason - San Antonio superata dai Kings, i Nuggets espugnano Los Angeles

I Lakers si godono un Kuzma da 23 punti ma non basta, mentre la nuova linfa dei Sacramento Kings porta subito ad una vittoria contro gli Spurs.

NBA Preseason - San Antonio superata dai Kings, i Nuggets espugnano Los Angeles
San Antonio superata dai Kings, i Nuggets espugnano Los Angeles - Fonte immagine: www.twitter.com/nuggets

La preseason Nba continua a far vedere cose molto interessanti. Intanto i giovani e nuovi Kings crescono bene con Fox che pare aver già preso il timone della squadra, autore di una partita da 16 punti con 7/8 dal campo. Gli Spurs escono sconfitti con Popovich che lascia giocare i panchinari più del dovuto, ma è comunque Aldridge il top scorer con 17 punti a referto. Molto divertente anche il match tra Nuggets e Lakers, con continui ribaltamenti che alla fine premiano gli ospiti. Kuzma è il trascinatore dei gialloviola con 23 punti e quattro triple, ma i Nuggets fanno meglio con i 25 di un ottimo Gary Harris.

Sacramento Kings - San Antonio Spurs 106-100

Il primo quarto è tutto per i Kings che giocano bene e muovono la palla, mettendo a referto diversi tiri da tre punti, principalmente con Garrett Temple. I Kings trovano anche i primi canestri dei loro nuovi acquisti: Fox e Randolph, entrambi positivi in questo match e chiudono sul +6 il primo quarto. L'equilibrio regge per tutto il secondo quarto con un Fox da favola e gli Spurs che, come da previsione, concedono pochi minuti ai titolari, prediligendo gli uomini dalla panchina. Nel terzo periodo San Antonio riprende in mano la partita con gli uomini che non ti aspetti: Murray, Bertans e Anderson sono i protagonisti della mini rimonta che li riporta avanti di un solo a punto a dodici minuti dalla fine. Nell'ultima frazione di gioco si segna molto meno ma emerge un altro talento come Frank Mason III, il quale mette otto punti consecutivi che rispediscono indietro la squadra di Popovich, che non riesce più a riavvicinarsi vista la grande difficoltà a fare canestro.

Los Angeles Lakers - Denver Nuggets 107-113

Il primo quarto dei Lakers è a dir poco perfetto: la squadra di Walton corre appena c'è l'occasione con Lonzo Ball a comandare le operazioni e Ingram a rifinirle. Molto bene anche Kuzma che conferma le sue doti di tiratore dall'arco; dopo dodici minuti i padroni di casa sono avanti 31-26. I Nuggets iniziano a ingranare nel secondo periodo con molti tiri da tre punti, specialmente di Gary Harris, che trovano solo il fondo della retina. Jokic vede linee di passaggio che la maggior parte delle difese non riesce a chiudere e per chi riceve è facile andare a canestro. Verso la fine del primo tempo però, finito sul 61-56 per gli ospiti, Lonzo Ball durante una stoppata si procura una leggera distorsione alla caviglia, che verrà valutata ma non sembra niente di grave. Nel terzo quarto i Lakers confermano alcune difficoltà che sono comprensibili in preseason: tante palle perse e quindi punti facili degli avversari, e ancora di più i problemi a difendere perimetralmente contro una squadra come Denvevr. I tanti tiratori affianco a Jokic (che può comunque segnare da tre) fanno la differenza e portano gli ospiti sul +11. Da una parte Hernangomez è l'uomo che sembra uccidere definitivamente la partita con un paio di triple davvero importanti. Dall'altra però, Kyle Kuzma diventa il nuovo eroe di casa riportando lo svantaggio a soli quattro punti. Negli ultimi secondi però, lascia intravedere un po' di inesperienza forzando un tiro che di fatto, fa perdere ai suoi la partita.