NBA preseason - Houston la spunta sui Thunder; il derby al Garden è dei Nets

Chris Paul esordisce con la maglia dei Rockets realizzando 11 punti e 7 assist. Harden ne aggiunge 16 (e 10 assist), Houston c'è. Brooklyn è più in palla dei rivali cittadini: Russell e Kilpatrick sugli scudi, nei Knicks bene Kanter ed Hardaway, rimandato Ntilikina.

NBA preseason - Houston la spunta sui Thunder; il derby al Garden è dei Nets
Fonte: Houston Rockets Twitter

OKLAHOMA CITY THUNDER - HOUSTON ROCKETS 97-104

Per una sera, Tulsa, la seconda città dell'Oklahoma, è diventato il centro gravitazionale del basket NBA. Thunder e Rockets si sono affrontate nella gara che ha aperto le rispettive stagioni agonistiche. A prevalere, è stata Houston, guidata dal formidabile backcourt formato da Chris PaulJames Harden. L'ex Clippers ha chiuso la serata con 11 punti all'attivo, distribuendo sette assistenze, il compagno barbuto ha subito refertato una doppia doppia da 16 punti e 10 assist, dimostrando che con un solo pallone questi Rockets possono giocarci, ed anche bene. Il marchio di fabbrica dei texani, sempre il tiro da oltre l'arco: contro OKC sono state ben 55 le triple tentate, 24 quelle realizzate. Il miglior realizzatore dei texani è stato però Eric Gordon; il miglior sesto uomo della passata stagione ha dimostrato che il riconoscimento è stato da lui pienamente meritato, ed ha inizato proprio da dove aveva concluso qualche mese fa: 21 punti (7/12 dal campo) e scariche di energia pura sul parquet. I Thunder sono stati rimandati al prossimo esame: privi della stella polare Russell Westbrook, le cui condizioni fisiche non sono ottimali, coach Donovan ha potuto schierare solo due dei tre pezzi pregiati del proprio roster. Melo ha fatto il suo, con 19 punti, idem George che ha refertato 15 punti e catturato 5 rimbalzi, ma è stato il supporting cast di OKC a venir meno. Esclusi sprazzi di Canaan ed Hamilton (11 a testa), poco altro. Ritrovatisi ben presto, sin dal secondo quarto, sotto la doppia cifra di svantaggio, i Thunder non sono mai riusciti a risalire la corrente: il -23 del terzo quarto è stato solo parzialmente azzerato, quando però si era già nel bel mezzo del garbage time.

OKLAHOMA CITY THUNDER: Anthony 19, George 15, Canaan 11, Hamilton 11.

HOUSTON ROCKETS: Gordon 21, Ariza 18, Harden 16. 

 

NEW YORK KNICKS - BROOKLYN NETS 107-115

Prima esibizione stagionale per entrambe le franchigie newyorchesi, e subito derby. Ad aggiudicarselo, sono stati i Nets di coach Atkinson sospinti da un D'Angelo Russell già in forma campionato: per l'ex Lakers 19 punti e 4 assist, decisivo nel successo dei suoi sui cugini arancioblu per 115-107. Altri sei giocatori hanno terminano in doppia cifra, tra cui sono spiccati i 15 di Sean Kilpatrick ed i 13 a testa di Rondae Hollis-Jefferson e Joe Harris. Assenze pesanti tra le fila dei Knicks: non hanno preso parte alla prima gara di preseson in 4, ovvero Kuzminskas, Baker, Kornet e Noah. Grande attesa intorno alla prima del rookie Frank Ntilikina: il francese non ha brillato. E' rimasto in campo 17' minuti, segnando solo 5 punti, tirando piuttosto male, 1 su 7 dal campo. Coach Hornacek ha ricevuto buone risposte dalla coppia Hardaway jr-Kanter, i quali hanno combinato per 34 punti (17 a testa) e sono stati proprio loro a tenere in bilico il risultato fino alle battute finali, insieme all'Unicorno Porzingis, autore di una prestazione sufficiente (15 punti, ma 6/14 al tiro), riuscendo a risalire dal -17 fino al -5, prima che le triple di Kilpatrick e Dinwiddie, ed i liberi di Zeller chiudessero definitivamente la gara a favore degli ospiti.

NEW YORK KNICKS: Hardaway jr 17, Kanter 17, Porzingis 15.

BROOKLYN NETS: Russell 19, Kilpatrick 15, Hollis-Jefferso 13, Harris 13.