NBA, LeBron James in dubbio per l'opening night

La caviglia sinistra continua a tormentare LeBron, che salterà l'ultima gara di preseason contro i Magic ed è a rischio per la sfida ai Celtics di martedì notte.

NBA, LeBron James in dubbio per l'opening night
LeBron James. Fonte: Cavs.com

Quello che sembrava essere un infortunio di poco conto, una leggera distorsione alla caviglia subita in allenamento dopo un contatto con il compagno di squadra Cedi Osman (giovane giocatore turco, uno dei tanti volti nuovi in casa Cleveland Cavaliers), potrebbe costringere invece LeBron James a saltare l'inizio della regular season NBA. E' quanto lascia intendere coach Tyronn Lue, che spiega che il Prescelto non disputerà l'ultima gara di preseason dei suoi Cavs, in programma domani sera contro gli Orlando Magic di Frank Vogel. 

I pochi minuti giocati martedì sera alla Quicken Loans Arena nella sfida con gli Indiana Pacers non hanno infatti dato risposte positive a LeBron, risvegliatosi dodici ore con una caviglia sinistra ancora gonfia. Un infortunio che mette dunque a rischio la presenza di James nell'attesissima sfida di apertura della stagione regolare, martedì notte in casa contro i Boston Celtics del discusso ex Kyrie Irving. "Non sono sicuro che LeBron sarà pronto per l'opening night - le parole di Tyronn Lue, riportate da Dave McMenamin di Espn - si sta sottoponendo a trattamenti e fisioterapia ogni giorno, quindi in realtà non sono sicuro di dover essere preoccupato o meno. Ma la sua caviglia è davvero gonfia oggi, quindi non ci resta che attendere come evolverà il tutto. LeBron ovviamente è molto nervoso e infastidito, ma la situazione è quella che è". Se The Chosen One non dovesse farcela per martedì, al suo posto in quintetto troverebbe spazio J.R. Smith, altrimenti in panchina per far spazio a Dwyane Wade. Intanto i Cavs si preparano alla possibilità di giocare senza il loro faro, allenandosi ormai da settimane in assenza del giocatore più forte al mondo: "Ci siamo allenati oggi - ha proseguito Lue - e abbiamo provato quattro set offensivi che utilizzeremo non solo durante la prossima gara, ma anche durante l'intera stagione. Tutti set che ci aiuteranno ad aprire il campo, in un sistema di continuità offensiva. In realtà erano schemi presenti nel playbook anche lo scorso anno, ma questa stagione ho aspettato a inserirli perchè abbiamo diversi nuovi giocatori".

"Ci stiamo lavorando, continueremo ad allenarci su questi aspetti del gioco e penso che i giocatori si troveranno a loro agio. Anche oggi si sono molto più comodi da questo punto di vista. Oggi abbiamo lavorato a lungo sul campo, e subito abbiamo provato queste novità: ovviamente dobbiamo continuare su questa strada perchè è qualcosa di nuovo per noi". Una novità anche giocare senza LeBron James, che in tutti i suoi anni di carriera NBA si è preso pochissime pause per riposo durante la regular season. A ogni partita saltata da LBJ ci sono quasi sempre state prestazioni negative da parte della sua squadra, soprattutto da quando il Prescelto è tornato a casa, ai Cleveland Cavs. Troppo importante James per il gioco del suo team: probabilmente nessun altro giocatore NBA incide così tanto sulle sorti della squadra di appartenenza quanto LeBron, cestista universale, soprattutto nella metà campo offensiva. Senza di lui, i Cavaliers riporterebbero J.R. Smith nella posizione di shooting guard, con Dwyane Wade a rimpiazzare l'amico LeBron nel suo tipico ruolo di small forward (o comunque di esterno che mette palla per terra), e Derrick Rose a completare il backcourt. Jae Crowder e Kevin Love saranno comunque gli altri componenti dello starting five, con Tristan Thompson dirottato in panchina. Un inizio di stagione dunque non facile per James e per i Cavs, ma metà ottobre non è certo il momento peggiore per fare a meno di LeBron, il cui obiettivo resta quello di essere al 100% quando conterà davvero, dai playoffs in poi.